?

Log in

No account? Create an account

Enemy of the Lord, beware!

Apr. 6th, 2005

04:01 pm - La Prima Volta... di Harry...

Ed ecco a voi: "la prima volta di harry" (scritto tutto piccolo, anche Harry...).
Dal momento che oggi non mi sento particolarmente ispirata mi limiterò a brevi commenti e... lunghe esposizioni di periodi tratti dalla citata fanfiction.
L'inizio:

harry era innamorato di draco da tempo, da almeno 5 anni, e più volte avrebbe voluto correre fra le sue braccia e dirglielo, ma non l'aveva mai fatto...buffo, non aveva paura di affrontare voldemort e aveva paura di dire a draco ciò che nel suo cuore era così chiaro. erano passati quasi 6 anni da quando si era innamorato di lui, di quel suo modo di fare, elegante e strafottente, di quegli occhi argentati che parevano leggergli nell'anima, di quelle mani che sembravano fatte apposta per toccarlo ed esplorarlo, di quella voce calda e bassa, che lui considerava dannatamente erotica...
Questions:
a) harry e voldemort sono nomi propri... andrebbero scritti con la lettera iniziale maiuscola, credo. Il fatto che l'autrice insista con il mantenerla minuscola potrebbe significare che questi non siano "Harry" e "Voldemort" noti alla Rowling, ma due altri, due lillipuziani... in tal caso mi scuso per la nota! Avevo perso contatti con il buon vecchio Gulliver, soprattutto quando disse che a Lilliput si usava scrivere nomi in minuscolo.
b) 5 e 6, secondo la grammatica italiana, vanno scritti con le lettere in tal contesto, e non con i numeri come in questo caso!
c) erano passati quasi 6 anni da quando si era innamorato di lui, di quel suo modo di fare, elegante e strafottente, di quegli occhi argentati che parevano leggergli nell'anima, di quelle mani che sembravano fatte apposta per toccarlo ed esplorarlo, di quella voce calda e bassa, che lui considerava dannatamente erotica... Azz... e noi poveri scemi che ci eravamo illusi che Harry odiasse Draco! Sbagliato, sbagliatissimo! Siamo diventati tutti troppo cinici per accorgerci che erano tutti segni d'amore! Harry diceva "orrore" e voleva dire "amore", diceva "pattume" per "dolciume" e "ti ammazzo" per "ti bacio"... tutto come da "Cuore Selvaggio" docet! E non solo "Cuore Selvaggio", ma "Segretarie Ardenti", "Le calde notti della Ninfomane" e "Hogwarts Secret Files"...

Procedemus...
all'inizio la considerava semplicemente una cotta, per quanto impossibile fosse il soggetto, ma poi, non sapeva neanche lui cosa era accaduto, quella cotta si era trasformata in amore puro e incondizionato, e credeva che avrebbe fatto di tutto per lui, che l'avrebbe aspettato in eterno, e adesso...adesso non sapeva nemmeno lui cosa pensare, visto che nei momenti di sconforto l'unica cosa che desiderava era ancora lui, e soltanto lui, e negli altri momenti...pensava che non fosse molto normale.
Tigellino portami il lacrim... i fazzolettini! Oh, buh! Sono in lacrime come Rossella O'Hara alla morte dei suoi primi mariti!
In ventisei anni di vita io non ho mai, mai letto parole di così ardente amore... e i versi imperituri di Montale "ho sceso dandoti il braccio un milione di scale..." si fanno aridi e vuoti davanti a tale sacra purezza... l'Amore Eterno...
p.s. "pensava che non fosse molto normale"... mai fu detto nulla di più vero!

harry sapeva benissimo che non avrebbe mai potuto fare l'amore la prima volta con un'altra persona, forse perchè aveva troppo idealizzato draco, e pensava che solo lui potesse essere il suo primo amante, forse perchè il suo orgoglio non voleva mai abbandonarlo, e ammettere che aveva sbagliato in tutti questi anni gli faceva troppo male.
In tal caso... se non con una persona... un rinoceronte, no? Un cavallo? Un Centauro! Non un "Draco", ma un drago che se lo mangi e ce lo tolga di torno!

aveva mandato una lettera anonima a draco, nella quale diceva di incontrarsi nelle stanza delle necessità a mezzanotte per un incontro particolare, sapeva che draco avrebbe accettato, ormai lo conosceva fin troppo bene.
Omia vincit Amor... ma per quello che la Rowling ci ha ripetuto per cinque, quasi sei, libri... Draco non ci sarebbe andato neanche per il piffero!

L'arguta risposta di Draco quando Potter si leva il mantello e si palesa: "- potter! che ci fai qui? esci subito, mi devo incontrare con una persona! - "
Ammazza che sveglio! E' proprio quello che il vero Draco avrebbe detto!

Ancora Draco: "- spigare cosa? perchè mi vieni dietro da un'eternità e che ti senti solo perchè io non ti ho mai cagato , neanche di striscio? -"
NO COMMENT!

"- draco, in tutti questi anni, ho celato dentro di me un sentimento per te che neanch'io saprei descrivere, so solo che cinque, anzi sei anni fa ho incrociato il tuo sguardo, e qualcosa in te mi ha colpito, mi ha colpito a tal punto che non sono riuscito a smettere di pensare a te; da qual momento in poi la mia vita è stata vissuta solo per te, sei tu che mi ha dato la forza di andare avanti...l'anno scorso, se non ci fossi stato tu, probabilmente mi sarei suicidato, ma c'eri tu che mi davi forza, anche solo con le tue battute, con i tuoi occhi che mi guardavano... draco io penso di amarti, come non ho mai amato nessuno, come se fosse ieri che mi sono innamorato di te."
NO COMMENT!!

Sentite questa:
"draco era rimasto scioccato da questo monologo del suo "nemico", all'inizio era tentato di ascoltarlo e poi cacciarlo via, adesso era curioso, voleva sapere cosa in lui aveva fatto scattare la scintilla nel cuore di harry...- harry, ma come mai io? io ti ho sempre umiliato...-"

Ce lo chiediamo tutti: cosa, cosaaa? Ma cosa?!
Lo volete sapere?
Ed io non ve lo dico!
No, vabbè... ve lo dico...
In un dialogo al confine con il paranormale più puro e demenziale... Harry confida a Draco di essersi innamorato perchè "era l'unico che lo considerava", seppure in negativo.
Praticamente... l'Autrice non si è letta neanche un libro di HP!
Due righe dopo Harry chiederà a Draco se vuol fare l'amore con lui... solo una volta e poi sparirà dalla sua vita.
E Draco risponde: "- allora ci sto, voglio premiarti della tua pazienza...-"

Non ho il cuore di commentare la seguente faccenda:
"
si sdraiarono sul letto che c'era dietro di loro...
- harry, come vorresti la tua prima volta? -
- la vorrei dolce, tenera, ma passionale allo stesso tempo, la vorrei con tanti estenuanti preliminari, la vorrei in modo che io ti possa dimostrare quanto ti amo... -
"
"le mani di draco iniziarono a vagare sul corpo di harry; il biondo stava facendo del suo meglio per soddisfare harry, riusciva a immaginarsi come si sentisse e voleva dargli la dimostrazione che non era poi cosi stronzo come volesse far credere; draco posò le labbra sul collo del moro, baciandolo dappertutto, finchè non lo liberò dalla maglietta che aveva indosso, e intanto comiciò a baciargli il petto glabro, soffermandosi sui capezzoli, che si erano inturgiditi sotto i suoi baci, arrivò fino all'ombelico, dove iniziò a saettare con la lingua, mentre harry gemeva senza senso e chiamava il nome del biondo in continuazione...draco arrivò al bordo dei jeans che harry aveva indosso...con un solo movimento fluido glieli tolse insieme ai boxer, iniziando ad accarezzare il membro di harry, sempre più preso da quelle attenzioni che draco stava rivolgendo a lui, finchè non iniziò a succhiarlo, prima piano, poi sempre più veloce...harry non ce la faceva più, era troppo bella quella sensazione di sentire la bocca di draco su di se, la mani che continuavano ad accarezzarlo dolcemente...harry venne sospirando solo il nome del suo amore...
(...)
sospirò debolmente harry mentre cresceva il desiderio che aveva per draco...scese ancora fino ad incontrare l'ombelico, e si divertì, come draco prima di lui ad uscire ed entrare con la lingua in quella fessura, capendo per la prima volta quanto quel gesto fosse eccitante...sentì draco gemere e sorrise soddisfatto, forse non era proprio una frana... andando ancora più giù il moretto iniziò ad imbarazzarsi, e draco, capendolo, iniziò a togliersi da solo i pantaloni e i boxer, mentre harry lo guardava rapito d'amore... harry guardava draco negli occhi, come per fargli capire che lo voleva, ma che gli serviva qualcuno che gli insegnasse cosa doveva fare...draco prese le mani di harry e le portò sul proprio membro, mostrandogli come doveva accarezzarlo, poi, con voce rassicurante iniziò a dirgli di appoggiare le labbra e pian piano dischiuderle fino ad arrivare a succhiarlo...harry fece tutto quello che draco gli diceva...mentre stava facendo questo draco continuava ad accarezzargli dolcemnte i capelli e a guardarlo negli occhi intensamente...pian piano il ritmo si fece più veloce finchè anche draco venne, gemendo e sospirando intensamente. harry si sdraiò vicino a draco, contento per quello che era riuscito a fare e per quello che doveva ancora fare...draco chiese, sempre con lo stesso tono di voce se harry fosse pronto, harry rispose di si, e draco iniziò a far succhiare ad harry due dita, finchè non le tolse e le infilò, una per volta, nel piccolo foro di harry...quando harry si fu abituato all'intrusione, tolse le dita ed infilò qualcos'altro, mentre harry si aggrappava alle spalle di draco appoggiando il viso per non far vedere l'espressione dolorante...
- lo so che ti sto facendo male harry...ma non ti preoccupare, tu rilassati e vedrai che passerà presto, ok?-
- d'accordo, amore mio -
- pensa a questo, pensa che adesso siamo un corpo solo con due menti, pensa a come due persone possano essere vicino, ognuno dentro l'altro, a come il piacere totale si possa raggiungere solo con la persona che ami, pensa che, anche se per poco tempo, due persone possono essere la stessa cosa e che adesso io sono con te, IN te e io e te, come singoli non esistiamo più, esistiamo solo NOI-
- non ti facevo cosi romantico e filosofico, amore mio, ma hai ragione tu, continua pure -
draco sorrise e iniziò a muoversi, lentamente, nel corpo di harry, continuando ad accarezzarlo sulla schiena e baciandogli dolcemente le labbra, fino a quando non sentì harry che iniziò a gemere soddisfatto...prese a muoversi più veloce, finchè entrambi sentirono il piacere crescere a ondate dentro di loro...draco prese il membro di harry e iniziò a masturbarlo, cercando di far coincidere il ritmo...vennero entrambi poco dopo, insieme, mentre harry gridava - ti amo draco - e draco restava stupito dal sentimento che iniziava a sentire verso harry...con nessun'altra persona si era sentito cosi completo, cosi fuso in unico spirito... appena ebbero finito, draco chiese:
"

NO COMMENT!!!

Non ho proprio il cuore di dire altro, si commenta da sè, vi riporto solo alcuni scintillanti commenti dei lettori:
"Draco all'inizio e' da pigliare letteralmente a calci per fortuna che poi cambia! Molto carina davvero. Scrivi molto bene. Baci baci " , "bella.....ma povero draco sempre con quello sfigato di potter fotter!!!!!!!!!!! brava... " Ed anche qui... vi risparmio il resto. Ma come mai nessuno commenta mai con coscienza e dice "faceva così ridere che ho rischiato di saltare fuori dalle mie mutande?!"

Current Mood: curiouscurious
Current Music: Mango: "Bella d'Estate"

Apr. 3rd, 2005

01:00 pm - Ma basta!

Questa la devo proprio dire.
Sul più noto Sito di Fanfictions (purtroppo, data la sua qualità...) italiane, stamane, è comparsa questa Fanfiction, intitolata: "Leggete è interessante" di Alexandra.
Apro e leggo... dentro c'è questa sola frase: "Siete degli str..." (ovviamente scritto per intero).
Due valutazioni serie: la prima... sul fatto che venga data la possibilità a queste persone di postare simili "Fanfiction". La seconda sul fatto che qualcuno le abbia risposto dicendo, in pratica, che sarebbe stato carino sentire quello che non le è andato giù, mettersi d'accordo, eccetera. Smettetela, per favore, con questo buonismo: è giusto cercare di sanare le ferite, ma è anche giusto... essere giusti, e porre un freno deciso alla spazzatura ed al pattume. Se una bambina isterica di cinque anni trova originale, in un giorno di riflessione per l'Italia e non solo, scrivere questa roba... impeditele di fare altro danno. Non fa nemmeno ridere. A questo punto meglio i goffi tentativi di qualcuno, ma questo, poi... mah! Non che abbia senso. Invece, se siete scrittori e lettori di FF, perchè non pensate seriamente di scrivere su qualche altro Sito un pò più serio? Si deve far capire che c'è un limite a tutto!

Current Mood: sadsad

Mar. 25th, 2005

08:09 pm - Ammazza te!


Nota prima di tutto: niente di personale contro chi viene recensito. Questa è una forma di satira, non se la prenda chi è tirato in causa. Ne tragga consigli, ridiamone insieme. Questa non è una gogna, anche se il tono a volte è duro. Tutto viene scritto senza presunzione e senza superiorità.

Nella mia piccola esperienza di scrittrice e lettrice... ho imparato un paio di cose, solo un paio, ma importanti.
Una è che il modo in cui inizi una storia pregiudica il modo in cui i lettori ti seguiranno e come tu vorrai continuarla.
Per questo motivo, leggendo svogliatamente fanfiction qui e lì, mi sono detta "Toh!" quando mi sono imbattuta nella prima battuta di "Un'americana ad Hogwarts".
*Frodo! Dove sei, Frodo? Aiutami! Ho paura! Frodooo!*
Frodo? Frodo Baggins? Me lo sono chiesta senza sapermi dare una risposta, ma, ammetterete, con un inizio così confuso... io dovevo indagare!
Procediamo con ordine...

La luna splendeva alta nel cielo stellato di quella notte d’estate, illuminando di un chiarore argenteo la stanza. Doris osservò il paesaggio che aspettava sereno il nuovo giorno: nulla rispecchiava come si sentiva.
Cioè la stanza dovrebbe essere in disordine se chi ci dorme è agitato? Oppure la notte dovrebbe essere tempestosa se mi sento incollerita? D'accordo... sembra un pò gettata lì. Ma leggendo il seguito... chi si meraviglierebbe se la nostra Doris (alter-ego dell'autrice che si chiama ADoris? O la A è privativa e quindi non è il suo alter-ego? Lo ammetto, sono confusa...) riuscisse a far digrignare i denti alla luna o rivoltare lo stomaco al sole? Chi ha i poteri... può.

Ma... sta per cominciare Dinasty:
Rivide i bei giorni passati in Inghilterra con i suoi; il suo vicino, un ragazzino suo coetaneo, che era il suo migliore amico; la scoperta di essere una strega e un viaggio improvviso in una carrozza magica. Poi ricordò dell’ultimo Natale che passò insieme alla sua famiglia. Erano negli Stati Uniti e attorno all’albero di Natale, adornato degli addobbi magici più belli che avesse mai visto, vi erano le persone che amava di più: i suoi genitori (Nick e Racheille Elassar), gli zii (Luis e Marléne Andrews e Rubens e Diamond Saint-John), e Frodo (figlio di Rubens e Diamond) il suo unico ed amato cugino, appena ammesso alla Scuola di Magia e Stregoneria di Salems’ dove era preside lo zio Rubens.
Lo ammetto: sono ancora confusa.
a) In America non ci sono scuole per maghi?
b) Chi diavolo ha pensato a questi nomi? Nick, Racheille, Luis, Marlene, Rubens, Diamond, Frodo.
c) Cosa ci fa uno che si chiama "Frodo" tra Diamond e Rubens? Voglio dire... due individui a caso, diciamo un tale Edward ed una tale Camilla... non chiamano un figlio "Beppe", tanto per fare un esempio. O forse erano fans di Tolkien?
d) Se in America c'è la scuola di Salem... perchè Doris che è in America va in Scozia?
e) Se hai tuo zio che è Preside in una scuola... devi essere imbecille per non andare a studiare lì... sapete com'è...
f) Riflettendoci... Frodo deve essere imparentato con gli Elassar... Nick e Racheille, anche il cognome "Elassar" fa un pò Tolkien.
g) Racheille è una variante di Rachel?
h) I figli di Ridge e Logan come si chiamano? Ero rimasta ad Erik e Bridget, ma loro non sono nemmeno figli di Ridge, no? Sono figli di Erik, che era sposato con Stephanie, che era l'ex amante di Marone...
h) Ma poi Sally Spectra cosa sta facendo, adesso?!

Meglio rimettersi sul binario giusto...
Gli zii Luis e Marléne erano a terra, inermi e qualcuno incappucciato e vestito di nero, che col tempo scoprì essere lo zio Lucius Noirette, fratellastro di nonna Anne, stava uccidendo suo padre. Giratosi verso sua madre, le disse
Tattarattattà! Sono arrivati i Mangiamorte! Come minimo uno spera che facciano un pò di pulizie...
Ma porterei la vostra attenzione su "Lucius Noirette", fratellastro di nonna Anne...
a) Si chiama Lucius Noirette.
b) In questa storia non dovrebbe esserci, invece, un certo Lucius Malfoy?
c) E' il fratellastro di nonna Anne.
d) Chi diavolo è nonna Anne?!

Vi faccio grazia di alcune battute che seguono... francamente sarebbe stato meglio non scriverle, dato che gli Autori di "Cento Vetrine" hanno vinto il Premio Nobel per la Letteratura sfidando la nostra Autrice a singolar tenzone...

Dubbio...
...un raggio verde colpì in pieno Racheille che cadde a terra inerme
Il dubbio è lecito: "inerme", cioè priva di difesa. Ma se sei morta è ovvio che tu sia senza difese. Forse ci stava meglio "inerte", cioè immobile? Lo dico perchè qualche riga sopra l'Autrice ha fatto lo stesso gioco.

Gli zii la accolsero in casa loro e la amarono e trattarono come una figlia, ma alle sue domande su quella notte di strage evitavano di rispondere. Tutto ciò che sapeva lo doveva alle ricerche segrete che aveva condotto e a Gigi, un cugino italiano di sua madre, che le era stato sempre vicino e che l’aveva aiutata tanto.
Rewind... ma chi è questo "Gigi", adesso?
a) America - Italia - Inghilterra?
b) Inghilterra - America - Italia?
c) Italia - Inghilterra - America?
d) Non era più carino Hawaii - Canarie - Caraibi?
e) Chi è Gigi?!
f) Visti Racheille, Frodo, Diamond, Luis, Anne, Doris, e bla bla... non potevano chiamare questo poveraccio Andrea? Nicola? Michele? Mario? Giuseppe? Giovanni? Francesco? Persino Carmelo?! Ma Gigi... Gigi... no!

Aveva scoperto che Lucius Noirette era stato il più crudele ed il più fedele dei Mangiamorte di Lord Voldemort, e che, uccidendo la sua famiglia, si era vendicato del fatto che sua nonna, sua madre e i suoi zii avevano deciso di combattere l’Oscuro Signore. A maggior ragione perché gli Andrews erano una . Aveva scoperto anche di essere l’unica erede degli Andrews e degli Elassar e di possedere poteri straordinari.
Massimo Marone è stato l'amante di Stephanie, ma Stephanie amava Erik, e ha partorito due figli: Ridge e Thorne, ma Ridge in verità è figlio di Massimo che è padre di Nick, ma Nick era l'amante di Brooke quando Ridge era morto. Però Ridge era vivo ed il figlio di Ridge in realtà era figlio di Nick, ma poi era figlio Ridge che era stato innamorato per tre giorni di Bridget che era stata sua figlia, ma era sorella di Erik 2 e figlia di Erik 1, e figlia di Brooke, ma poi essendo figlia di Erik 1 era sorellastra di Ridge...
Lord Voldemort, invece, era nipote di Dumbo che era figlio di Chappy e amico di Ariel, ma Biancaneve stava con Potter, mentre Rubinia Coralla Poffer era nipote di Minerva McGrannit...
E' chiaro?

"Dlin Dlon... avviso alla gentile Clientela: posizionate saldamente il sederuccio sulla vostra sedia, lucidatevi gli occhiali, e non ridete troppo. Dlin Dlon!"

Era una Metamorfomagus, un’eccellente Legilimens, esperta in Pozioni ed Incantesimi di difesa. Ora stava anche cercando di divenire Animagus. Proprio quell’anno si era diplomata con il massimo dei voti in tutti i G.U.F.O. e solo qualche giorno prima aveva sostenuto gli esami del sesto anno, riportando anche lì il massimo dei voti. Voleva finire gli studi velocemente per poter coronare i suoi sogni: diventare Aurur come sua nonna Anne, e tornare in Inghilterra per combattere Voldemort e Noirette, magari accanto al suo Harry. Aveva, infatti, letto del ritorno di Voldemort e delle avventure del suo amico; inoltre era convinta che presto anche Lucius si sarebbe rifatto vivo e voleva essere pronta per combatterlo. Nonostante fosse molto coraggiosa, non ne aveva ancora parlato con gli zii.

Diamond era una donna di una bellezza straordinaria, unica. Bionda, con una lunghissima chioma che, se inondata di luce, pareva brillasse, aveva due intensi occhi azzurri che parevano tempestate di stelle. Alta e magra, vestiva sempre di bianco e questo le dava un tono di regalità che la faceva ancora più bella ed austera di quello che era.

Entrambe avevano ereditato il coraggio e l’audacia di Anne Andrews, ma mentre Diamond era più riflessiva ed accondiscendente, Doris aveva preso la testardaggine e la determinazione di suo padre.

... No Comment!

Ma tenetevi forte, dopo aver letto tutte le bufale che si sono concentrate qui sopra, dopo aver scoperto che, in pratica, Doris è bellissima, bonissima, perfettissima, issima, issima, issima, che ha tutti i poteri, che con un mignolo uccide Voldemort, soffiandosi il naso sposta le montagne, agitando una mano prosciuga gli oceani e sculettando fulmina tutti gli uomini nel raggio di un miglio...
Sta per arrivare la più grande idiozia del nostro Secolo:

“Dovrei? Ma si preoccuperebbe solo. Anche se… Ne ho avuto un altro questa notte. Non è che…“ ma Doris non finì la frase poiché, come fosse in trans, una voce cupa uscì dalla sua bocca e disse
Il mondo sta cambiando.

C’è una luce oscura che sovrasta l’orizzonte,

che porterà grandi cambiamenti.

Lui è tornato!

L’Oscuro Signore è risorto a nuova vita!

E porterà orrori e morte nella vita di coloro che lo ostacoleranno.

Alla fine Doris cadde a terra svenuta. Diamond la portò immediatamente in infermeria e poi andò dal marito per raccontargli tutto.



Doris è andata in "trans", badate, non in "trance", ma in "trans"! E' una transessuale? Doris prima era un lui?
E comunque... l'ultima volta che una zingara mi ha fatto questa profezia ( me ne fanno tipo quindici al giorno...) le ho fatto una risata in faccia. Oggi ho riso alla schermo.
Ma poi... che cavolo di profezia è?!
Se lo sapevano tutti che il Signore Oscuro era risorto! Ne avevano parlato persino poche righe sopra.
C'era bisogno di andare in "trans" per tirare fuori questa genialata?!
Ma va, va, va...
Fatto è che la profezia fa moda.
Dato che Doris le sa e le fa tutte... meglio non privarsi della Cassandrata, neppure se è da tre soldi.

“Lo credo anch’io, tesoro. Vedrò di contattare oggi stesso Albus. Se lui sarà d’accordo, Doris dovrà trasferirsi in incognito. Ho saputo che Lucius è evaso da Azkaban e appena si sarà ripreso verrà a cercarla qui di sicuro. Intanto darò disposizioni a Gigi…” disse Rubens.
In coro: "Tutti a quel Paese, tutti a quel Paese, tutti!"

“Aiutami tu zia! Candice non vuole farmi uscire”
Allarme rosso: ed ora chi diavolo è Candice?!

Il suo gatto, Paco, la raggiunse.

...
......
.........
Paco, Gigi, Candice, Frodo, Lucius Noirette, Diamond, Racheille, Luis, Clopin, Gandalf, Erik, Stephanie, Arwen, Grande Puffo, Sabrina Ferilli, Candy Candy... dimentico qualcuno? Ah, giusto: Doris.

E tenete conto che questo è solo il primo capitolo, cari miei... e di questa solfa ce ne sono ben venticinque!
Ma la vostra commentatrice giura di rimboccarsi le maniche e, forse, presto... conoscerete il seguito. E nella prossima puntata scoprirete di chi è figlio C.J... e di chi è amante Sally Spectra!

Current Mood: creativecreative
Current Music: Beautiful Soundtrack

Dec. 1st, 2004

04:35 am - Ed è subito Mary Sue !

Ero di pessimo umore, così ho pensato fosse cosa buona e giusta andare a caccia di Gemme, infatti, nel Pozzo dei Desideri malsani ho rivenuto questo raro esempio di parodia involontaria.
Comincerò dal riassunto dell’ opera, intitolata : “ Eleanor Caroline Riddle” edita da Enid.
“- Beh, credo che qualcuno di voi che frequentava Ioscrivo e FF.it già conosca questa storia, visto che l'avevo già postata in quei luoghi^^... beh, ora c'è anche in EFP, che oltretutto è un sito molto ben fatto^^... Ciao a tutti! Enid/Niobe/MammaCo”
Sì, il testo mi ha riportata indietro nel tempo, quando non avevo assunto Tigellino, ora al mio fianco, custode di preziosi segreti.
Abbiamo notato la ruffiana pubblicità al sito, autodefinito: “ Molto ben fatto”, neppure fosse il portale ufficiale della strega bionda.
Una propaganda coerente e sottile: se foste artisti, che delle Arti sanno poco o nulla, sarete ottimamente accolti.
M’ iscriverò.
Proseguiamo insieme !
( Sì, dovete proseguire).

“ 1: Capitolo 1 – La figlia del Signore Oscuro”.
La lista della possibile protagonista femminile era ristretta a : la madre del Signore Oscuro, la sorella rinnegata del Signore Oscuro e lo schizzo di sperma del Signore Oscuro.
Ed è subito banalità.

“Sull’espresso di Hogwarts appena partito dal binario 9 e ¾ di King ‘s Cross, Harry, Ron e Hermione stavano cercando uno scomparto vuoto. Non lo trovarono e così decisero di entrare in uno che fosse almeno quasi vuoto”.
Oplà !
L’ incipit breve ed illuminante ci regala le coordinate essenziali per interpretare la novella:
Un’ ammirevole povertà di idee.
Una totale assenza di coerenza.
Il Trio protagonista è orientato al pessimismo della ragione, non per ripiegare su uno scompartimento “quasi vuoto”, ma per la certezza di essere nell’ ennesima, infantile e noiosa storia di eredi occultate del nostro, incorreggibile, Lord.

“Hermione si affacciò ad uno degli scompartimenti dell’ultimo vagone. Dentro c’era una ragazza, sola”.
Se fosse stata saggia, la ricciuta Grifondoro, avrebbe ordinato la ritirata dei personaggi: è una Mary Sue, in tutta la sua baldanzosa e tronfia ingenuità, che tre anni fa era apprezzabile, ma nel 2004 ha l’ afrore di un cadavere in decomposizione.

“Aveva la loro età, circa, lunghi capelli neri e bianchi (“bianchi??” pensò Herm.)”.
Oplà !
Hermione non ha tutti i torti, è stato già raccontato della figlia di Voldie dalla capigliatura corvina e di quella dai fili argentati, l’ Autrice opta per il bicolore, nella suo tragico tentativo d’ essere “ Originale e trasgressiva”, crea il primo stile optical per ragazze. Farà proselite ?
Ed è subito cliché !

“[…]e sembrava piuttosto nervosa, a giudicare da come si muoveva sul sedile, da come guardava fuori e da come si mangiucchiava le dita. Hermione aprì la porta scorrevole lentamente, quel tantino che bastava a far entrare la testa”.
Al via il contorsionismo circense e l’ autocannibalismo rituale, oltre che alla definitiva dipartita della grammatica italiana.
Hermione Jane Granger riesce ad aprire una porta scorrevole quel “tantino” che bastava a fugare ogni dubbio: siamo davanti ad una Mary Sue dalla parrucca scolorita, intenta a mordersi le dita per il grande stress emotivo.
Affascinante visione.

Il tre sventurati entrarono e risposero, la fanciulla, improvvisamente rasserenata, nonché pronta a stupire i lettori, precede lo Sfregiato, con una frase che è leggenda:

“- Sei Harry Potter. – finì la ragazza. – So chi sei…- lo disse con un tono strano, come di scusa”.
My Lord, sono lieta d’ annunciarle che la Vostra diletta pargola: Eleanor C. Riddle s’ innamorerà dello Sfregiato, sarà ardentemente ricambiata, pur conoscendo il Fato ingrato che le vuole nemici ed assassini.
Al termine dei 450 capitoli, la venerata discendente Vostra, sposerà, in abito bianco, il signor Potter, forse avendo nel suo grembo il nobile frutto della loro unione, Voi sarete spirato redento fra l’ amorevoli braccia della Vostra amata creatura, redento ed elegante, non prima di averle detto d’ aver amato la sua rimpianta Madre e l’ Augusta Madre Vostra, a cui ci inchiniamo.
L’ Erede paleserà poteri straordinari: strangolare con i capelli, urinare in piedi, far cadere ai propri piedi il signor Draco L. Malfoy, smascherare i Mangiamorte e catturare Osama Bin Laden.
E sarà pure una brillante studentessa.

“Harry le si sedette davanti e cominciò ad osservarla. La ragazza, Eleanor, aveva gli occhi blu e i suoi lineamenti sottili gli ricordavano qualcuno…chi non l’avrebbe saputo dire”.
Lo dirò io: assomigliava a 3000. 000 altre Auguste figlie / sorelle di Lord Voldemort !

“- A che anno sei? – chiese Hermione.
- Il 5°. – rispose Eleanor.
- Anche noi…sei nuova? – era Ron a parlare.
- Sì…ho studiato da privata finora. –
- E come mai? – chiese Hermione, sempre curiosa.
- Per motivi di…ehm…famiglia.”

Io sempre annoiata ribadisco la seconda regola di codesta fanfiction.
Facciamo un gioco allegro e divertente per ravvivare questa veglia funebre che viene ampollosamente definita “introduzione” ?
Bene, io vi dirò che qualcuno irromperà nello scompartimento, pieno di gaudio e cinismo, ma nasconderò il suo nome, voi, da bravi quiz – dipendenti e sommi esperti di Mary Sue e le sue sorelle, darete un’ identità al misterioso intruso !

“Potterino e la sua banda! – era ***…non aveva ancora visto la ragazza, ma Eleanor aveva visto lui nel riflesso del finestrino”.
Potterino è un vezzeggiativo in voga negli ambienti frequentati dal “Ragazzo senza volto”, la banda di Potterino era una pericolosa associazione di dementi, ma lo sapevano da anni.

“-Ehi, ma siete in 4, hai un nuovo elemento nella banda, Potter? – Eleanor si era girata verso il finestrino per non farsi vedere in viso da ***. – Beh, si può sapere chi sei? – chiese, sprezzante”.
Ritorna il tema della “banda”, del branco, del gruppo di individui privi di personalità.
E qui c’è il primo colpo di sonno.
Intendevo scrivere “di scena”.

“Eleanor si girò e, quando il ragazzo la vide in faccia, sbiancò. Balbettò qualcosa e uscì senza dire nient’altro”.
Era la sua fedele compagna d’ asilo, con cui aveva giocato al dottore all’ Asilo per “Mary Sues e Malfoy” !
Ribadisco il secondo cardine della storia.
La cronaca si snoda nella descrizione del trance di Eleanor, della nenia del Cappello Sbronzo e culmina con l’ arrivo in Sala Grande.
Harry ed il suo plotone di grifoni scopre, in palese ritardo, che Mary Sue è figlia di Voldie, e la giovinetta comincia una fitta conversazione con il Cappello Sbronzo, che qui riporto:

"- Tut tut…che c’è, piccola Riddle? – chiese il cappello.
- Non…non mi chiamare con quel nome. – disse Eleanor tra i singhiozzi al copricapo che teneva in testa.
- Non ti piace? –
- Nemmeno un po’…io sono Eleanor Caroline, il mio cognome non vuol dir niente. –
- Non è vero…sei figlia di uno dei più grandi maghi d’ogni tempo, discendente di Salazar Serpeverde…e effettivamente nessuna casa s’adatterebbe a te meglio di essa. –
- No, ti prego…non voglio diventare una Serpeverde. –
- Perché? Ti accompagnerebbe lungo la strada del potere, la casa del tuo avo…perché no? –
- Io non voglio diventare come mio padre. –
- Ah, no? –
- NO! – Eleanor singhiozzava, mentre il cappello parlava.
- E dove vorresti andare? –
- Dovunque ma non là! –
- Beh, vediamo…non capita spesso che dia retta agli esaminandi per decidere in che casa sistemarli, ma per te…potrei fare un piccolo strappo…- si mise a ridere, il cappello, alla parola strappo – E va bene…ma giusto perché mi hai commosso…nessuno s’era mai messo a piangere come te qui sotto, ma hai avuto un bel coraggio a dirmi queste cose…allora…GRIFONDORO!”.
Io ho avuto il pietoso coraggio di risparmiarvi 32 facciate Word di questa solfa e vi domando maliziosa: il Cappello Sbronzo ha fatto un errore, infatti, un altro personaggio odioso aveva mendicato una Casa differente a Serepeverde… Chi ?
La piccola Riddle arriva al tavolo dei grifoni, applaudita dai rintronati gemelli Weasley e chiacchiera allegramente con quegli spocchiosi palloni gonfiati, lo Sfregiato annuncia, in tono da Madre Teresa:
“Eleanor…non c’è bisogno che tu abbia tanta paura. – le disse Harry – qui nessuno ti giudicherà dal tuo cognome. E comunque non c’è bisogno che tu ci spieghi niente, finché non ti sentirai pronta”.
O perbacco ! Il signor Potter non desidera spaccare la testa ai parenti di Lord Voldemort ?
Ha veduto il magnifico spot della Telecom ?
Oplà !
Indovinate chi rompe la tenera armonia del momento ?
Sì, lui e qui vi trascrivo la ramanzina della nostra eroina, una predica da Domenica mattina in Chiesa:
“Draco. – disse con fermezza Eleanor – Tu dovresti stare zitto…i tuoi genitori dovranno fare una bella faticaccia per riguadagnarsi la fiducia di mio padre dopo che l’hanno rinnegato per salvarsi da Azkaban, no? Siamo stati comandati dalla maledizione Imperius, dissero allora…però appena è tornato gli sono corsi incontro, vero?… – tutta la tavolata di Grifondoro si voltò all’udir quelle parole…mio padre…Eleanor aveva detto proprio così. Il cuore di Eleanor perse un battito quando s’accorse di essere stata sentita da tutti. Per un tempo che sembrò infinito nessuno aprì bocca. Nemmeno Malfoy, che la apriva, in genere, anche solo per darle aria”.
L’ Autrice dovrebbe dare ossigeno al cervello.

Gli astanti si producono in un’ interminabile balletto di cortesie e banalità, di cui citerò dei passi particolarmente emozionanti:

“Parola d’ordine. –
- Lago d’inverno. – disse Hermione”.



“-Solo poche parole. – disse Eleanor – È vero, sono figlia di Tom Riddle. Mia madre era una strega e lui…insomma, e poi nacqui io. Mia madre è morta un mese e mezzo fa, e così Silente ha deciso di farmi venire ad Hogwarts. Tanto più che ora che quell’uomo si è risvegliato non so cosa voglia farmi…forse uccidermi, o forse mi vuole dalla sua parte. Silente ha pensato che fossi al sicuro, qui.”


Cosa significa: “ … Insomma, e poi nacqui io” ?
Da segnalare il risveglio del Lord Addormentato, che farà scuola.
“-Ragazzi, basta! – era stato Ron a parlare. – È una Grifondoro e tanto basta!”.
Bravo, Weasley, basta.

Nimue

Current Mood: lazylazy
Current Music: "Bette Davis ' s eyes"

Nov. 14th, 2004

03:04 am - Quotes.

Un piccolo dono per il nostro soave cigno nero, Lilith, colei che mi è cara perché sa essere la persona più dolce e la più delicata, al tempo stesso, la più determinata che abbia conosciuto; e qui sono sincera, mi sei mancata.

L’ omaggio virtuale va all’ Autrice Ignota, resasi creatrice di queste due gemme la cui luce mai sarà obliata:
“ Una Vergine Nera è per sempre”.
- DeBeers o l’ Arcangelo Michele che si consumò di passione per Lord Voldemort ( e come non capirlo ).
“ Ginny iniziò il suo tirocigno”.
- Tigellino, chiama la protezione animali.

“Anche un paio delle cose che mi hai fatto tu ieri sono molto illegali in certi paesi, sai?”.
Da “Crazy.Wild.Beatiful.Diamonds” di Eve.
- Ora che ho saputo che Remus era un indefesso cannaiolo moralista posso dire d’ aver veduto tutto nella vita e morire felice. Grazie Eve, grazie Viv o come diavolo si chiama la tizia di turno.


“… le cose belle sono effimere.”
Da “ E leggi sopra”.
- Questa frase è l’ ennesima prova che nel racconto non vi fosse nulla di esteticamente gradevole; tanto meno lo stile di scrittura o gli abiti utilizzati come tappeti per le stanze da letto.

”stavo pensando… come mai uno bello come te, che aveva addirittura un fan club a scuola, ed era adorato da uno stuolo di ragazzine, beh, mi chiedevo come mai ti sei messo con me, cioè, io sono un maschio”.
Da “Amore e Odio” di Georgia Lupin.
- Giusto, professor Lupin, me lo chiedevo pure io da un paio d’ anni… Signor Black, cosa può dirci ?

</i>”…lei abusò del mio piccolo corpo, e non fu l’unica volta, dopo quella notte, appena mio padre usciva di casa, mia madre veniva da me, però ero bravo, mi aveva istruito bene…”</i>
Sirius Black racconta lo stupro subito a 6 anni dalla madre in “E leggi sopra”.
- Il nano con una lattina nei pantaloni, che non dimenticheremo con facilità…

”…cominciò a leccare il rivolo di sangue che fuoriusciva delle natiche del moro, che ancora piangeva disperato…”
Lucius Malfoy a Severus Piton in “Sbagli e Rimpianti” di Georgia Lupin.
- Grazie all’ intervento del Ministro Sirchia scoprimmo i più oscuri pericoli dello sfintere, e poi Bottiglione fu traviato…

“Cercava di togliere la sporcizia che sentiva essersi accumulata sulla sua anima, una volta così limpida, mentre ora avvolta dalle tenebre più fitte, marchiata a fuoco dalla vergogna a cui non si sarebbe mai più sottratta”.
Da “ The Little Scarlet Rose” di LadyofDarkeness.
- Un piccolo spoiler sulla vita segreta di Rose, una frase malinconica, che tenta di raggiungere la grammatica italiana, ma fallisce miseramente.

Ricordate: Draco Malfoy, ricco imprenditore, è in realtà omosessuale.
Al lovoro, mie prodi !

Current Mood: creativecreative
Current Music: "The Man on the Moon" R.E.M.

Oct. 18th, 2004

10:35 pm - ... E alla fine arriva Lord Voldemort

Questa Gemma ha richiesto lo sforzo congiunto di : Nimue, Mrs. Black, Rose, Tigellino e Dama Verde.
Siamo stati unite ed alla fine il nostro Lord ci ha concesso la grazia più alta.
Fatevi forza e provate a leggere.
“Una notte e forse mai più…”
Nimue : Quale sentimento affiora nel tuo cuore, alla lettura di codesto titolo ?
Mrs. Black : Che siamo alla Fiera Delle Banalità?
Bignami su come cominciare una fic?
Nimue : O…Tigellino ha portato saggiamente quattro catini capienti di ceramica dipinta a mano, venticinque lacrimatoi di cristallo intarsiato e asciugamani in lino.
Mrs. Black :serviranno se il titolo preannuncia il contenuto
Nimue : Immagino di sì ho la sensazione che questo meraviglioso testo ci darà soddisfazioni
Mrs. Black: bene bene ^_^
Nimue : A tuo parere siamo sadiche o masochiste ?
Mrs Black : metà e metà, però più tendente al sadico
Nimue : Concordo, perciò passiamo all' introduzione del capolavoro ivi presentato :

“Accidenti a te, Potter! Per colpa delle tue bravate hai finito per far punire anche me!!”
Nimue : La lirica iniziale, non ti rammenta la poeticità del rapporto amoroso e sessuale che agita i due protagonisti ?
Mrs Black : che bell'inizio da fotoromanzo di Grand Hotel
“Finalmente quell’idiota del custode ci ha lasciati liberi, sono le due di notte! Mhhh, però, sarai anche un imbecille ma devo ammettere che sei proprio carino tutto sudato e accaldato per lo sforzo
Mi fai venire certi pensieri…perché non vieni da me, magari potrei offrirti qualcosa da bere e poi chissà, una cosa tira l’altra… “
Nimue :E' strano, non riesco ad immaginare Lucius Malfoy che frequenta gli stessi corsi di James Potter, è un pregiudizio da overdose di HP Lexicon ?

Mrs. Black : Concediamo all'autrice il beneficio del dubbio, parecchi sbagliano.... Però che si ignori perfino il carattere dei protagonisti....Lucius che pensa a quel modo, ma dai

Nimue : Ti riferisci a Lucius che si... Uhm... Sofferma sul afrodisiaco afrore emanato dal Potter sudato come un suino ?

Mrs Black : Svilisce l'uomo in generale...Non é che tutti pensino 24 su 24 a “quello”.
Nimue : L' amore muove il Sole e altre stelle, questo capolavoro trasuda sentimenti delicati da ogni lettera, a me pare di inalare già l' olezzo di ascella.
Mrs Black : ..mai sentito parlare del ''giusto mezzo''? Ok che non dobbiamo farli comportare come ragazzetti effemminati, ma da lì a questo vortice di ormoni! Che siano sotto l'influsso di qualche strano incantesimo.

“Mi fai venire certi pensieri…perché non vieni da me, magari potrei offrirti qualcosa da bere e poi chissà, una cosa tira l’altra…”
Mrs Black : Lucius é così ricco da avere una camera tutta sua O_o?
Ma non hanno un dormitorio comune ad Hogwarts?
Nimue :Certo, Silente concederebbe sicuramente un permesso speciale al caro Malfoy.
Mrs Black :Ah, adesso scopriamo che Malfoy ha un appartamento tutto suo, grazie all'infinita conoscenza del mondo 'potteriano' dell'autrice ^^
Nimue : Fosse soltanto quello ! Cosa sottintende la Scrittrice con "Una cosa tira l' altra "?
Un piacevole gioco delle parti ?
Mrs. Black : L'Autrice vuole introdurci nella sottile psicologia maschile: 'ti offro da bere e ti salto addosso"
Nimue : Ammetterai che è verosimile, Mrs. Black.
Mrs. Black . certo che sì....

”Questa notte e forse mai più
non mi dire frasi come non lo faccio mai
non sarò di certo io a cambiare ciò che vuoi

Cosa c’è, mio piccolo Grifondoro? Vuoi tirarti indietro?”
Nimue :James quanto era alto ?
Mrs. Black : E soprattutto, quanti anni ha?
Nimue :4 anni, da come si comporta e sono comulativi con quelli dell’ Autrice
Mrs Black : avrei detto 2....
“Eppure ho visto come mi guardavi, divoravi letteralmente il mio corpo con gli occhi, causandomi brividi di piacere lungo la spina dorsale…mi è sempre piaciuto essere adorato…come sarebbe a dire?”
Mrs. Black : Davvero l'Autrice crede che basti così poco a far rabbrividire una persona?
Ma se poi dice che Lucius ha avuto un sacco di esperienze...
Questa incoerenza mi sgomenta....
Nimue : Io sono sgomenta al pensiero che si usino ancora termini talmente vetusti per rappresentare la passione sessuale, siamo nel 2004 e la nostra Letterata scrive come se fosse negli anni '40.
Mrs. Black : Cerca di calarsi nella mentalità del tempo?

Nimue : In tal caso è un genio, io non riuscirei a vergare una siparietto da rivista pornografica, che i nostri avi nascondevano in bagno
Mrs Black :Eh, forse iniziamo a cogliere l'insita genialità di questa fic O_o?
Nimue : L' importante è non farsi contagiare dal talento della Somma Fan- Fiction Writer.
Mrs. Black:Non vogliamo certo che il mercato s'inflazioni...Anche se mi si lasci dire che questo prodotto é dozzinale, magari l'Autrice ha fatto una svendita del suo talento....
Nimue :Non è la sola a svendersi, leggi cosa ha scoperto il buon Lucius !

“Non fai certe cose perché sei legato a quella mezzosangue della Evans? Ma non farmi ridere, so perfettamente che tu e quel cerebroleso (non è vero, Siriuccio mio!! NdA) di Black appena potete non esitate a chiudevi nella Stanza delle Necessità per fare i vostri comodi!”
Mrs. Black :SIRIUS NO O_O! L'Autrice non conosce la regola dell'Amico, oppure ha visto troppe volte “Cruel Intentions”e crede che il mondo giri veramente in quel modo!
Nimue : E'... E'... Risaputo ! Il povero Remus non era il solo a beneficiare della vivacità del cagnone dei Grifi, è Lily pare fosse l' amante del nostro Lord, quindi il loro fu un matrimonio di copertura come in "Orgoglio". Capisco perché "La stanza delle Necessità " abbia questo nome, dici che il Barbagianni l'ha voluta apposta ?
Mrs. Black : Per farci i suoi comodi con Minnie, anche questo é risaputo.
Liberale com'é avrà anche capito quali sono le vere "necessità" dei suoi studenti...
Nimue : Perché nel mio liceo non avevamo un angolo quieto per fornicare ? Un preside babbano e bigotto ?
Mrs. Black :Che i presidi liberali si trovino solo nel mondo della magia?
Nimue : Oppure dobbiamo dedurne che nel mondo fatato dell' Autrice sia tutto a misura di copulazione, madri incluse ?
Mrs Black : Si sa cosa fa girare il mondo...(oltre ai soldi)

“Come vedi ho buoni informatori…ti faccio schifo perché sono un Serpeverde, anzi IL Serpeverde, l’aspirante Mangiamorte per eccellenza?”
Mrs. Black : Ricordiamo che a scuola c'era anche Bellatrix.
Ma se poi gli fa schifo, perché ci va a letto...Questa incoerenza comincia a farmi piangere ç__________ç
Nimue : Bellatrix non aveva di meglio da fare che spiare i tanti gay ? Anzi, non le sarebbero bastate le 24 ore per seguirli tutti, avrebbe dovuto possedere una Giratempo !Forse era Peter ...
Mrs. Black : O Remus in cerca della prova per incastrare lo ''spargiseme a tradimento'' alias Sirius.
Nimue : Uhm... Una telenovela appassionante, anche l' amore/ odio di James per Lucius, vero ?
Mrs. Black :Si ritorna sullo straziante tema che amore e odio sono due facce della stessa medaglia, gli insegnamenti morali di questi drammi televisivi é strabiliante....
Nimue : Pare che ai giovani piaccia questo trionfo di omessualità con banalità da soap- opera !
Mrs. Black : poi ci si chiede perché lo slash sia un genere così svalutato....Certo ci si sforzasse di scrivere senza stereotipare....

“Può darsi che io sia questo, ma prima di tutto sono un uomo e riconosco il desiderio che trasuda dalla tua pelle, come riconosco e accetto il mio…e forse non è solo desiderio ciò che offusca i nostri occhi”
Nimue : Un uomo che parla come Scarlett O' Hara ? I loro occhi sono offuscati dall' Erbapipa fumata dall' Autrice =_=
Che schifo, ma cosa usciva dai pori di James Potter ?
Mrs. Black : Da quanto non si lavava?
E soprattutto, erano stati puniti dopo un controllo anti doping?
Nimue : Può essere, ma che razza di stimolante dà un effetto "checco-arrapato-melodramamtico"?
Mrs. Black : Qui mi sa che c'é sotto Snivellus, che in realtà voleva Potter tutto per sé....
Nimue : La gelosia è davvero una brutta bestia. Sei commossa ?
Mrs. Black : Dentro di me si stanno agitando emozioni che non riesco a riconoscere....
Nimue : Chiamo Tigellino ?
Mrs Black : Tigellino ç_________ç
Tigellino : "Arrivo, signore, lacrimatoio, catino ed asciugamano, serve altro ?"
Mrs. Black : No grazie...Spero.
Nimue :Sì la testa dell' Autrice su un piatto d' argento, per favore
Mrs. Black : Beh, quella se si potesse avere...Non ci sputerei sopra...
Tgellino : “ Provvedo subito “.
Nimue : Sei misericordiosa, Mrs. Black, io forse uno sputo lo lancerei.
Mrs. Black :Il mio sputo é troppo prezioso per essere sprecato su pelle impura....
Nimue : E’ vero, ci basterà averla per mostrarla ai nostri figli.
“ti ho sempre ammirato per il tuo carattere deciso e gentile ma con una vena di crudeltà o meglio di mancato senso dei propri limiti…e tu?”
Mrs. Black : Dottor Malfoy, da quali sorgenti lei suppone che il carattere del giovane Potter si possa vedere in codesti termini?
Nimue : Io penso che Potter sia stato un povero deficiente, signor Malfoy, Piton ha esagerato con quella pozione.
Mrs. Black : Talmente fatto da mettersi anche a filosofeggiare...
Nimue : Desolante.
Mrs. Black : Un tale aggettivo associato a Lucius Malfoy...In quali miracoli riesce l'autrice.
Nimue : In quale stato sarà stata l' Autrice mentre aveva l' ispirazione ?
Mrs. Black : Probabilmente ella stessa aveva provato la pozione di Piton..
Severus, sei proprio stato cattivello....

“Hai trovato qualcosa che ti piace in me, nel mio animo?”
Nimue :Piton colpisce ancora.
Mrs. Black : Ma io ero convinta si trattasse solo di sesso! Tu no, James?
Forse l'Autrice non é riuscita a far penetrare il messaggio...
Nimue : Farà penetrare ben altro, mia cara .

“Se non fossimo nemici su ogni fronte, se non combattessimo la stessa guerra da fazioni opposte…credo che potrei chiamare il sentimento che provo per te ‘amore’.”
Nimue : Se non fossi raffinata sapeste come definirei codesto testo.
Mrs. Black : Carta straccia
Giusto per rimanere raffinati?
Diciamo "Se io non fossi Lucius Malfoy e tu non fossi James Potter"Mi suona comunque molto di plagio shakespeariano…
Nimue : Vuoi aggiurgerti agli sceneggiatori di "Elisa" e alla scrittrice di "Ambrosia d' amore ?
Mrs. Black : Ma accontentiamoci di “Incantesimo”.
Nimue : Uno modello alto per l’ Dotta.
“Ma non me lo posso permettere e neanche tu…adesso vieni con me…”
Nimue :Prepariamoci, sta per sgorgare la fontana... Della passione !
Tigellino : Preparo i catini.
Mrs. Black : Quest'ultima frase a doppio senso...Sarà voluta?
Nimue : Stiamo accusando gli stessi sintomi dell' Autrice, Mrs. Black, ed ho paura, ma non mollerò adesso, voglio venire anch' io !


Come vedi siamo qui, chi l'avrebbe detto mai
questa notte è stata scritta per noi
una notte e forse mai più
ma non te ne pentirai
e fammi vedere chi sei...

Ti piace la mia camera? Io la trovo perfetta per quello che stiamo per fare, una piccola e morbida alcova solo per noi
Mrs. Black :Sarà stato giovane anche lui....
Nimue : La Bowling non la pensa così in merito.

Mrs Black: E' nato vecchio?
O é sempre esistito?
Nimue : A questo punto è nato scemo
Ma non perdiamoci su riflessioni filosofiche su Silente, ed apprezziamo questa scena da film porno offertaci dall'Autrice.....


Chi l’ avrebbe mai detto Malfoy e un Potter che si accarezzano dappertutto, senza pudore…

Nimue :Negli ultimi tempi ne vedo parecchie...

Mrs.Black : Già, chi l'avrebbe detto! I giovani di oggi...Ma ora Silente mi sente....

questa sarà la nostra unica notte insieme, non potremmo mai costruire qualcosa di duraturo, ma serberò il ricordo nel mio cuore per sempre…avanti spogliati, non ti farò pentire di aver accettato il mio invito…


Mrs Black : “Amore spogliati, come sai fare tuuuuuuuuuuu..."
Lucius che offre favori sessuali, dove andremo a finire...Dove, mi chiedo.
E poi se é solo sesso, mi si può spiegare perché filosofeggia?
Nimue : E’ una tecnica per stordire James
Mrs. Black : A che bassezze si arriva.... Il cervello di Jamie non può certo cogliere queste cose....
Nimue : L' importante è che colga altro, ma temo abbiamo compreso, vero ?

”Non facciamo niente di male siamo uguali io e te
Abbiamo solo una gran voglia di ballare
puoi fermarti quanto ti pare
ma domani arriverà
ed ognuno per la propria strada andrà

Ancora non sei convinto? Ti credevo più avventato…fidati per una volta, non stiamo tradendo niente e nessuno! In fondo se ci pensi bene siamo uguali io e te, entrambi in cerca di fama e notorietà, belli e osannati”.
Nimue : Comincio a non capirci niente, ma non fanno sesso ?
Mrs Black : L'incoerenza regna sovrana, lo dicevo io...
E poi paragonare Lucius a James?
Che insulto!
“…ora vogliamo solo ballare e ancora ballare, unirci e ricominciare un’altra volta fino a che questa lunga notte lascerà il posto al mattino”.
Nimue : Questa frase ha una spiegazione narrativamente logica ?
Mrs. Black : L'Autrice vuole ricordarci che dopo la notte viene il mattino?
Casomai le precedenti righe ci avessero fuso il cervello?
Ed introdurci a nuove pratiche sessuali?
Nimue : Che danza si pratica a letto ? Tango? Mazzurca ? Minuetto ?
Mrs. Black : Salsa, per dare il giusto ritmo?

“Fermati quanto vuoi, accontenterò ogni tuo perverso desiderio perciò chiedi senza farti scrupoli, domani tutto finirà e torneremo a essere i Lucius e James di sempre, acerrimi nemici a scuola e fuori”.
Nimue : E' una gara di ballo, a quanto pare.
Mrs. Black : Attività ludiche organizzate da quel libidinoso di Silente, suppongo....
Nimue : Hai genitori che raccontava quel cadente pervertito ?
Mrs. Black : Che gli insegnava a loro i valori dell'amore e della pace...Magari cercava l'approvazione dei "figli dei fiori".
L'Autrice ci riporta alla mentalità del tempo...(ma prima non era pudica?).
Nimue : L’ abbiamo malgiudicata

“Merlino, che spettacolo…il Quidditch ha modellato squisitamente il tuo corpo, non sei più l’undicenne magrolino del primo anno, ora al suo posto c’è un giovane maturo e muscoloso…”
Nimue : Vi prego, lasciate stare almeno il povero Merlino. Da notare “squisitamente “ *O*
Mrs. Black : E il Merlino? Che imprecazione "squisitamente" sottile....
Nimue : L' osservazione sul fisico di James non è "squitimante" femminile ?
Mrs Black : Sì, penso che Lucius non disquisirebbe sul corpo del Potter...Ma poi maturo in che senso?

Nimue :Sodo come il sedere della mortedella, desumo, data la classe della mia nuova protetta
Mrs Black : Mh, sono troppo vecchia per questi nuovi vocaboli...

“…Quando anche gli ultimi indumenti cadono a terra ci ritroviamo nudi ed eccitati, non resisto più e ti spingo sul letto, salendoti a cavalcioni. La mia erezione incontra la tua e un mugolio sfugge dalle tue labbra …”
Nimue sorretta da Tigellino s’ allontana per una crisi convulsa di risa e conati di vomito, lasciando Mrs. Black alle prese con l’ orrore.
Mrs. Black : Gli indumenti che cadono a terra da soli...Lo voglio conoscere anche io questo incantesimo...Perché loro "si ritrovano nudi", quindi l'Autrice ci fa intuire che non sia una cosa voluta...
Nimue : I vestiti si saranno polverizzati.
Mrs. Black : Oppure sono stati liquefatti dal sudore di James...
Tigellino : in qualità di uomo, domando alle mie signore come due erezioni si incontrino".
Mrs. Black : Sbattono una contro l'altra? Ma non si fanno male?
Nimue: Lucius è sopra James, il che mi fa pensare che Potter abbia delle mutazioni genitiche all' apparato genitale.Poi si sono presentate le erezioni ?
Mrs. Black : Vista l'educazione delle persone a cui apparttegono, già é miracoloso che non si siano insultate...
Nimue : Le zone intime magiche parlano ed hanno vita propria.

“Me ne impossesso con voracità, quanto tempo era che desideravo farlo!”
Nimue : Una confisca dei beni.
Mrs Black : Voracità...Che é cannibale?
Nimue : No, hanno sete, e ti spiego perchè, leggi giu.

“Mi accogli immediatamente nella tua bocca e io ti invado gustando il tuo calore e il tuo sapore”.
Mrs Black : Che gusto ha il calore?
Nimue : Quello del sudore di Potter.
Mrs. Black :Disgustoso...
Nimue : Sì, ma era un casto bacio, Mrs. Black, non pensare male.
Mrs Black : Io che penso male...Quando mai....
Nimue : Hai idea di cosa abbia afferrato Lucius ?
Mrs Black : Non voglio espimermi....
“Mi perdo nei tuoi occhi nocciola, così caldi ed espressivi, tanto che riesci a prendere il controllo della situazione e a ribaltare le posizioni”.
Nimue : Abbisogno di traduzione.
Mrs Black : E' così perso negli occhi nutellosi di Jamie che quest'ultimo ne approfitta per mettersi lui a cavalcioni di Lucius...Ma come fa, con la sua malformazione?
Nimue : Penso che James gli dia le spalle a questo punto, altrimenti la copulazione è difficoltosa.
Ah... Gli occhi sono caldi ?
Mrs. Black : Ma abbiamo già appurato in altre fic che gli occhi godono di vita propria...Quindi potrebbero anche essere caldi, chi lo sa....
Mrs. Black : invece l'Autrice ci fa sapere che era una cosa comune nel mondo magico...

“Adesso sono io che giaccio sotto di te, sento le tue mani fra i miei capelli e le tue labbra sul collo…mhhh sì continua, proprio lì, tra il collo e la clavicola…”
Nimue : Il libro di autonomia che ha studiato erastato vergato da un bambino che giocava al chirurgo.
Mrs. Black : Oppure Potter ha la lingua da camaleonte....
Nimue : Era Ramoso, non Linguoso.
La madre di Nimue : Cosa stai leggendo ?
Nimue : E’ per la scuola.
Mrs. Black : Scopriamo nuove ed eccitanti qualità del nostro Potter...
Nimue : E’ l’ uomo dei miei sogni !

“…bruscamente ti sposti passando ai miei capezzoli, facendomi dapprima sospirare di delusione e poi gemere per l’esplosione di piacere che avverto sul petto…”
Nimue : Qualcosa non torna : James sofre di eiaculazione precoce a 16 anni ?
Mrs Black : O Lucius ha qualche malattia al cuore?
Nimue : Chi dei due è… Esploso ?
Mrs Black : come ha fatto ad arrivargli sul petto? Magari era dentro...
Nimue : Dentro a cosa ?
Mrs. Balck :Al petto di Lucius ^^
Nimue : Visto la mutazione genetica di Potter può darsi.
Detto fra noi, perché in queste storie gli uomini hanno i capezzoli sensibili e turgidi come quelli di Moana Pozzi ?

“Sei piuttosto bravo ma voglio essere io a comandare!”
Nimue : Tigellino, il catino, presto !
Mrs. Black stravolta : Uh… La passione sadomaso.
Nimue : In qualità di domina in cuoio con frusta e manette, oso riprenderti : Lucius essendo passivo non può dominare.
Mrs. Black : Ma si sa che l'Autrice ama l'incoerenza.
Nimue : Le dovrò insegnare le regole basilirari della Storia, dell' Anatomia, della Fisica e della Grammatica.

“…Ti lascio fare per un po’, fino a quando sento che sto per perdere il controllo, quindi ti fermo e mi libero dalla tua stretta inebriante.”
Nimue : Quanto puzza James Potter !
Mrs. Black :Questo olezzo disgusta pure me....



“Mi posiziono fra le tue gambe, carezzandoti con lentezza l’interno coscia. Voglio sentirti gemere il mio nome, prima di continuare.”


Perché Malfoy vuole sentire Linguoso miagolare ?

Mrs. Black : Manie di grandezza...Oppure l'incantesimo gli ha fatto dimenticare come si chiama e lo vuole sapere da James?
Nimue : L' odore di James fa la sua parte in questo smarrimento di Malfoy.
Mrs. Black : Non lo biasimo, povero Lucius.

“I tuoi ansiti si fanno sempre più forti, so cosa vorresti che facessi e lo farò, stai tranquillo…ho solo bisogno di sentirmi pregato, qualche volta la mia parte Serpeverde prende il sopravvento su tutto il resto”.
Nimue : Aprite la finestra James ha un' attacco d' asma !
Mrs. Black ma la parte Serpeverde cosa pretende ?
Mrs Black : Ma la parte Serpeverde qual'é?
Gode di vita propria anch'essa?
Nimue : No, è la seconda personalità dell’ Autrice, perché Non mi risulta che il nobile Fondatore della Casa amasse sodomizzare il prossimo.

“…finalmente un tremulo ‘Lucius’ scivola dalla tua bocca e la tua mano impaziente mi afferra per i capelli e mi spinge verso la tua erezione.”
Lord Voldemort, con dolcezza, invia a Nimue ed a Mrs Black, Rose come aiutante, Tigellino s’ attrezza.
La generosità del nostro mentore non ha limite e ben presto arriva anche la Dama Verde, Tigellino è disperato, ma solo stringendoci a corte vinceremo.
Rose : ma non capisco la funzione di 'Lucius?
Nimue : Fosse solo il tremulo ad non avere una funzione, amiche mie.
Rose :Tigellino, meriteresti un aumento
Mrs. Black : Poeceretto, già gli abbiamo causato uno scompenso con questa fic....
Nimue :io faticherò a riprendermi, figuaratevi lui

Nimue medita vendetta e prosegue:
“Adesso non mi faccio pregare e la circondo con la bocca, gustandone il sapore”.
Rose : Manca il complemento oggetto, tra l'altro
e spero vivamente che non sia quel che penso!
Nimue : Non può essere…

Dama Verde sviene.

Nimue : E’ la lingua di James.

Rose : Involtini di lingua di cervo alla Lucius in salsa piccante.
Nimue :Non mi piace la cucina magica, grazie, preferisco il salame di Mannaro.
Mrs. Black sviene, ma Dama Verde ritorna a noi.

“Ormai sembri capace di ripetere solamente il mio nome in tono vagamente isterico e così rapido che le sillabe si perdono in una roca cantilena…’Luciusluciusluciuslucius…’ è così dannatamente eccitante tutto ciò!”
Nimue : James fa progressi presto saprà dire “Mamma” e poi almeno qualcuno trova erotico lo sgorbio.
Rose : la cosa più eccitante, è la leggera isteria di James oltre che Cornuto, è anche una checca isterica, con tanto di certificato!
Le ragazze sono commosse.

“I miei movimenti ora variano di intensità, mi piace farti soffrire mentre rimani inappagato. Poi però decido di accontentarti, di darti quello che vuoi”
Rose : Lucius sadico, James masochista, ma non abbastanza. visto che poi lo accontenta.
Mrs. Black : La sopraccitata pozione di Piton da anche poteri di telepatia O_O
Nimue : Lucius ha imparato i trucchi da Domina sexy da me !
Rose : Peccato ! Avrei preferito che portasse il Cornuto via da questa valle di lacrime...
Nimue : Una vera Domina concede il piacere ed il dolore alternativamente, Rose.
Rose : Resto del parere che l'unico cervo buono è quello arrosto
Nimue : Concordo, il mio era un discorso generale

“…vieni nella mia bocca inarcando la schiena e non posso fare altro che inghiottire la tua essenza come se fosse ambrosia, la bevanda degli dei”.
Un coro gorgheggia : Oh… My Lord !
Nimue : La sintassi va a Babbane.
Rose : Tigellino!

Mrs. Black : Che sottili metafore...Sto male...Tigellino, passa anche da me!
Rose : E poi anche da Lucius, se non ti spiace, la naturale conseguenza di questa pratica sono i conati !

Nimue : Lucius sembra amare quel nettare
Mrs. Black : Come il sudore di James...Feticista!
Rose : Non capisco: se è così, perché ha diseredato Draco, il ricco imprenditore omosessuale? In fondo la sua azienda si occupa dello stesso campo...
Nimue : Perché un maniaco non ama essere scoperto.

Rose : Oppure perché anche lui bramava lo Sfregiato,così come un tempo era arso per l'ambrosia del cornuto?
Nimue : Ha molte calorie l’ Ambrosia ?

Rose : E’ naturale : deve fornire nutrimenti per ben due giorni!

Mrs. Black : Se no come faceva Venere a conservare le sue curve?

Nimue : Devo dirlo a Remus, o diverrà un vecchio obeso.
“Ti salgo sopra e ti bacio, leccandoti le labbra e la lingua per farti sentire il tuo stesso sapore. Intanto decido che è tempo di far divertire anche me, sto letteralmente scoppiando dal desiderio”.
Mrs Black : Di nuovo questi problemi di scoppi improvvisi...Dovrebbe fare un check up....
Rose : deve avere un periodo refrattario alquanto breve!
Nimue : Non è terribile che ne soffra dalla pubertà ?
Rose : può solo essere uno dei tanti effetti della pozione di Severus...
Nimue : Scusate, ma Lucius non era già sopra a James ?
Mrs. Black : Sono confusa...prima c'era stato uno scambio..ma poi @_@
Rose : L’ Autrice, Jo docet, dev'essere un po' confusa sulla questione:
che si sia davanti ad un numero circense di contorsionismo cinese?
“Approfondisco il bacio e le mie dita scivola no fra le tue na tiche, massaggiando la tua apertura per rilassarla”.
Mrs Black : Consiglio di consultare un libro di Anatomia...Come si fa a massaggiare?

Rose : Noto un'abbondanza di spazi, che spezzano sapientemente alcune parole chiave
più che altro, Mrs. Black, è il massaggiare quella
parte anatomica!
Posso capire se si tratta di applicare un unguento per l’ emorroidi, ma... ma... massaggiare per rilassare!
Mrs. Black : Sì appunto...Non si può massaggiare lì!

Nimue : Questo scritto è impregnato di spazi, ma dubito che quelli di un uomo possano essere ampliabili o lubrificabili, il Ministro Sirchia concorda.
Rose : E’anche poco igienico, per dirla tutta.
Nimue :Lucius era abituato a non badare ai batteri, sembra amare cotale angolo della natura umana, e vi si addentra sovente con la lingua.
“È una cosa che richiede poco tempo, ne dovrei dedurre che fra te e Sirius la parte passiva sei tu…strano a dirsi, ma ne posso trarre solo vantaggio, ciò vuol dire che sai come muoverti e cosa fare”.
Un coro intona : “Oh… My Lord !”
Rose : Come fanno le cagne coi cuccioli per stimolarne la defecazione? Che amore !
Sirius... sì, era alquanto attivo in certe cose, spesso ero costretta ad usare un'imbragatura stile "Silence of the lambs"
Nimue : Non dirmelo, Lupin ha ancora delle emoroidi grandi come bolidi !
Mrs. Black : Non tiriamo di nuovo in ballo Sirius...Perché non lo possiamo lasciare fuori da questa storia ç_ç?
“E infatti mi prendi i polsi e poggi le mie mani sui tuoi fianchi, quasi costringendomi a stringerli e a prenderti. Ti penetro con la massima delicatezza di cui sono capace, non voglio vedere lacrime sul tuo bel viso! Devo essere riuscito nel mio intento, un sorriso ferino si disegna sulle tue labbra e lo considero come un segnale per accelerare il ritmo”
Nimue : Sembra una puntata di “SuperQuark”.
Rose : Quel "poggi le mani sui miei fianchi" mi ricorda una canzone: Battisti? Cocciante? Renato Zero?!
Nimue : Ricchioni ?
Mrs. Black : "non voglio vedere lacrime sul tuo bel viso"...Che poesia da Harmony!
Nimue : James piange se gli fai la bua.
Rose : "Una notte e forse mai più" presto in tutte le edicole in "Harmony Gay Collection"
Nimue : Se era già a conoscenza delle esplorazioni dello sfintare tanto male non poteva fare.

Mrs. Black: Diciamo Slash per essere politically correct !
Rose : A meno che Lucius non avesse un "fratellino" a dimensione "Cassandro".
Nimue : Io la chiamo “Porcheria”.

“…le mie spinte si fanno veloci e profonde, sono avvolto dal tuo calore e tutto quello a cui riesco a pensare è a continuare a spingere, a spingere sempre più forte. Quando sento il tuo seme caldo sprizzarmi sul ventre e la contrazione muscolare che lo segue getto la testa indietro, sentendo i capelli appiccicarsi alla schiena madida di sudore, e mi libero a mia volta, facendoti completamente mio”.
Nimue : Sono io a sprizzare qualcosa.
Rose : chi è dentro e chi è fuori?
Mrs. Black : che verbo é "sprizzarmi"?
Nimue : C'è il Buttafuori per controllare evenyuali imbucati senza invito ?
Rose l'Autrice avrebbe bisogno di un ripasso sull'educazione sessuale o d'essere ripassata lei stessa.
Nimue : E' un coito interotto per evitare gravidanze, Rose !
Rose : Non si capiva…un metodo poco sicuroe poi, tutto questo masochismo diffuso fra le slasher...Sia chiaro, non ho nulla contro il Masonismo, ma è il concetto di gravidanza maschile a lasciarmi di stucco.
Dovrebbero pagare i diritti d'autore al governatore della California!
Nimue : Dovrebbero pagarli ai nostri futuri analisti
Mrs. Black : Dovrebbero analizzare l’ Autrice.

“Dopo non resisto più e mi distendo su di te, spossato. Avverto le tue mani che mi accarezzano dolcemente la testa e la schiena e un po’ mi dispiace del fatto che non mi unirò più a te, non sentirò più i tuoi sospiri e la tua dolce voce se non nei miei sogni.”
Mrs. Black : Sono contorsionisti....
Rose : Il famoso contorsionismo cinese.
Nimue : Contorsionismo che ci fa arrivare al 1981
“Mi accontento solo di vedere nel tuo sguardo lo stesso ardore di quella notte, allora neanche tu mi hai dimenticato. Come hai passato questi anni in compagnia di tua moglie e di tuo figlio?”.
Rose : Harry ha solo un anno, no ?
Nimue : Lo chiedi a me ?
Mrs. Black : ma 12 mesi senza Lucius equivalgono ad anni .
Nimue : Saremo noi ad impiegare anni per rimetterci


“Io non mi posso lamentare, sono stato fortunato a trovare Narcissa…ma mi sono sempre sentito incompleto, come se mancasse qualcosa di fondamentale. Solo adesso capisco che quel qualcosa eri tu”.
Nimue : Oh… My Lord !
Rose : E la sua ambrosia
Mrs. Black : Non dimentichiamo il suo sudore.
Nimue : Acido nitrico dalle ascelle.
Rose : Povera Narcissa, chissà quanto ha dovuto sopportare in questi lunghi anni...
Nimue : L' avrà costretta a fare il bidet con la lingua del marito
Rose : A non lavarsi per giorni e giorni, sperando di ottenere lo stesso olezzo di James, ma gli estrogeni hanno un effetto diverso dal testo sterone =_=

Mrs. Black : O dandogli da fumare chissà cosa per offuscare il suo sguardo...

I”mprovvisamente una mano gelida si insinua sulla mia nuca e una voce sibilante mi ricorda ciò che sono venuto a fare. ‘Sì, mio padrone’. Ti guardo per l’ultima volta, mio dolce amore e pronuncio le parole fatali, due parole che squarceranno per sempre la mia anima. ‘Avada Kedavra’. Mentre ti afflosci a terra i tuoi occhi, privi di vita, non si staccano dai miei e posso percepire in essi non rabbia o rancore, ma semplicemente amore, amore e ancora amore. Una lacrima scivola veloce sulla mia guancia mentre mormoro con voce spezzata ‘Perdonami James, ti amo…’”.
Nimue : Vi ringrazio, Mio Signore !
Rose : Tigrellino, il lacrimatoio, presto !
Mrs.Black : Ed un'aspirina...Cosa ci fa Lucius a casa Potter?
Nimue : Lucius Ha ucciso Potter, che colpo di scema !
Rose : "Ognuno uccide l'oggetto del suo amore
da ognuno sia questo risaputo:"
Mrs. Black : Ricorda “X”.
Rose : E’ Wilde ^^



!…finita!! Spero vi sia piaciuta, se sì (e anche in caso contrario!) commentate! Vi dico solo che mentre scrivevo il pezzo hot ero più o meno così >//<"

Nimue : Io ero così ç__ç

Rose : Io semplicemente non sapevo se correre in bagno o rotolarmi a terra per le risate

Current Mood: excitedexcited
Current Music: "L' Aiuola" Grignagni (siamo fini)

Oct. 17th, 2004

02:31 am - Le confessioni di un Centauro goloso.

Altro font per miopi, cioè a fine lettura ti serve una trapianto di cornea.

Tutto ebbe inizio qui, con le frasi che la nostra autrice mette in risalto, sopra il titolo, introducendoci nel dramma del protagonista (e di noi lettori):

<< non posso tornare nella foresta, il mio branco mi ha bandito >>
<< ho accettato di lavorare per il professor Silente. Lo ritengono un tradimento. >>
- Oh, my Lord !
“Esiliato!”
- Il punto esclamativo comunica dolore, angoscia, smarrimento, ovvero i sentimenti nutriti dal povero insegnante di Lettere dell Autrice, quando ha il grande onore di avere tra le mani un suo scritto.’

“Sono stato bandito…
Preso a calci…
Sminuito!”.
- Tigellino, apri un lacrimatoio di cristallo, è un’ occasione speciale.
- Non solo il protagonista è stato bandito e preso a pedate, ma l’ hanno sminuito, cioè sottovalutato, abbassato ( in autorità), come fra gruppi di impuberi che si misurano la virilità.
“Non lo rivedrò più…
Mai più…
Ironia della sorte… ho gli occhi lucidi mentre penso questo…”.

- Ammirate come l’ intensità drammaturgia è espressa in parole semplici, separate da apparentemente inutili punti di sospensione; non siete commossi, emotivamente scossi dalla tragedia vissuta dal protagonista.
Neanche io.

“… dovrebbero essere rabbiosi!!
In fin dei conti è stato lui a scacciarmi…!!”
- Gli occhi si dimostrano in creature senzienti, che vibrano di sentimenti che definirei umani.
Il tormento interiore del protagonista avviluppa il lettore nella disperata ricerca di un beta- reader.

“Lui… il mio amore… non ho più speranze!!
Non ne avevo troppe neanche prima a dir la verità…”
- La speranza permane, era solita dire una dama elica, mio giovane amico, ma comprendo la tua sofferenza che sfocia in un tripudio di punti esclamativi e di sospensione, perché il lettore sappia quanto lo sfogo sentimentale sia terribile e doloroso per noi. E per la lingua italiana.
- L’ amore del protagonista non se lo fila, in termini gergali, ma se lo fa… Scusate ma ho un cuore ed ora palpita nel leggere cotale poema sull’ amor perduto.

“Non mi ha mai rivolto una parola dolce… d’affetto…
Mai…”
- Se fossi cinica potrei osservare che sembra lo sfogo di una casalinga frustrata rivolta al marito che rincasa tardi e vuole la cena pronta, ma non lo farò, perché Tigellino ha sigillato un catino, con la mia Ambrosia delle labbra (poi vi spiegherò).

“Neanche quando facevamo l’amore…
amore…
Meglio sesso…”
- Attività ricreativa, anche, il pathos di cui gronda il capolavoro ha inghiottito un’insignificante “O”.
- La fonte dell’ appassionato mongolo ricalca un fotoromanzo con Costantino come seduttore senza scrupoli.

“Quello non era amore… o almeno non lo era per lui…!”.

- L’ invenzione narrativa è “… !” che sottolinea la condizione del protagonista, e di noi lettori, affranti e un po’ infervorati. Chi col suo amore e chi con l’ Autrice…!
“Ho passato la vita ad inseguire una chimera…
Sciocco ed illuso sono stato…”.
- Tigellino, il lacrimatoio, presto… !
- La seconda frase è farraginosa, ma sono coinvolta, in me c’ è l’ attesa di svelare l’ arcano : chi è l’ amore del nostro eroe ?
( E chi se ne frega ? > n.d.a. Lettore con un I . Q . maggiore al 50).

“Mi odio per questo… profondamente…! Poiché non riesco neppure ad adesso ad odiarlo…”.
- Sì, io non posso odiarvi, però… !
- Odiare se stessi e desiderare una chimera sentimentale, come si può restare impassibili ?
Come possiamo alzare le spalle e bere un sorso di tisana calda, innanzi ad un poema così vivido… ?
Come possiamo spegnere la luce e dare uno sguardo alla gatta che sembra voler mangiare ancora un po’ di pappa ?
- Scusatemi, Eowyn ha fame.
( I minuti scorrono, mentre la commentatrice riscalda una tazza di tè, risponde al SMS del suo amore (…!), si spazzola i capelli, dà una scatolina alla micia, si lava le mani e ritorna al PC).

“Neanche ora che mi ha bandito, scacciato, scalciato, insultato ed offeso…”
- Offeso ed umiliato ?
Mangia cioccolato… !
- Alla luce del riassunto soprascritto capisco che il protagonista è stato proprio preso a zoccolate ( non pensate male) nel deretano… !

“Al momento sono davvero solo…”.
- E’ un invito per i Centuari single ?
- Siamo in un programma per cuori solitari ?

“Certo, ho l’appoggio di Silente e del corpo insegnanti…
(tranne quella sottospecie di rospa)”.
- E tu che sei una checca metà cavallo allora ?
- Ma “lei” chi è ?


“Ma non posso comunque loro rivelareil motivo principale per cui sono in questo stato…
Per cui mi sono chiuso in me stesso e scontroso…”.
- Succede anche a me, ogni mese, ti capisco… !

“Non mi manca il mio “branco”, la foresta o la totale libertà…”.
- Una profondità di testo notevole, la pietra della scuola che reprime la Natura incarnata dal protagonista, la sua evasione mentale dai rigidi schemi regolati dagli uomini, l’ esigenza di fuggire, di raggiungere una forse mai assaporata coscientemente liberta.

“Mi manca scopare con Cassandro!!”.
- Porca Pupazza !!
Perdonate questo sfogo verbale, ma sono completamente assuefatta al clima della storia ivi presentata.


“Io, il puro e pudico Fiorenzo…”.
- … ?
-… !
- !!
- NO COMMENT
- “ Il puro e pudico” Fiorenzo è l’ amante di Cassie ?
- Comincio a capire perché la Foresta sia “Proibita”, chissà quale visione avrà turbato la povera Dolly !

“Cosa penserebbero di me…?!
Diverrei ai loro occhi il più impuro dei libertini, probabilmente…!!”.
- Uhm… No, Centauro goloso !

“Mi guarderebbero come se fossi un aborto di natura!”.
- Anche se leggessero questa poesia sarebbero di medesimo parere… !

“Non un loro pari, già faticano molto a non vedermi come un cavallo malriuscito…”.
- Un Centauro è un Centauro, certo se invece di una puledra sana e vigorosa, sbava dietro a Varenne, tutto si complica… !

“La mia condizione di “ibrido”, come mi chiama quella stupida razzista, non mi avvantaggia.
Ma ora mai non importa…
Non più…”.
- In cosa dovrebbe aiutarti ?
- A fornicare con Cassie ?
- Sono veramente provata… Ho un’ immagine terribile davanti a me !

“Ho preso la mia decisione:
D’ora in poi io vivrò come un’ombra!”.
- Potresti ampliare il concetto ?

“Senza dar fastidio a nessuno consumerò i giorni condcessomi su questa terra..
Senza affezzionarmi più a nessuno!”.
- “condcessomi” è un verbo della antica lingua dei Centuari golosi.
- Le “z” sono in abbondanza per realizzare visivamente il dolore di Varenne… Ehm… Di Fiorenzo.

“Ho sofferto troppo… troppo a lungo!!”.
- Non dirlo ai lettori, sono pronti al suicidio.

“La mia ultima lacrima mi riga il viso…
Non ne verserò più… oramai ho deciso!!”
- “Sono Tigellino : bravo Fiorenzo, la mia Imperatrice riempie catini e lacrimatoi a iosa”


“_…no future…
no future for me…
no future, no future, no future…
For you!!_”.

- E che ci frega ?
____________________________________________________________________________
me lo ha fatto notare ma io ho sbagkliato, la frase che Piton rivolge a Sirius e Remus l’ho scritta
Sbagliata…era così: ”…ma sentitevi…litigate come una vecchia coppia di sposi!” io ho scritto
io ho scritto maritini…
- I maritini non esistono, cara, non qui o nel mondo magico. Ritorna alle api e le farfalle… !

( Il link è stato preso grazie alla generosa segnalazione delle Virtù Malfoy,che ringrazio).

Current Mood: irateirate

Oct. 12th, 2004

02:27 am - Inutile sfarzo

Voglio fare un applauso all’ Autrice di questa gemma, il diamante luminoso e grezzo che vi comparirà sotto davanti : ha asciugato le mie lacrime per la dipartita di Seishiro, l’ amore manga verso cui indirizzo molti miei peccaminosi pensieri.
Il font scelto da questa novella Grazia Deledda è della larghezza di 0,005 mm e della lunghezza di 0,002, perciò la povera Rose, nel tentativo di leggere il testo è diventata quasi cieca, non per pratiche d’ autoerotismo ma per miopia.
Io sarò misericordiosa :
“Gift

I am bleeding joy, still peaceful,
I am waiting for patience
I live something beautiful, just thinking not too fast(...)
(Elisa – Gift)”
Sarò una cinica senza anima ed onore, ma questa premessa pone in me tale arcano : cosa ci sta a fare ?
A noi, che ci frega ?

”Una lenta danza di fiori di sakura che il vento aveva distaccato dai rami con dita tiepide era capace di incantare chiunque, anche una persona il cui profumo era un ormai risaputo tassello della propria esistenza.”
- Mi perdoni signora, potrebbe ripetere e tradurre, perché il suo pargoletto deve averle somministrato qualche tipo di droga allucinogena, parla come Baricco al termine di una canna… Signora ?

“Erano petali fragili, una minima esercitazione di forza sarebbe stata in grado di lacerarli, tuttavia, nessuno sarebbe mai stato in grado di toccare con dita profane quell’incantevole, ingannevole pezzo d’inferno in terra.”
- I petali d’ acciaio sono rari, signora, ascolti me : respiri a fondo e prenda un’ aspirina, davvero, si capisce che non sta bene…
- Come sono le dita “profane” ? Atee ? Anglicane ? Cristiane ? Mussulmane ?
- Solo le dita sono “profane”, il resto della persona non è un’ unità a se stante o dotata di volontà, l’ anima è in un dito.

“Chi l’avrebbe mai detto che una ruvida corteccia potesse dimostrarsi letale, elegante e maligna come una concubina vestita di velluto e con un pugnale nascosto sotto le vesti.”
NO COMMENT
- Scusi, ma il paragone fra albero ( tronco di legno) e una prostituta o leggiadra amante come le è venuto in testa signora?
- Se la concubina fosse stata vestita di seta o lana vi era una differenza ?

“Più in là, un capo bruno affiorava dal profumo di alcuni fiori e una mano di ragazzo si alzava per scostare la frangia dagli occhi e per voltare una pagina del libro che tanto attirava la sua attenzione.”
- Non era un profumo, era una nube tossica, signora ma cosa sta inalando ?
- Mi faccia capire, il giovinetto, prima di tirarle il collo, fa i compiti di algebra ?
- Aveva un ridicolo baschetto suo figlio, eh ?
Come non giustificare il suo gesto ?
“Era abbastanza crudele per adempiere quel dovere, a soli quindici anni. Un bambino. Con la pelle liscia e soffice come seta”.
- L’ ultima parte sembra uno spot per la pulizia dei neonati.
“Si voltò, Seishiro, fissandola, quasi come se i pensieri della donna fossero stati un fremito che avesse percorso tutto il suo corpo, i suoi erano occhi caldi”.
- Signora, gli occhi hanno una temperatura, presumo, ma definirli “caldi” è… E’… Voler rendere poetica anche la digestione. E non riuscirci.
“d’ambra, ma niente avrebbe potuto rendere la sterilità che risplendeva in quelle pupille, asettica e tangibile”
- Adesso per descrivere uno sguardo colmo d’ aridità ci impiega tre facciate Word, senza essere in grado di trasmettere altro che noia.
“ La fioritura a grappoli”.
- Sarà un albero particolare, ma la fioritura a grappoli non è contemplata nella Botanica. Fanno pure il vino da questi fiori o… Si fumano ?
“continuava a discendere sulle seriche pieghe del pallido kimono e ad abbarbicarsi fra i lunghissimi capelli di lei, neri come la notte infinita che, da secoli, circondava il suo clan”.
- Ha letto il Bignami della Poesia regalato con “Top Girl” ?
- Dov’ è l’ essenza della storia ? Il suo senso ?
- Leggo parole a caso, senza passione, senza emozione, uno sterile, inutile esercizio di stile. Inutile.
“Sebbene il sangue macchiasse spesso e abbondantemente le mani della gracile serva del Ciliegio, lo sguardo aveva ancora l’umida lucentezza di una neonata, utile per occultare il marmo che giaceva nel profondo di quell’espressione”.
- E chi era ? Galatea, la statua che fu resa donna ?
- Che umidità c’è negli occhi di un neonato ? E come può essere lucida questa umidità ? O essere umida questa lucentezza?
- Ma le parole sono messe a caso ?
“Le labbra tinte di rosso avevano quasi intenzione di modellarsi a chiamare l’amato bene nuovamente immerso nella sua attività di lettore, ma si ritrassero con esitazione”.
- L’ amato bene, era dal 1910 che non sia aveva memoria di tale vocabolo, anzi con esso ci denominano le parti intime.
“E’ la persona di cui più desidero la felicità… Sacrificarmi, cosciente dell’unilateralità di questo mio volere... “.

- Lei sarà cosciente, ma chi ha scritto questa noiosa farsa spacciata per aulica poesia impressa nella prosa non lo era di sicuro.
“Amarezza, suppose. Le salì dal profondo nel dovere sottostarsi alla regola del cuore di Seishiro precluso a lei in qualunque modo”.
- Suppose amarezza da che ?
- Un figlio che le è distante, dove non c’ è amore : questo capolavoro emotivo me lo spighi così ?
“Incrociò le mani in grembo e si concentrò sul piccolo fiore intricatosi fra le dita sottili, le quali lo afferrarono per sgualcirlo in un misto di tenerezza e odio verso il destino a cui lei e suo figlio erano incatenati”.
- Come s’ intreccia un fiore fra le dita ?
- Quanta tenerezza per un Fato ingrato e che contorsionismi mentre si è legati come cotechini.
“Il capofamiglia è una cosa sola con l’Albero. Sangue e fiori, carne e legno”.
- Cervello > Legno, nel caso dell’ autrice.
“Il momento, l’unico, in cui quelle mani l’avrebbero toccata, Setsuka lo attendeva, per respirare il suo sangue aspergente i boccioli, l’ultima, prima, profonda carezza di Seishiro, l’immobilità limpida nei suoi occhi asciutti in cui si sarebbe potuta specchiare”.
- Banalità alla “Dark Harmony”
“Come poterne avere paura…?”.
- Questo coso un po’ inquietante lo è…
“Le labbra si schiusero:
<< Seishiro… vieni qui.>>”.
- Impariamo a scrivere in maniera meno pomposa, diamo un senso a questo spreco d’ energie, coraggio.


“Davvero, sanguino gioia…”

- Se potesse aiutare, di mio vomito, ho già sanguinato questo mese, grazie

“FINE”.

Era ora !

Current Mood: annoyedannoyed
Current Music: "We are free" from "The Gladiator OST"

Oct. 9th, 2004

06:19 pm - Una checca in famiglia

(Avviso: Georgia, datti una regolata, non riesco a starti dietro !)

Titolo emblematico : “ Mia madre…”, con i famigerati punti di sospensione, in voga in codesto periodo; rimanda ai film di Pedro Almodovar, con la sua passionale carnalità fiamminga ( lo splendido melodramma “Tutto su mia madre”).
L’ apparenza inganna, però, questo “racconto” altro non è che un potenziale format di Rai Fiction, per una simpatica e allegra serie sulla falsariga de “ Un medico in famiglia” o “Il maresciallo Rocca”, ovvero un programma che affronta temi scottanti ( omosessualità, razzismo e disagi lavorativi) in una cornice rassicurante e piacevole.
Sedetevi comodi, fate un sorriso, ecco la puntata 0 di “Una checca in famiglia” :


MIA MADRE…

“A quanti capita di innamorarsi della persona giusta al primo colpo? A quanti poi capita la fortuna di essere ricambiati subito? Senza troppe complicazioni? Poche, lo so, è per questo che mi ritengo molto fortunato, Sirius e io che viviamo felici nella nostra nuova casetta, il problema è che è troppo vicina a dove abita mia madre, e ora… meno 3, 2, 1”
- Un incipit che rimanda alla sana abitudine di parlare in camera, al fine di aumentare l’immedesimazione del pubblico con i ( simpatici) protagonisti… Notate l’ uso del gergale conto alla rovescia prima della sigla d’ apertura, con le ( simpatiche) facce del cast e delle guest star.
- Azzardo il pronostico : 5 milioni di spettatori il Venerdì sera ( campo difficile tra “ C . S . I “ sulla rete più amata dai giovini italici).
“allora dormiglioni!”
eccola, ogni mattina la stessa storia, ma perché non ci lascia un po’ in pace?”.
- Quanta dolcezza : la tipica figura della madre apprensiva, aspettiamo con ansia nonno Libero !
“mamma… sono solo le sette!” mi lamento con Sirius che al mio fianco si sta svegliando “.
- Chiama il suo (simpatico) patner : “mamma” ?
- No, è un ( simpatico) ammiccamento al clima rilassato della storia, oppure la frase non ha senso, il che sarebbe un’ ipotesi accreditata.
“ma sai che giorno è oggi?” mi chiede prima di uscire dalla stanza
“ciao Moony” mi dice il mio bel principe finalmente sveglio “.
- Spoiler ! Remus è “Il Principe Mezzosangue”… Carogna di una Rolly, guarda dove si mi tocca cercare gli indizi !
- Se Remus è il “Bel principe”, mi sto immaginando Sirius versione “Bella principessa”, magari con un abito bianco o rosa pallido e chioma fluente sulle spalle nude.
“un bacio dato a fior di labbra, è questo il momento del risveglio che mi piace di più
“che giorno è oggi?” mi chiede lui
“oggi avrei un colloquio di lavoro, ma tanto so già come andrà a finire” gli dico alzandomi dal letto”.
- Un colloquio di lavoro, ma è così teneramente simpatico, con il bacio “a fior di labbra”, adatto al prime- time, davanti alla ( simpatica) madre…
“credo che andrà peggio di quello che pensi se non fai sparire quei segni dal collo” mi dice venendomi vicino e esaminando il mio collo
“perché? cos’ho?” chiedo avvicinandomi allo specchio
tre succhiotti belli evidenti uno in fila all’altro
“mio dio Sirius! Ma sei un vampiro?” gli chiedo continuando a guardare sgomento
“mi dispiace, e che mi piace tanto il sapore della tua pelle, e ieri sera, beh, sai bene anche tu cosa abbiamo fatto ieri sera!” mi dice cercando di trovare una scusa per il danno commesso”.
- Il siparietto comico : il povero Remus è costretto a fare i conti con il peso della passione, che delizia questo sceneggiato, ma chi lo dirige : Cinzia TH Torrini ?
“e ora come faccio a coprirli?”
comincio a tirare fuori dall’armadio tutti i vestiti e le tuniche che ho, se non sbaglio dovrei averne una con il collo abbastanza alto per coprirli
infatti la trovo tra i vari abiti appesi
vado a farmi una doccia e quando sono asciutto mi vesto
“si vedono?” chiedo a Sirius
“beh, se uno non lo sa potrebbe sembrare una voglia, non se ne accorgeranno” mi dice lui tutto speranzoso”.
- Si chiude la parentesi allegra : una spazio pubblicitario.
- Restate con noi !
“scendo a fare colazione, sicuramente mia mamma ci ha già preparato ogni ben di dio, appena arrivo vedo che avevo ragione”.

- Sono figli di un dio in minuscolo o non è una ( simpatica) scappatoia per evitare d’ offendere le minoranze etniche ?
“siediti tesoro, mangia pure, e Sirius dov’è?” mi chiede
“arriva, arriva” gli dico prendendo posto
“ma Remus… cos’hai fatto al collo?”
“cosa vuoi che abbia fatto? Ma si vede tanto?” gli chiedo allarmato
“ma è un vampiro!” mi dice facendomi arrossire, in questo momento compare anche Paddy in cucina
“mi dispiace, mi sono fatto prendere la mano” dice lui scusandosi
“i giovani” sbuffa lei cercando qualcosa nel frigorifero “.
- Il ruolo della (simpatica) signora sembra ricalcare le orme di Sandra Mondaini, già contatta da Rai Fiction.
“cosa stai facendo?” gli chiedo
“perché pensi che alla vostra età queste cose non le facevo anche io? So esattamente come farli scomparire, tuo padre la preparava sempre” e si mette a trafficare con la nostra dispensa magica
dopo pochi minuti si gira verso di me con una ciotolina
“slacciati quello scafandro per favore” mi dice, non gli sono mai piaciuti gli abiti da mago, me lo dice sempre
mi slaccio il colletto alto e comincia a spalmare uno strano intruglio rinfrescante
dopo pochi minuti mi lascia andare
“completamente spariti” afferma tutta entusiasta”.
- Sono tutti o “tutti speranzosi” o “tutti entusiasti”, mai con una sintassi corretta o con la punteggiatura al suo posto.”
- Scafandro… Un termine ardito nel mondo magico anni ’70, quando presumo lo sceneggiato sia ambientato, giacché il sequel sarà la drammatica discesa agli inferi dei due amanti ( e magari pure dell’ autrice).
“grazie” gli dico riallacciandomi il colletto
“su, su Sirius, è tardi, fila a lavorare!” gli dice modello mamma apprensiva
“mamma! Non è tuo figlio! Non puoi dirgli così!” le dico imbarazzato
“a me fa piacere, non preoccuparti” mi dice tappandomi la bocca con un bacio, durante il quale mi mamma fa finta di non vederci
“vado” mi dice finalmente libero”.
- Sirius lavora ? E’ un muratore ? Un benzinaio ? Sì, lo scopriremo nella prossima puntata.
- Il bacio al volo, come la pubblicità del Mulino Bianco… Che scena simpatica e romantica.
- O… Il meteo, restate con noi !
“finisco la mia colazione in tutta tranquillità
“…Remus” mi chiama mia madre che improvvisamente si è fatta scura in volto
“cosa c’è” gli chiedo poggiando la mia mano sulla sua spalla”.

- Un gesto (simpaticamente) tenero, in attesa della rottura ( no, non delle nostre pluffe).
“perché non ti trovi una bella ragazza e metti su famiglia?” sono completamente incapace di dire alcun che
“ma cosa dici mamma?” gli chiedo”.

- Signora Mondaini, anticipa la puntata numero 10, con la simpatica recita di Remus eterosessuale, con Lily Evans come guest star !
- Signora Mondaini ma lo sa che è “ Gaylandia” ?
- Una donna ? E cosa può farsene un uomo di una donna ? Cosa può provare oltre all’ amicizia platonica un uomo per una donna ?
“non ho niente contro Sirius figliolo, ma da quando sei venuto ad abitare qui la casa è così vuota, e se tu ti facessi una famiglia-” no, non può venire fuori all’improvviso con certe richieste assurde, ma cosa le è preso questa mattina?”.
- Oh, my Lord ! La madre è in pieno delirio !
Come può desiderare che un figlio corra dietro a quegli scherzi della natura che sono le ragazze ?
Cosa la spinge a queste assurde fantasie perverse e squallide ?
Le donne… Ma chi ha inventato questa categoria assurda di animali, così lamentose e con strane escrescenze sul petto, prive di “fratellini” ( guardare giù), con orrende rientranze, cavità strane…
Creature dalla voce sottile, il gemito facile, e… O… My Lord ! Sono infette dal sangue !
Le donne sporcano, piangono, s’ arrabbiano, par quasi siano umane… Ma… Sono bugiarde, ingannatrici, sozze, impudiche vascelli del Diavolo !
Quale madre può voler questo essere dalla pelle depilata, dai movimenti aggraziati, per il figlio ?
Stiamo parlando di fianchi larghi, seni e… Vagina ! Oh, my Lord !
“Sirius è la mia famiglia mamma!” tronco lì il discorso, non voglio più sentire una cosa del genere,
“io amo Sirius, lo sai, e non ci puoi fare niente, mi dispiace che tu soffra per questo, ma non posso certo cambiare i miei gusti per te!” metto a posto la cucina mentre parlo a mia mamma dandogli le spalle
“si scusa, hai ragione, non dire niente a Sirius, ti prego”
“no, stai tranquilla, non gli dirò niente, anche perchè ne soffrirebbe molto, ti è molto affezionato, lo sai, per lui sei una madre quanto lo sei per me, lui la sua non l’ha mai avuta, sei la prima madre che ha avuto”gli dico cercando di farla sentire in colpa”.

- Tigellino, il lacrimatoio, presto ! No… Gli spettatori se la cavino da soli, io ti ho dato il compito di sigillare le ampolle ed i catini per i nostri eredi in Terra.
“senti, ma almeno lo fate sicuro?” mi chiede facendomi arrossire fino ai capelli
“mamma!” esclamo scandalizzato
“senti, non c’è niente di male a chiedere, ci sono malattie e aids, e chissà cos’altro, voglio solo essere sicura”
“si, comunque, ci pensiamo a queste cose, non siamo due bambini!” le dico quasi irritato dalla sua sfacciataggine”.

- L’ AIDS era una malattia “gay”, so che non è politicamente coretto dirlo, ma la verità è crudele; la gente la nascondeva bene, sino alla sua esplosione negli anni ’80.
- Lo so, Rai Fiction deve mandare messaggi educativi, ma ( e Tigellino concorda) è una nota anacronistica, tipo gli orologi al polso dei soldati romani.
- Pubblicità : restate con noi !
“Torno a casa, non ho voglia di parlare con nessuno, come potevo aspettarmi quel posto? Un’altra delusione amara, forse anche più delle altre volte
Sento la voce di mia madre dirmi qualcosa, ma ora non capisco neanche cosa,
attraverso l’atrio e salgo le scale che mi portano alla nostra camera,
voglio solo rimanere da solo
devo essere veramente ridotto ad uno straccio, se quello è il mio riflesso sullo specchio sono davvero messo male”.
- E’ stato trasfigurato in uno straccio o imita il mio vezzo di “ ad” e “ ed” ?
“sospiro per l’ennesima volta”.

- Pure io…
“mi siedo a terra con la schiena appoggiata alla mia parte di letto, di lato
mi raggomitolo portando le gambe al petto e cominciando a piangere, lacrime amare, che sanno di sconfitta, che non vogliono arrestarsi e che non voglio fermare”.
- Se non è un contorsionista, Remus s’ è ingoiato lo scroto.
“perché è sempre così difficile? Cosa sono loro in più di me per dirmi che sono sbagliato? Che non mi vuole nessuno, e per schiaffeggiarmi a quel modo?”.
- Tigellino, riempiamo il lacrimatoio, avanti… O… E’ un lavoro sporco, lo so.
“Schifoso lupo mannaro mi hanno chiamato
Sono solo un ragazzo di diciannove anni, perché la vita è già così dura con me?”.
- Io ne ho 23, ma non mi gettano in faccia i lavori… E’ finita la ( simpatica) caratterizzazione di Remus il Piagnone ?
“Sento battere alla porta, e la voce di Sirius che raggiunge i miei sensi”.

- Raggiunge i che… ? Ma è “ E. R.” ?
Trenta cc di lidocaina !
“appena abbasso le difese l’incantesimo che avevo messo si dissolve e lo sento entrare come una furia alla mia ricerca nella stanza buia
“Remus!” mi chiama quando finalmente mi ha visto”.

- Quale incantesimo ?
”Incantesimo” ?
- “Fermati, o Sole” di biblica memoria ?
“si precipita da me e mi abbraccia stretto mentre le lacrime si fanno più intense, ora lo so, tra le sue braccia posso sfogare tutta la mia disperazione, perché lui mi proteggerà sempre
“cosa ti hanno fatto?” mi chiede mentre mi coccola dolcemente baciandomi la testa e tenendola tra le sue braccia
così mi metto completamente addosso a lui, ho bisogno di sentirlo, ho bisogno di Sirius
e anche mia mamma che ci sta spiando dalla porta ha capito che la persona che amo con tutto il mio cuore è Sirius, e senza di lui non so cosa farei”.
- La mamma imita Lino Banfi che spia la bella di turno che fa la doccia ! Guardona !
- “ Toglietegli tutto ma non il suo Sirius”.
“fatti guardare” mi dice mentre mi guarda fisso negli occhi bagnati di lacrime, ora che si è abituato a questa penombra noterà sicuramente la mia guancia arrossata
“quei bastardi! Dimmi cosa ti hanno fatto!” mi chiede ancora vedendomi abbastanza scosso
“n-niente, n-non ti preoc-cupare, non mi hanno f-fatto niente” cerco di rassicurarlo tra i singhiozzi stringendomi di più a lui
“perché allora sei così scosso amore mio?” mi chiede
cerco di calmarmi un minimo per non spaventarlo di più,
quando i singhiozzi si placano posso parlargli
“ci sono rimasto più male del solito”.
- Tigellino, il ritmo è in calo, quando inizia “Porta a Porta” ? C’ è La Russa stasera ?
“mi stringe a se senza dire niente, avevo pensato che avrebbe fatto una scenata di proporzioni smisurate, ed invece eccolo qui a cullarmi e a baciarmi dolcemente”.

- A sé… E fateli questi compiti di Lettere !
“non ti preoccupare di nulla, ci sono io con te, ti amo Remus, non ti lascerò mai, te lo prometto, non permetterò a nessuno di farti del male, da oggi in poi non cercherai più lavoro, ci sono io che penso a te” mi dice sorprendendomi piacevolmente”.

- Perché oggi gli uomini non lo dicono ? Perché il mio di uomo non è contrario al mio (sconfortante) rientro nel mondo del lavoro ?
- A… Perché sono una immonda creatura … Una donna… Ha ragione, devo pagare per questo.
“non è giusto Sirius, non voglio essere un peso per te” gli dico affondando i miei occhi nei suoi
“non hai ancora capito che per me non sarai mai un peso?” mi dice affettuoso donandomi un bacio “.
- Lo sponsor è la Perugina e la pasta Divella.
“andiamo ora, mettiamo sotto i denti qualcosa, comincio ad avere fame” mi confessa
“ok, andiamo” e mano nella mano usciamo dalla stanza dove ci aspetta mia mamma in ansia
“è tutto passato, vero Moony?” mi chiede Sirius per tranquillizzarla”.

- Che bello… Escono mano nella mano, mancano i passerotti che cinguettano e le margherite che accarezzano i piedini degli amanti…
“grazie Sirius” gli dice lei e tutti e tre ci avviamo verso la sala da pranzo
hai capito vero? La persona che voglio amare per tutta la vita è solo ed esclusivamente lui.

--Georgia Lupin—“.
- La famiglia a tavola, sfumatura in nero e titoli di coda.
- Bruno Vespa s’ affaccia con gli applausi registrati.


L’ amore per il compagno, per la famiglia, l’ abnegazione silenziosa di una madre, la dolcezza di una casa abitata da persone meravigliose e la recitazione di Sandra Mondaini conferiscono al prodotto una leggera grazia.
Uno spettacolo divertente, per una serata in famiglia.
Prossimamente, nei vostri peggiori incubi, e non scordate : “ Una checca in famiglia” vi aspetta in edicola con l’ album delle figurine !

Current Mood: relaxedrelaxed
Current Music: "In to the West" Annie Lennox

Oct. 8th, 2004

08:44 pm - Siamo solo esseri umani...

Questa volta mi sono stancata di leggere la solita frase : "Chi vi credete di essere ?" e la rigiro a chi sdegnato ci insulta, certo di essere nel giusto e di essere un martire.
Non è così... Noi esercitiamo il nostro diritto di libero pensiero, scriviamo quello desideriamo come la nostra Patria garantisce, dato che non mi piace sprecare energie con chi è tanto cieco da non capire, copio e incollo :

Allora, se noi ci radunassimo in chat od in un luogo noto soltanto a noi e facessimo della satira sulle fanfictions nostre o di altri, mi sentirei a disagio : saremmo delle ipocrite.
Noi troviamo lavori imbarazzanti sotto ogni versante e veniamo qui, in Web, quindi ci puoi passare tu, cara autrice, come altri, amici, nemici, complici ed amanti, a leggere ed a insultarci.
Non siamo una setta segreta o non mostreremmo in pubblico la nostra sarcastica critica verso le opere che prendiamo in considerazione.
Mia cara, tu chi credi di essere ?
Riferimenti ben più volgari e pesanti sono mossi verso registi di indubbio talento (Bergman, Kubrik, ecc...), attori eccelsi ( Peter O' Toole, sir Ian McKellen, sir Ian Holm, Madame Maggie Smith, la divina Anna Magnani) e pure scrittori talentuosi ( Eco, Camilleri, Tolkien, Poe, i Quattro Evangelisti...), che non si scompongo, ne ridono pure di vignette satiriche ( "inside Woody Allen"), critiche al vetriolo e via così.
Sei TU dunque più "sensibile"? Più degna d' essere considerata ? E perchè ?
Le persone che impiegano 10 anni per scrivere "Madame Bovary" e poi un comico la recensisce così : " Una donna senza nulla da fare, fa le corna al marito cretino" dovevano uscire dalla tomba ?
No, l' arte dell' ironia è non avere limiti, come disse qualcuno : "Solo conoscendo si può riderne sopra".
In altre parole : non mi vergogno di ridere pubblicamente ( e non al telefono, alle spalle del autore) di storie che a nostro parere sono mediocri.
Abbiamo il diritto di farlo, nulla di cui vergognarci, perché siamo sincere e non facciamo supposte dorate ( perdona il termine)
Certa che non capirai il senso del mio post e che non lo leggerai.

Nimue( mettela al plurale voi, se non vi causa troppa fatica).

Current Mood: infuriatedinfuriated

Navigate: (Previous 10 Entries)