?

Log in

No account? Create an account

Enemy of the Lord, beware!

Oct. 7th, 2004

07:06 pm - Gli ingredienti speciali di Molly

Questo post è offerto dalla Rose & Marta associati a seguito della richiesta giuntaci dall'autrice stessa, tal Myricae: in rispetto del suo desiderio, non è stato lasciato l'annuncio formale del MST nel suo spazio commenti. Inoltre ci ha chiesto di essere particolarmente... cattive? spietate? fate voi.


Si, perché da domani devi tornare a essere la piccola Ginny Weasley, la patetica sorellina del suo migliore amico. Quella che sta sempre zitta e non esprime mai pareri su niente e nessuno. Perché devi indossare bene la tua maschera ...-
M:Oh Povera Povera gin *Pat Pat* Incipit originale non trovi? Mi ricorda Flowers in the wind...!
R:Già, ed è anche molto... ottimista
M:degno di Lei!
R:ma da quando Hogwarts ha assunto i costumi della Serenissima?
M:Sembra che Gin debba tornare ad Azkaban non a Hogwarts!

Io, Harry Potter non sono un comune ragazzo di 18 anni, sono un mago, il mago più odiato dall'Oscuro signore che mi perseguita da quando ancora ero in fasce. Tocco la cicatrice, mi brucia da morire, sicuramente Voldemort sta tramando qualcosa con la sua cerchia di Mangiamorte.
R:Mancano codice fiscale, numero della carta d'identità, della patente e della tessera dell'autobus, signor Potter
M:E anche il codice d'abbonamento al cavillo se vogliamo essere precisi!
R:Giusto!
JK docet
M:eheh

Ora ho 18 anni e questo sarà l'ultimo anno nella scuola di magia e stregoneria di Hogwarts
R:a) Che hai 18 anni, lo hai già detto
b) l'autrice ci illumina sul fatto che Potter non è un ripetente
M:Credevo il contrario data la scarsa materia grigia

cosa ne sarà di me dopo la fine della scuola? Dove troverò lavoro? Devo forse seguire il consiglio che Malocchio Moody mi ha dato tre anni fa' e divenire così un Auror?
M:Cos'è... il gioco dei nove?
R:no, è la Zingara
M:Ah vero vero, c'è anche la Luna Nera... ehm... Malocchio, si Malocchio

Hermione, finita la carica di Caramell, SICURAMENTE diventerà il nuovo ministro della magia britannica
M:Wow... Cos'è siamo a Genius??
R:Solo?
M:tanto per restare in tema
R:hai dimenticato che è la Marie Curie, la Motessori e la Madre Teresa dei maghi, non è roba da poco
M:si si, The New Iron Lady!

<< Basta! Non devo intristirmi con questi pensieri quando arriverà il momento li affronterò, ma non ora. Quest'anno prenderò per l'ultima volta l'Hogwarts Express, al binario 9 e 3/4!>> detto questo mi addormentai.
R:l'Autrice ci ripete per la terza volta che:
la storia è ambientata nel settimo anno
Tigellino!
M:Che ci vuoi fare è una ragazza scassamar... pignola!
R:tu dici? a me già dalla seconda volta m'ha fatto...
Dieuwertje: vorrei ricordare che questo è il luogo pubblico, contieniti!
Tigellino: lacrimatoio o catino?
M:Per me ancora nulla, riesco a trattenermi

Caro diario,

Accidenti non riesco a prendere sonno! Mi elettrizza il fatto che inizierò il mio penultimo anno a Hogwarts! Sei anni sono davvero volati via, peccato in questi sei anni io non abbia avuto neanche un ragazzo.

R:suppongo che qui sia Ginny, che non ha perso l'abitudine di scrivere un diario
M:Questa ragazza non impara nulla dalla vita evidentemente..
R:per l'Oscuro, se fosse ancora il diario di Tom, io capirei pure... ma non un comune diario hce non ti possiede!
M:non c'è gusto!

ma il mio stupido orgoglio mi ha detto di respingerlo
R:RAI Fiction docet
M:no no... io dico "Elisa di Rivombrosa" docet
R:Mamma RAI vs Mediaset, la Gigantomachia
M:La vedo dura!!
R:già, comunque per quanto riguarda "Cime Tempestose", la Mamma ha vinto XP
M:XD

A volte credo che dovrebbe cambiarli quei maledetti occhiali
M:Ma non ha i soldi!! ginny un commento così da te proprio non me l'aspettavo!
R:no, guarda che Harry ce li ha i soldi
M:è solo un dannato tirchio?
R:bah, forse ha sangue genovese nelle vene...

Povero Cedric! Morto a quattordici anni!
R:ehm ehm, Cedric era maggiorenne, per cui, attenendoci alle leggi britanniche, è morto almeno a 16 anni
M:Si vede che era maturità interiore!
R:sarà, ma la linea magica usata dal Preside funzionava in base all'età anagrafica
M:Magari Cedric ha corrotto i gemelli per un po' di pozione invecchiante! Chissà!
R:si sarebbe ritrovato con barba e baffi modello "Dumbledore"
forse l'autrice non è così pignola come pensavamo...
M:!

Ad un certo punto vedo una luce piccolissima provenire dalla cucina, << è la luce proveniente da una bacchetta, ma a chi appartiene? E se fosse di un ladro? O peggio di un Mangiamorte? >>
M:Wow! Questa ragazza alle due del mattino ha uno spitito d'osservazione alla Sherlock!
R:e la storia assume i toni di un thriller...
M:che sia anche un giallo?
R:nol so

<< Non riesco a prendere sonno, forse un bicchiere d'acqua mi aiuterebbe>> pensai afferrando la bacchetta ,
<< Lumos >> una piccola luce spuntò all'apice della verga. Giunto in cucina presi una bicchiere e vi versai dell'acqua ( ma com'è educato! N.d. Myricae ) ma ad un certo punto sentii dei passi avvicinarsi alla cucina,
<< Nox >> decisi di appiattirmi contro il muro vicino alla porta per bloccare alle spalle l'eventuale ladro, però quando vedo dei lunghi capelli rossi capisco che si tratta di Ginny, così le tappo la bocca per impedirle di urlare.

R:ah, era solo lo Sfregiato...
M:Perchè a chi pensavi?... allo zio? XD
R:la shipper che è in me urla di sì
e poi sarebbe stato più interessante, no?
M:Ma non credo che l'attributo per questa fic sia "interessante"!
R:infatti, per ora è... banale?
M:Di più
R:cliché? come la metà delle D/G, che si rifanno al "Romeo e Giulietta"?
M:mmm si!

- No, Virginia non piangere, non ora di fronte a lui, crederà che sei ancora una bambina se ti metti a piangere, anche se ti sei spaventata non devi piangere, Oh no! Maledizione sto piangendo -
R:oh no! ora c'è anche l'effetto cipolla!
M:che castigato esempio di autocontrollo!
un Fair Play invidiabile!
R:già, e Ginny piange come una Maddalena ( detto francese )
M:La chiamaremo Ginevra Malcontenta?
R:Tigellino, il lacrimatoio, presto!
M:è proprio il caso!
R:già, o qui ci allaghiamo!

Harry sei un idiota!
M:*fischi* bis bis!!
R:Standing ovation per l'autrice!!

<< Scusami non volevo spaventarti!>>
<< No scusami tu! Ogni volta sei costretto a sopportare i miei piagnistei >>

.....
M:!
Beh almeno Ginny non si finge gran donna
R:già, ma ha 16/17 anni e si comporta come se ne avesse ancora 11
capisco perché la memoria del giovane Lord volesse toglierla da questa valle di lacrime
M:magari il cervello è rimasto in pausa su 11?
R:che sia una conseguenza del trauma?
povera, povera Ginny! *pat pat*
M:Forse il diario le ha fatot un brutto effetto!

- Ha un buonissimo odore quasi di vaniglia, è bellissimo, perché è un odore che sento solo se lo abbraccio, e per sentire questo profumo voglio abbracciarlo per sempre! Mi sento così protetta tra le sue braccia- chiudo gli occhi, mi sto addormentando avvinghiata a lui.
R:Tigellino, il catino, presto!
M:Anche a me, non trattengo più i conati di vomito! L'odore di vaniglia di Potter arriva fin qui!
Mi sa che la signora Weasley l'ha usato come dessert... BLEAH!
R:oppure ha usato il bagnoschiuma di Molly
M:Propendo per il dessert... neanche un bagnoschiuma è così dannatamente nauseante!
R:per l'Oscuro, Harry-dessert è un'immagine un po' inquietante, e poi è così... goe!
M:Molto naive...
Harry hai partecipato a woodstock? ti sento figlio della Vaniglia?
R:no, è solo passato all'altra sponda del Tamigi
M:ehm... Lo chiameremo il piccolo Viados di Goldric's Hollow
R:XDD

- Mi sento bene, quasi sereno ora che la stringo a me, neppure Voldemort in quest'istante potrebbe farmi paura, i suoi capelli rossi hanno il profumo di fragola, è inebriante quasi afrodisiaco- in quello stesso momento i miei occhi si chiudono beati.
R:l'odore di fragola, afrodisiaco?!
M:I giovani d'oggi...!
R:ed abbiamo pure due che dormono in piedi, in cucina, l'uno avvinghiato all'atro!
M:Un'altra che ha fatto da ingrediente a Mamma Molly... Ma che sta preparando la Weasley? Il Remake di "una ricetta a capitolo di Wilma De Angelis"??
R:oppure ha acquistato l'ultimo ricettario di Suor Germana
M:Il prossimo qual è? Ron Mandarino?
R:Toto ingrediente? Fred e George potrebbero essere pane e pomodoro
M:Qui va a finire come "Totò Sapore" te lo dico io!
R:con il forno che esplode come il Vesuvio?
M:Massì!

Apro gli occhi e sbatto le palpebre, sento un gran caldo, ma non capisco da dove viene.
- Ora ricordo mi sono addormentata mentre stava abbracciando Harry, COOOOOSAAAAA?!?!?!?!?!?!, ma che ore saranno e se qualcuno ci trovasse distesi uno sull'altro cosa penserebbe?! Mamma potrebbe arrivare da un momento all'altro!!! Oddio, stai calma Virginia non farti prendere dal panico, Ora sveglierai Harry vi alzerete e tornerete nelle vostre camere-

R:lo hanno fatto!! hanno dormito in piedi, in cucina, avvinghiati!!
M:A quanto ho capito io devono essere crollati sul pavimento...?
R:beh, ma sono pur sempre avvinghiati, in cucina: e se qualcun altro non fosse riuscito a dormire e fosse andato a bere un bicchier d'acqua, cosa avrebbero fatto? uno shanghai umano? ( © Lonnie Machin )
M:eheheh Se fosse stato Ron avremmo assistito ad un bel Karakiri!
R:no, avrebbe chiuso benevolmente un occhio
M:Ah è vero... Ron prega Molly di ricamare il corredo da quando aveva dodici anni!
R:e di fare a maglia la coperta per il talamo nuziale
M:Penso stiano cooperando a farla anche i gemelli e Hermione!

<<... Oh! Scusa Ginny mi alzo subito...>> lui si alza con un rapido scatto, solo ora mi accorgo che la camicia da notte mi va piccola e che ho le gambe scoperte fino a metà polpaccio, cerco di coprirle con un gesto furioso ma non c'è niente da fare, lui si accorge che cerco di coprirmi, mi sorride un po' imbarazzato e tende la mano per aiutarmi.
M:Il Remake de "Le paturnie di Minerva"
R:beh, almeno non ci sono mutandoni e lei è una pudica fanciulla
M:Mancano solo i mutandoni
Povera Povera Gin! *pat pat*

Apro gli occhi e vedo che i nostri visi sono vicinissimi, non so perché ma sento l'impulso di baciarla, ma qualcosa mi trattiene, forse il fatto che siamo in cucina, è mattina e qualcuno potrebbe arrivare da un momento all'altro.
R:beh, almeno Harry si rende conto di dove si trova!
M:è un passo avanti!
Da che sono sue ragazzi giudiziosi!
R:bah, non ne sarei così sicura, per quello che circola oggigiorno in rete...
M:XD
R:per l'Oscuro, son già le 18! Mia cara, dobbiamo darci una mossa!
M:O_O
Cacchio!!
Devo anche fare i compiti!
Il tempo è volato!
R:già, interrompiamo qui il lavoro sul primo capitolo?
M:ok^^!

Come avrete capito, il tempo è tiranno e ci sono compiti da fare e teni da prendere e ci rattrista dover interrompere questo MST sul più bello. Un grazie alla nostra autrice e per la sua disponibilità: è raro ricevere richieste, fra gli MSTers.

Rose & Marta associate

Current Mood: discontentdiscontent
Current Music: i remix del mio insegnante di Grafica fatti con Fruity Loops

Oct. 6th, 2004

06:29 pm - Le paturnie della giovane Minerva

Una gemma scovata per caso, un
commento a due mani di Mrs. Black e Herentas



Solo tu per me



"Only you for
me"



Un titolo intenso,
chiaro e conciso, ed il fatto di uasrlo anche in Inglese è...
è...



Fa " very cute"!



Presto in tutte le
edicole assieme a "La forza dell'amore" e "Vestita di pizzi
bianchi" per la serie "Harmony Diabete"



E non dimentichiamoci
l'inserto settimanale de "Le ragazzine crescono"!




Vorrei mettere la
vostra attenzione su questo passaggio:



Minerva McGranit camminava lentamente,le
mani intrecciate dietro la schiena e i lunghi capelli castani che ondeggiavano
dolcemente a ritmo del suo passo.



Era assorta nei suoi pensieri,lo sguardo
rivolto verso l'alto mentre accarezzava con le lunghe dita affusolate il libro
che stringeva tra le mani"



Come fanno le mani a
essere intrecciate dietro la schiena e allo stesso tempo a tenere il libro?
Minerva "Doc Ock"?



o più semplicemente, ha quattro braccia come alcune divinità
induiste : che sia una prozia delle Patil?



Era abbastanza alta e slanciata,e le sue curve,formose
e abbondanti erano al posto giusto rivelando così un perfetto corpo da modella
.



La mia tesi è
confermata : Minerva è Catwoman! altro che Michelle Pfeiffer e Hale Berry!



Ma non lo sai che nel
tempo libero lavorava per la Loreal? in realtà il suo cognome è Schiffer
"Perchè Voi Valete"



Sospirò,lasciando che i lunghi capelli le
cadessero davanti al viso,coprendole così il volto rigato dalle lacrime.



Lacrime amare.



Grazie per
l'informazione, ero convinta che le lacrime avessero il sapore del Don Perignon



comunque è una
immagine sconcertante, quella di Catwoman che piange...



Tigellino, il
lacrimatoio, presto!



Le si bagna la tutina
di pelle!



Tigellino: per chi?



Io direi per
l'autrice, altrimenti il cervello che sguscia fuori dove lo mette? Porella e
poi gli elfi domestici giù a pulire! Autrice ringrazia che Hermione non era
ancora nata, altrimenti sai che  reclami
dal C.R.E.P.A.



Hogwarst era
iniziata da appena un mese,ma le insufficienze che aveva preso erano talmente
tante che non si contavano nemmeno sui palmi delle mani.



Minerva "Catwoman" McGranitt era un'allieva deludente?!



Beh ideale per una futura professoressa, siamo sicuri che Albus
non l'abbia poi assunta sulla fiducia?
E poi io non la vedo proprio a dire
"Ragazzi, studiare non è importante. Prendete me: a scuola facevo schifo
ed ora sono la vostra Prof"



e noi che ci lamentiamo del sistema scolastico italiano!



Effetivamente ora capisco la riluttanza di Ron a studiare la
materia...



povera, povera Hermione: se lo sa, avrà un collasso nervoso!



*Fede si allontana un attimo*



*ritorna*



Le ho spedito un gufo!
Poverina... DEVE sapere la verità!



almeno l'hai scritta con
tatto? non vorrei che la nostra promettente giovane strega ed i suoi
top-pigiami finiscano a S. mungo...



Non sia mai...



al massimo dopo quello che le
ho scritto Azkaban accetterà volentiera la pluri omicida Hermione Top Granger.



Fino
all'anno precedente era stata una ragazzina vivace,allegra,forse un pò troppo
autoritaria e bambina per la sua età,ma comunque una giovinetta semplice
attaccata in particolar modo allo studio.



E
ora....e ora si trovava in un corpo di donna che non sentiva come il suo,e
quella dannata sofferenza che le premeva nel cuore,e nella mente,che le
impediva di dormire facendole passare notti insonni.



Poverina... lo zio Albus ti ha fatto la bua?



no, non ancora, sono le paturnie adolescenziali



Povera... Povera Cat!



-Minerva!Che
ci fai qui?!-esclamò una voce,forte e sorpresa,che fece sussultare la giovane
in modo quasi disumano.



O_O



Ma cos'ha una forma di Parkinson avanzato a comando?



crisi epilettiche?



Ho capito...



è
Posseduta dal Fantasma del Barone Sanguinario!



Chissà che
delusione per Sir Nicolas... povero, povero Nick *pat pat*



Da oscar
la descrizione della "Voce"



Minerva si asciugò in frettà le lacrime,e quando sollevò lo
sguardo dalle sue ginocchia trovò due grandi occhi azzurri a fissarla con
dolcezza.



Accidenti chissà che infarto!



Non è da tutti trovarsi davanti due bulbi
oculari azzurri!



e che ti fissano pure con dolcezza! che siano
fatti di zucchero?



Io propenderei per il fatto che Minerva con il
la sua quarta mano si era fatta una canna di Salvia e Stramonio



tu dici? non è che fosse roba più forste?
chessò, i famosi rosolacci di Bin Laden? ( adoro citare post precedenti ^^)



O magari
Troppa Erba Pipa... chissà con tutti i crossover che fanno al giorno d'oggi.
Non mi stupirei più di tanto...



fuma bene fuma
sano, fuma solo Decumano!



La
giovane si sentì avvampare,e in quel momento si accorse di avere la divisa
completamente aperta con la gonna che sollevata leggermente lasciava
intravedere la biancheria intima che indossava.



TIGELLINOOO!!!



Oh! Ma dove ha comprato la divisa minerva? in un negozio di ottava
mano se si squarcia interamente quando si siede?



no, da una rivista di Cosplay giapponese



!



Ora mi sorge il dubbio... Già in quegli anni minerva portava il
tanga rosa?



*Rose parte alla volta di HP Lexicon*



*Rose torna da HP Lexicon*



McGonagall, Minerva



c. 1922 - present (Sch2)



quindi, facendo un po' di
calcoli, qui Minerva ha 16 anni, giusto?



giusto



1922+16=1938



nel 1938 le donne non erano
emancipate come ora, quindi minerva doveva avere dei mutandoni



che dovevano notevolmente
sporgere dalla gonna acquistata dalla rivista di cosplay



Tigellino: signore,
lacrimatoio o catino?



Per me catino, grazie



anche per me



mi sconvolge l'idea di una
Minerva sedicenne che va in giro con minigonne inguinali e mutandoni *brrr*



*Rose alza la testa dal
catino*



solo?! poveri, poveri bulbi
oculari di zucchero azzurro *pat pat*



Bugia.Bugia.Bugia.



E lui
lo sapeva che era solo una Bugia.



E allora perchè l'hai detto?



La psicologia di quest ragazza avrebbe reso pazzo anche Derr Doktor



forse perché la nostra Minerva è affetta da sindrome bipolare



non mi sorprenderei se tra un po', presa dalla fregola, salti
addosso ai bulbi oculari di zucchero azzurro per copularci



Cosa materialmente impossibile penso...



non mi sorprendo dopo aver saputo di una fellatio ad un
centauro...



Tigellino, cambiami il catino per favore



Questa mi giunge nuova! 
O_o



eh eh, prossimamente su LJ, un programma di Nimue



^^Proseguiamo........



ok



 



Nemmeno
Albus poteva aiutarla,ora come ora.



Vero, povero Albus. Nemmeno una Sveltina!



beh, almeno ora sappiamo che per Hogwarts non ci sono bulbi
oculari galleggianti di zucchero azzurro



Questa è una realizzazione importante, vero. Ripensandoci... pare
che a Hogwarts esistano solo aule vuote. Pover Povero Albus che non può
usufruirne con la sua Minnie *Pat Pat*



Minerva aveva già sofferto abbastanza per lui,e ora non poteva
permettersi di riaprire il lucchetto del suo cuore,non dopo ciò che aveva visto
quella fatidica notte .



Non sapevo che ci volesse un Alhomora per aprire il cuore di
Minnie!



mi viene in mente "Robin Hood, un ladro in calzamaglia",
dove lo sceriffo arriva perfino ad usare unmartello pmeunatico per togliere la
cintura di castità di Marion



che violenti questi uomini!



te lo vedi Albus che fa lo stesso col lucchetto di Minnie?



mmm... Pensando al fatto che Albus Silente, ripeto ALBUS SILENTE,
viene descritto come un seducente 17enne invece di un barbuto cinquantenne...
Decisamente si!



*Rose di nuovo in missione su HP Lexicon*



*Rose di ritorno dalla missione*



Dumbledore, Albus Percival Wulfric
Brian



b. c.1840



allora, 1938-1840=98 !!!!!!!



arzillo, Albus



pardon... Allora è un centenario!



Se li porta davvero bene^!



 



il bel
ragazzo le fece cenno di stare zitta,non gentilmente,non con compassione ma con
freddezza e autorità.



98 anni portati proprio bene!



Che ci vuoi fare, la chirurgia magica faceva miracoli



Ecco dunque, chi è il maestro di Pierino!



Il mio nome è Pierino, Harry Pierino!



-Perchè
stai soffrendo,Minerva?Sei la mia migliore amica,ho il diritto di saperlo...-



ah, allora non stanno insieme...



Che vecchino sensibile!



Poi In Chido accusano lo zio
di pedofilia, m anche dumby non scherza!



già, tra 98 e 16 anni e 71 e
16 anni c'è qualche differenza...



!



direi notevole...



Oh! sono quasi dieci minuti
che non chiamiamo Tigellino!!



Che sfrontate!



beh, anche lui ha bisogno di
riposo, ma penso che fra un po' lo faremo correre a dritta e a manca



^^



Migliore
amica?Peccato che per Minerva Albus fosse più di un semplice amico.



E la
giovane era sicura che anche lui lo sapesse.Ne era  fin troppo sicura.



Tigellino, il lacrimatoio, presto!



A me il catino!! Ho appena immaginato una scena Lemon tra un
98enne e una 16enne!



corri Tigellino, corri!



Tigellino: eccomi signore!



Evvia!



Si
liberò della stretta del giovane,mentre l'amarezza si diffondeva nella sua
bocca,pungendole brutalmente la lingua.



un rigurgito di bile?



Giovane naturalmente è in senso relativo...



forse Nicolas Flamel gli presta un po' del suo elisir, affinché il
suo amico si mantenga in forma smagliante



Chi, il "Fratellino"?



anche, oltre al magic viagra



miscela innovativa?



wow, io mi vedo già gli spot!
E pensa a tutti i galeoni che guadagnerebbero!



Se non l'hanno ancora
brevettato penso farò un saltino all'ufficio apposito!



già, registralo a nome di
entrambe, tanto con tutto quello che c'è da quadagnare... pensi che dovremmo
dare una quota di azioni della nostra futura società all'autrice?



Ma scherzi? Buttare via tutto
quel denaro in cannabis! Che spreco!



hai ragione, denaro che
andrebbe a rimpinguare le casse dei delinquenti...



Insomma!



Il
ragazzo non proferì parola,ma lasciò che Minerva si allontanasse da lui,e la
ragazza si sentii seguita dai suoi occhi indagatori fino a quando non sparì
all'interno della sala comune di grifondoro.



Ma... non dovrebbe essere Grifondoro?



Ritornano i due Bulbi Azzuri!!



Ormai.. i nomi propri sono in via d'estinzione



Sarà meglio aderire al S.I.N.P. ù



dunque, gli occhi di Albus hanno vita propria!



Chissà cosa ci racconterebbero se potessero parlare!



ed è forse così che il Preside sa tutto quello che accade a
Hogwarts! che sia un discendente degli abitanti della luna incontrati dal
barone Munchausen 
Possibile...



Come ho già detto, ormai non mi sorprendo di nulla



Fine
1°capitolo



non so se essere triste o felice...



Io si...



Felice!



pur sapendo di un futuro secondo capitolo?



effettivamente... Chiudiamo nel dubbio...



Fede
e Rose vi salutano e... alla prossima puntata!

Current Mood: blahblah

Oct. 4th, 2004

08:36 pm - L'Imprenditore...



"Draco Malfoy, ricco imprenditore, è in realtà un omosessuale"
Quale migliore constatazione per cominciare questo viaggio nel mondo della sessualità di Draco (Malfoy non credo più lo sia, Lucius lo avrà diseredato dopo aver saputo quanto sopra...)?
Dunque... Draco è imprenditore... di cosa? Peccato che l'Autrice non ce lo dica! Avrà aperto una impresa di Pompe Funebri? Produrrà marmellata di lamponi? Qualcosa di più redditizio?
Eppure non vale la pena di interrogarsi sulle fortune del giovane rampollo... l'importante è solo che... "Draco Malfoy, ricco imprenditore, è in realtà un omosessuale"...

Ma proseguiamo.

"“Signorino Malfoy?!” L’ennesima donna di mezza età mi si avvicina, accompagnata da mia madre, per conoscermi. E giù con gli apprezzamenti preconfezionati. "
Questo significa che Lady Narcissa Malfoy accompagna abitualmente il suo unico figlio da donne di mezza età a scopo matrimoniale?!
Draco, Draco... meglio sarebbe stato per te intrattenerti con una leziosa signora con l'aspetto della Umbridge che fare a tuo padre ciò che scopriremo tra poco!
Ma Draco non cede alle virtù mature delle donne, perchè... "Draco Malfoy, ricco imprenditore, è in realtà un omosessuale"

E non cede neppure alle giovani, fresche e profumate donzelle : "Ci sono due ragazze, sicuramente più giovani di me, che mi additano e si lasciano sfuggire qualche risolino. Tutte uguali, le fanno con lo stampo. Non mi volto, non ho intenzione di mettermi a parlare con le classiche figlie di papà, in cerca del pretendente più ricco. " ... perchè "Draco Malfoy, ricco imprenditore, è in realtà un omosessuale".

" Una risata, che ammetto è piuttosto inquietante, mi sfugge dalle labbra, convincendo finalmente le ragazze a sloggiare dalle mie spalle. Odio essere fissato, additato, commentato. Detesto essere il protagonista di pettegolezzi, chiacchiere e battutine di ogni sorta. "
Caro Draco... forse ti additano perchè sei vestito in giacca, cravatta e camicia... vestiario forse un pò troppo... babbano per un Malfoy?! O forse perchè: "Draco Malfoy, ricco imprenditore, è in realtà un omosessuale"?!

Poi... accade! Draco intravede un'ombra che passa... il lembo di un cappotto di pelle nera... e una luce si accende nel suo cervelluzzo...
Vai Draco, vai! Corri Draco, corri...

"Ti vedo. Di spalle, semi nascosto da una colonna. Sei alla reception e qualcosa mi dice che ti stai facendo chiamare un taxi. "
Chiama un taxi... nel mondo dei maghi, la misteriosa ombra sta chiamando un taxi...

" Sobbalzi spaventato e ti volti, incrociando i tuoi occhi color smeraldo coi miei. “C-ciao…” "
C...c...cccciaooo Dracoooooo! Sono il tuo giochino sessuale in cappottino di pelle!!! XD

"Il tuo odore di menta fresca mi paralizza un attimo i sensi e poi non resisto"
Si è lavato con uno di quei deliziosi bagnoschiuma a latte e menta o mentuccia fresca che tutte le ragazze (me compresa) usano, giocando con le bolle nella vasca... è così dolce, così femminile!

"Mi avvicino ancora di più, bloccandoti il corpo contro il marmo della reception. “Paura Potter?!”"
Ma come sono dolci! Incuranti dello sguardo dei presenti si ripetono le solite battutine dei film di Harry Potter...
"Paura Potter?"
"Ti piacerebbe?"

"Ti afferro per la sciarpa e ti tiro verso di me. “Non si disturbi per il taxi, lo accompagno io.” Il concierge mi guarda malissimo, ma sarà l’effetto dell’alcool che ho bevuto o la tua presenza qui, accanto a me, per quanto mi riguarda conta meno di zero."
Lo accompagna lui... a dire il vero la scena sembra tanto quella di vecchi film romantici americani... con il cavaliere di turno che intravede per caso la ragazza della quale è invaghito e si impone di accompagnarla, la sequestra e la ammansisce con le sue arti seduttivo-raffinate...
Ammetto però che Harry Potter nel ruolo di Sabrina è... ahm... c'è un modo gentile per dirlo?

E poi è arrivato il momento topico... la tipica battuta ripetuta in tutti i film porno che invadono le reti secondarie di tutta Italia dopo le 24 la notte...
" “Che ne dici del paradiso?!” "

“Ho un permesso speciale, per scortare un angelo tentatore.”
Tigellinoooooooooooooooooooooo!!!

"la carne morbida della tua bocca mi ha causato una defaillance"
Ehm...

E Draco trascina Potter in una stanza a caso... (e se fosse arrivato il suo occupante?! E se le cameriere fossero passate a fare le pulizie?! E le camere si lasciano aperte?!)

"Siamo cresciuti ormai, non è più tempo delle sveltine nello stanzino delle scope di Gazza o negli spogliatoi a fine partita, quando le nostre squadre ci lasciavano intenti a litigare. Eravamo grandi attori, sì! Non c’è più la mia camera, nei dormitori dei Serpeverde o l’aula di Piton, scovata libera tra tante, con quella preziosa mappa che avevi sempre con te. Troppi impegni, troppo lavoro. Troppo tempo distanti e io ti voglio ora, subito, adesso."
Tigellinoooooooooooooooooooooo il lacrimatoio, prestooooooooo!
Non è più il tempo delle sveltine, amor mio! Non è più il tempo di fare le zozzerie sotto la scrivania dello zio Severus (ah, se solo Severus vi avesse scoperti!)!

Sei poco più alto di me, ma è un particolare insignificante, quando mi avvento sul tuo collo per morderlo e succhiarlo e ti vedo reclinare la testa all’indietro, reprimendo un gemito. No, non si fa. Io voglio sentire che effetto ti provoca. Lascio scivolare le dita lungo la camicia, fino ai pantaloni, raggiungendo la cerniera e finalmente ti sento. Hai bisbigliato qualcosa.
...

“Oh sì, bravo…” Ti stuzzico tagliente, compiacendomi del segno rosso che ho lasciato sulla tua pelle d’ambra. “Avanti Harry, parla…” Ti sprono, facendo scendere la zip e infilando una mano nell’apertura, a stretto contatto con i boxer aderenti. Ho una voglia matta di strapparti i pantaloni e prenderti, ma la soddisfazione che traggo nel guardarti così, con gli occhi lucidi dal desiderio e la voce roca per il piacere, me la perderei. Sono un tipo preciso, lo sai. Ti lascio respirare e allungo le mani sulla tua camicia, slacciando piano piano ogni singolo bottone e tornando a dedicarmi alle tue labbra. Adoro il modo in cui baci, in cui fondi la tua bocca con la mia e giochi a prendi prendi con la lingua. E soprattutto, adoro il tuo sapore così dolce, così simile al miele più puro. Sei capace di intossicarmi con un bacio, Harry. Sorrido contro le tue labbra, quando percepisco la stoffa della camicia che scivola via dal tuo corpo tonico, finendo a terra con un fruscio leggero. E’ un attimo e torno a baciarti.
...
Domanda: qualcuno mi sa spiegare come si gioca a "prendi prendi" con la lingua?!
Prendi prendi...
...
Prendi prendi... mah...
...
Forse prendi prendi è il gioco che fanno i giovani imprenditori gay?!
Mah...
...
E poi... perchè questo Potter deve sempre avere pelle ambrata (ovviamente Potter non era inglese, sarà stato non so... mediorientale...), ed il corpo tonico?
Sotto i vestiti erano tutte e due palestrati e coperti di sugna... pardon, di olio profumato...

"“Draco…” Mi richiami, mettendo fine a quello che potrei definire un pasto. "

"“…questi sono alquanto inutili.” Dico con voce seria, tirando giù i boxer che ora individuo essere neri. "
Sì, neri, magari di seta nera con un inserto di pizzo.

Tu così abbronzato, io così pallido.
Te lo ho detto, Harry non è inglese, o è mediorientale o viene dalle Hawaii... somiglia così tanto ai perfetti omaccioni di Baywatch...

"...non appena le tue dita calde sfiorano i boxer bianchi che indosso."
Neri agli abbronzati.
Bianchi ai pallidi.
E' logico.

"Ti porgo una mano di fronte al viso. Sai cosa devi fare, oppure io non potrò continuare la mia opera. Trattengo a stento un verso rauco, quando prendi tra i denti due dita e incominci a succhiarle con avidità. Sto seriamente sul punto di venire, per la seconda volta e di nuovo mi trattengo. E’ troppo presto. "
Cioè Draco, se Potty non gli succhia le dita... non può?! Io andrei da un medico...

"Stacco la mano a fatica da te, che mugoli dispiaciuto e ti preparo. Dapprima trattieni il fiato, vincendo il lieve dolore, stringendo i denti e serrando gli occhi. Poi ti rilassi e io ti afferro per il bacino. “…sei mio…” Ti dico solamente, prima di entrare in te con velocità. E’ quello il segreto con te. Nessun tentennamento o dubbio. Non sei fatto per i ripensamenti tu. Ti faresti del male. "
1...
2...
3...
... Puah!
Mugula... mugula! Come l'agnellino, o il cagnolino accarezzato dal padrone...
Magari mugula cose come "Drachino... Drachino, tesoro, vieni... fammi succhiare le tue belle manine..."

"Inarco la schiena, tenendoti fermo con una mano sul fianco. L’altra va a cercare la tua virilità, appena bagnata e la stringe. So che sei vicino anche tu, Harry. Lo sento ormai. Sei pronto per il secondo round. Mi muovo piano, e poi veloce, sfiorandoti in modo da darti piacere. “Coraggio angelo… so che lo vuoi. So che ci sei….”"
Ma devo proprio commentare? Ma devo proprio?! No.. no... non posso...
Vi dirò solo... povero, povero Lucius... che figlio che ti ritrovi...

E puff... esplode il piacere...

Non so nemmeno io come ci siamo ripuliti e rivestiti. Sicuramente sembriamo usciti da un rave party, più che da un galà. Ma la magia serve anche a questo no? Perlomeno vestiti e cappotti sono privi di qualsiasi traccia, odore e sgualcitura. O quasi.
Già... come vi siete ripuliti?! Avete prodotto quantità industriali di seme... ecco di cosa Draco fa l'imprenditore!
Pensate a cosa dirà il proprietario della stanza quando tornerà... cosa mai penserà?! E i proprietari dell'albergo lo risarciranno (soprattutto per il danno morale)?!

E così finisce... e non vi voglio dire i commenti... "bellissima", "stupenda", "deliziosa"...

Nulla più al mondo mi sembrerà lo stesso, adesso che tutto questo è finito... come potrò sopravvivere senza le mutande di Draco?! E senza il cappottino di Harry... come potrò guardare ancora in faccia la gente se nessuno mi dirà che Harry si lava con il sapone allo zucchero filato e che usa una spugna a forma di coniglietto?! Come potrò tirare avanti adesso che più nessuno mi parlerà del gioco del prendi prendi... ?!
Però io adesso so una cosa...
So una cosa che vale più di tutto... io so che ...
"Draco Malfoy, ricco imprenditore, è in realtà un omosessuale"!


Current Mood: determineddetermined
Current Music: "Magnificat", Mina

04:31 pm - Evoluzione Linguistica

quando ho aperto il nostro pozzo di gemme, subito un titolo è risaltato ai miei occhi: non lo cito, dato che questa è la nostra politica, ma non solo il riassunto fornisce tutti gli indizzi di una MS (nuovo personaggio... passato tragico e misterioso...) e il finale mi faceva intendere d'evvere dinarnsi ad una "Damigella stile Silphie Claudia White" (chiedo venia, Nimue, se cito una pedina del tuo GdR).
Ma la cosa che mi ha spinto a scrivere questo improvviso post è questa

^w^

L'ennesima evoluzione linguistica.

Current Mood: predatorypredatory
Current Music: Vasco Rossi (cd imposto dai miei colleghi corsisti)

Oct. 3rd, 2004

01:11 am - Vecchie conoscenze, nuove esplorazioni

Andiamo subito al capolavoro di oggi :

TITOLO: … Tu sei mio
- L’ originalità, la bellezza di questa semplice frase “… Tu sei mio”, con i punti di sospensione, rilanciati dal una mia fanfiction ( faccio tendenza, ragazzi !), assomiglia ad una canzone pop – romantic di qualche cantante italiano uscito da un programma delle De Filippi.
- E’ da preferire agli agghiaccianti flani in inglese.
GENERE: AU, Romantico, Lemon
AUTORE: Aya
- Alla fine ti ritrovo, amica mia !
- Guardate sotto, Aya è una nostra conoscenza… Ottima, sosterrei.
SERIE: Harry Potter.
PARTE: 1 di 3
- Terribile…
PAIRING: ... indovinate?
- ... Harry e Draco... Che fantasia... Che tedio...
RATING: Yaoi, V.M. 18, N.C. 17, Hard al 100%
- “ Hard al 100%” e cos’ è ? La pubblicità ad una rivista pornografica, modello “ Porcelline gioiose e gay libidinosi”.
- V. M. 18, ma pure N.C. 17; c’ è qualche informazione sulla lettura per ciò che riguarda le donne in stato di gravidanza ?
DISCLAIMER: Harry Potter e Draco Malfoy non sono miei, sono personaggi di proprietà di J.K. Rowling e delle numerose case editrici tra cui ricordo Salani, Bloomsbury, Warner Bros, ecc…
- Quali libri stampa la Warner Bros ? Io sapevo che era una casa di produzione cinematografica…
la piccola invenzione di Harry prefetto, come quella del bagno dei caposcuola e dei prefetti uniti, è mia e solo mia... mie sono tutte le situazioni imbarazzanti che ho creato con la mia perversa mente bacata.
- Sei abbastanza intelligente da capire di non essere adatta a tali schifezze, quindi… Perché ?
RINGRAZIAMENTI: a tutti quelli che leggeranno questa schifezza, e a chiunque la commenterà ^.^ e speriamo siano in tanti!
- Un po’ come il condannato che spera che molti altri finiscano in galera, è triste vivere una sciagura in solitudine. Ti capisco…
- ^.^ > Queste nuove icone, che rimpiazzano le abusate lettere dell’ alfabeto Occidentale mi stupiscono è come se entrassi in una grotta dipinta da uomini primitivi : un mondo sommerso. ( Sommergiamoli, allora !)
NOTE: Allora questa è un AU, il settimo anno per Harry e compagnia bella è appena iniziato, quindi anni tutti 17 anni suonati. Ah dimenticavo userò non solo i nomi italiani per le case, ovvero Grifondoro, Serpeverde ecc.. ma userò anche quelli inglesi che mi piacciono di più! Le case in inglese sono Gryffindor (Grifondoro), Slytherin (Serpeverde), Ravenclaw (Corvonero), e Hufflepuff (Tassorosso),
- Itì s very cute, *.*
mentre per i professori, userò quelli made in Italy, perché quelli in inglese non li conosco, e non mi piacciono.
- “Made in Italy” sono scarpe ? Vini ? Pizze ?
- Tesoro, se non li conosci, questi nomi, come puoi asserire che non ti piacciano, non è un po’ incoerente la “Nota” e di scarsissimo interesse ?

NOTE2: questa fanfiction per chi non lo avesse capito, è una Yaoy N.c.17 e contiene, o meglio e quasi totalmente incentrata sul sesso omosex, tra due uomini per capirci meglio.
- Sì, abbiamo capito, hai speso 1500 righe per dirlo, non scendere in particolari e non ci serve il disegno, Grazie
Sono particolarmente eccessive e spinte le scene, e chi ritiene che questo tipo di fanfic non sia consona a se stesso o pensa di non poter sopportare questo genere di situazioni, eviti di leggerla.
Come si dice… lettore avvisato…
- “Consona a se stesso”… Deve essere gay e privo di capacità critica, il lettore ?
- Deve avere 16 anni con gli ormoni di una donna di 50 frustrata sessualmente ?
- Devi essere tu e le tue amiche *o* ?

***

PARTE 1: AVVENTURA NEL BAGNO DEI PREFETTI
- Romantica ambientazione, la discarica era occupa da Snape e Malfoy Senior?
Leggersi anche: quando la sfiga ti perseguita

- Già… Pensa a me che mi trovo ste sbobbe da leggere !
e ti ritrovi nudo in un bagno assieme al tuo rivale di sempre ed il tuo 'fratellino' inizia a farti brutti scherzi!
-“ Il tuo fratellino” : il bimbetto capriccioso che quando stai pomiciando con il tuo ragazzo rompe e vuole essere pagato per sloggiare ?
- No, signori e signore, il pene maschile è nostro fratello, forse San Francesco non avrebbe detto così, ma pare che non usi più definirlo : “ Stendardo”, “ Manico”, “ Bastone”, “ Colonnello”, “ Salame”, “ Bandiera”, “ Pisello”, “ Uccello”, “ Riga”, “ Girello di famiglia”, “ Sacri Lari”, “ Tabernacolo”, “ Serpente”, “Drago”, no… E’ un fratellino minore… Cantate insieme a me : Lui è nostro fratello ! Lo vogliam scattante e bello !
- E’ naturale che in presenza di qualcuno che odiamo, “il fratellino” si desti da lunghi sonni, logico…
***

Il nuovo anno scolastico, era iniziato oramai da qualche mese. La vita a Hogwarts, era scandita, come al solito d'altronde, dal ritmo frenetico e incalzante di sempre. Le lezioni, i compiti, gli allenamenti di Quidditch, le partite, i vari gruppi di studio, i posti di ritrovo, le chiacchiere senza senso, i pettegolezzi, e tutte le cose che di solito fanno parte di una scuola,
piena di giovani studenti, desiderosi di fare nuove conoscenze e/o ignote esperienze, com'era la scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts.
- E’ il promo di “ Hogwarts : giovani avventurieri” ?
-“e/ o ignote esperienze” : Siamo in “ Star Trek” ?
Harry James Potter, cercatore, prefetto e studente in casa Gryffindor,
- “In” Casa di Godric Gryffindor, proprio nei locali usati dal Fondatore, dove dormiva e riposava, non “nella” Casa fondata dal mago, ben inteso.
si aggiustò disastrosamente la sua cravatta, perennemente sfatta, e dopodiché quando si arrese all'evidenza dicendosi mentalmente che 'lui non sarebbe *mai* riuscito a fare bene il nodo alla cravatta gialla rossa che indossava', prese in mano un pettine lo bagnò appena, e lo passò nei suoi capelli eternamente in disordine, per dargli un'aria pressoché 'accettabile' e quando per la seconda volta, quel giorno si arrese, ricordandosi che i suoi capelli non sarebbero *mai* stati in ordine, decise di abbandonare il bagno e di scendere in sala comune ad aspettare i suoi migliori amici.
- Ti sei dimenticata di farlo urinare, in questo travolgente spaccato di neorealismo.

Hermione Jane Granger, una ragazza non molto alta, dalla pelle di pesca
- Usa prodotti l’ Oréal , perché lei vale ?
e dai bei capelli castani che le incorniciavano il bel volto da cui sempre traspariva un'espressione arguta ed intelligente
- Tipo questo : ^.^
- I capelli non erano “teneramente crespi” ? *.*
in quel momento era seduta su di una poltroncina di chintz blu di Russia,
- NO COMMENT

Grazie Aya, ho riso come una pazza !
ed era impegnatissima a leggere un tomo di dimensioni GIGANTESCHE,
- ERA PROPRIO GRANDE IL LIBRO, EH ?
Indubbiamente Harry, non la capiva, un po’ perché a lui leggere non piaceva particolarmente (soprattutto se si
trattava di qualche tomo riguardante trasfigurazione, pozioni, incantesimi o peggio del peggio, storia della magia),
un po’ perché non era così bravo a scuola, e un po’ perché studiare non gli piaceva per nulla.
- Un po’ perché l’ autrice non sa padroneggiare neppure il più banale incipit di una storiella di sesso fra “fratellini”…

"ehi Mione, buongiorno!" esclamò il giovane Gryffindor, sedendosi sulla poltrona accanto all'amica.
- MIONE ? E’ la gatta ingravidata da Grattastinchi ?
- Ragazze, non dovete fumare le sigarette “alle erbe alpine”.

"ciao Harry" lo salutò brevemente la strega, non mollando per un attimo lo sguardo sul tomo.

"si può sapere come fai a leggere libri così pallosi, la mattina prima di colazione? Io non li riesco a digerire" disse la voce di Ronald Weasley, l'altro migliore amico di Harry.
- Migliore amico maschio, non femmina, ha un sacco di fratelli Ron !
- Sì può sapere che funzione ha tutto questo ? Non sei la Bowling, scrivi peggio… Tedio…

Ronald, o Ron come tutti lo chiamavano oramai da tempo, era un ragazzo alto e dinoccolato al massimo.
- Era un burattino snodabile.
Aveva dei scompigliatissimi capelli rosso fuoco, e un esercito di lentiggini sulla faccia, che risaltavano appena gli occhi azzurri.
- A capo di un esercito di efelidi ? Lo Weasley fa carriera, fra un po’ gli affideranno le emorroidi che affliggono i protagonisti di queste sfrenate fanfiction di sesso di “fratellini” ! Gaudio !
- Gli occhi o le lentiggini risaltavano ? E da cosa poi ?
"Ron, quest'anno dobbiamo impegnarci seriamente! Quest'anno abbiamo i M.A.G.O!" esclamò la strega con fare saputo.
- “ Saputo”, perché a lei era stato imparato di studiare, ok ?

Harry sorrise all'ennesimo battibecco dei suoi due migliori amici.
- Abbiamo capito che sono “ migliori amici”… ^.^

"su dai ragazzi" disse cercando di sotterrare l'ascia di guerra "andiamo in Sala Grande, o faremo tardi per la colazione" esclamò uscendo dal ritratto della signora grassa.
- Parlò al vento, lui fuori dalla Sala Comune, loro dentro, inserimento di “ “” a casaccio, per aumentare la suspence.

***

Il giovane Potter, entrò lentamente in biblioteca cercando di fare il meno rumore possibile. Madama Pince, sonnecchiava sopra ad un libro proveniente dalla sezione proibita, che probabilmente aveva trovato a qualche studente, che *innocentemente* lo aveva sgraffignato.
- E chi se ne frega ?

Sorridendo appena
- Harry non sorride felice, sorride appena, così > ^o^
raggiunse la parte della biblioteca dedicata alle Pozioni, infatti, doveva fare un tema di una pergamena sulla Pozione Granitica, che trasformava gli oggetti e/o le persone in granito, ovviamente. Si sedette ad un tavolo in solitudine. La biblioteca era stranamente vuota e silenziosa, e sembrava non ci fosse nessuno in giro. Aprì il libro, e lo iniziò a sfogliare distrattamente, come se fosse perso in altri pensieri.
Sentì il rumore di una sedia che viene spostata, ma fece finta di nulla.
- Questa tensione drammaturgia mi uccide, e scatena istinti omicidi.
Qualcuno si sedette proprio di fronte a lui, e quasi sicuramente per infastidirlo iniziò a tamburellare la punta dorata della piuma sul tavolo di mogano scuro.
- Dettagli inutili, una piuma dorata, che come la cara Davan v’ insegnerà viene dal posteriore d’ una fenice ! (E’ un racconto del Progetto, nessuna sostanza allucinogena, Davan è la nonna di Sirius… Spiega, Rose !)
Scocciato il bel moretto
- E basta con i bei moretti, al prossimo racconto Dean Thomas sarà “ Il bell’ abissino ?”
alzò lo sguardo, e si ritrovò a fissare lo sguardo glaciale di uno Slytherin di sua conoscenza: Draco Lucius Malfoy, la sua nemesi ovviamente.
- Tigellino, preparati !

"ohilà Potter, come butta?" chiese il biondo con un'indecifrabile espressione serafica.
- “Ohilà (…)” il tipico vocabolario del bel biondo, la cui espressione non unicamente “indecifrabile”, come codesto testo, ma pure serafica, cioè calma, serena, meditabonda.

"da quando in qua, Malfoy il mago *purosangue*…" cominciò con fare annoiato Potter, pronunciando però la parola 'purosangue' con un'intonazione piena di rancore e disgusto. "… usa espressioni, Babbane? Cos'è Malfoy ti sei finalmente fottuto quel poco cervello che avevi in quella testolina alquanto decorativa che ti ritrovi?"
- WOW, si fa sul pesante !
- “ Testolina decorativa” tipico di uno screzio fa checche nella mente dell’ autrice

"uhhh il grande San Potter, che fa dell'ironia, e dimmi, ti comporti così, perché ti è morto 'il gatto'?… o no scusa… è 'il cane' quello che ti è morto vero? E dimmi che triste fine ha fatto?" disse con voce teatralmente melodrammatica.

"oh Malfoy, ma dovresti saperlo com'è morto il 'mio cane'!" esclamò disgustato, mentre un pizzico di dolore per la morte del suo padrino riaffiorava nel suo animo "perché l'ha ucciso la tua cara zietta!"

"le mie condoglianze allora Potter" ridacchiò divertito, poggiando con poca grazia, i piedi sul tavolo.

"fottiti Malfoy" esclamò il giovane moro, ritornando al suo tema.
- Dialogo riassuntivo, in voga in “Incantesimo” , “ Elisa di Rivombrosa” ed “ Un posto al sole” i modelli dell’ autrice.
- Tigellino, un lacrimatoio al giovane moro ( Otello ancora nubile), presto !

"tema per Piton eh? Ammettilo che non ci capisci un cavolo! Tu sei negato in Pozioni!"

"quasi quanto te in Trasfigurazione, oserei dire Malfoy" rincarò la dose il giovane Grifone. Al ché la pelle del biondino assunse sulle guance un debole color pesca
- La pianti di usare termini presi da mie fanfiction e racconti del forum ( Grifone, il secondo nome di Draco e i banali siparierrietti).
- Color pesca… Mione era cianotica allora…
, che indubbiamente giovava alla sua salute, ma non tanto al suo fascino d'Angelo Maledetto.
- NO COMMENT
- L’ Angelo Maledetto : TV Movie in tre puntate, con la partecipazione di Michele Cuccuzza.

Il giovane Draco, poi sorrise serafico e si alzò dalla poltroncina su cui era letteralmente sdraiato, facendo il giro del tavolo, per poi trovarsi dietro alle spalle del moro Gryffindor.
- Scopriamo che : in biblioteca ci si sdraia su poltroncine settecentesche, mentre la bibliotecaria dorme come un’ ubriaca; Otello era Grifone, Draco era un co… Il solito Draco.

Harry fece assolutamente finta di nulla, anche se fu costretto a pensate, che l'andatura lenta e calcolata del Slytherin era troppo sensuale per i suoi gusti.
- Camminava come Charlize Theron alla notte degli Oscar, magari pure con lo stesso movimento di anche, il bel biondo.
- Come faceva a vederlo Otello Potter ?

Draco sorrise ancora, e si chinò sull'orecchio del moro, ci soffiò dentro qualche istante, provocando a Harry degli insensati brividi di piacere lungo la schiena.
- E’ la pubblicità della “Golia effetto ghiaccio” !

"eclissati, Malfoy" mormorò con fare cattivo Potter.
- E’ la pallida Luna ? Il balcone è l’ oriente e Malfoy è … Bleah !

Il biondino però non l'ascoltò minimamente, portò la mano destra al mento del moro, e gli voltò lentamente la faccia, sino a che Harry non si specchiò negli occhi grigi dello Slytherin.
- Tutto viene fatto “lentamente”, la Theron volge il viso di Otello, che sensualità, per l’ Oscuro !
Harry tentò inutilmente di divincolarsi. Scoprì però a sue spese, che la presa di Malfoy era troppo forte. Aprì la bocca per urlare, ma qualsiasi suono fu bloccato sul nascere, quando Malfoy serrò le sue labbra con le proprie. In un bacio sensuale e a labbra aperte.
- Otello Potter, vergine e martire, la Theron Slytherins, sexy e maliarda, il bacio a labbra aperte è una variante della “limonata”.
La lingua del biondo Slytherin leccò eroticamente, il labbro inferiore del Gryffindor, dopodiché iniziò l'esplorazione della bocca, fino a che non andò ad incontrare la lingua immobile dell'altro.
- E’ “ Super Quark” ?
Harry all'inizio fu troppo sorpreso per fare qualsiasi cosa. Ci mise come minimo un minuto per rendersi conto, che Malfoy, il suo nemico, la sua nemesi, lo stava lambendo con la bocca e la lingua *veramente*.
- Infatti, come si lambisci un tizio con “la bocca” ?
E soprattutto ci mise un po’ a capire che Draco Lucius Malfoy gli stava dando un bacio dannatamente sensuale e accattivante, che non riuscì a non ricambiare.
- Fece cilecca.
Infatti, quando sentì la lingua di Malfoy accarezzare la propria, portò le mani sulla nuca dello Slytherin, avvicinandolo di più a lui, mentre le dita torturavano i capelli biondi/dorati del *nemico*.
- biondi/dorati, è una nuova tinta che regalano a “ Hogwarts : for gay only”.
- Come si torturano i capelli ? Gli si legge questa ff ? Li si espone al fumo ?
Le due lingue iniziarono a lottare, a toccarsi con fare erotico ed eccitante. E quando minuti dopo le esigenze fisiche, come quella di respirare, divennero impellenti, si separarono.
- Lingue gladiatrici : mi mancava nel manualetto : “ L’ erotico per principianti”.
- Stupendo lo spazio neorealista

Harry Potter, assunse il colore della più brillante porpora, ripensando a ciò che aveva appena fatto.
- Io per ciò che sto leggendo… Aspetta, quale è la porpora più brillante ?
Draco invece, sorrise soddisfatto, ed avvicinandosi di più all'orecchio del *rivale* sussurrò con voce roca e sensuale:

"non sfuggirai facilmente da me, Harry"
- Oh… My Lord !

E poi com'era venuto, se ne era andato, silenzioso come un'ombra, lasciando uno stupito Gryffindor ad arrossire, ripensando a ciò che appena successo.
- Ed una lettrice a vomitare nel catino sorretto da Tigellino.

***

In quel momento nella Sala Grande comparve Draco Malfoy, e la sua corte di leccapiedi: Pansy Parkinson, Blaise Zabini, Vincent Tiger, Marcus Goyle e Theodor Nott.
- Nomi alla rinfusa, Marcus non si diploma prima dei 50 anni ?
- Goyle non si chiama Marcus.
- E’ il re Sole, compare quando lo aggrada ?
Il biondo Slytherin mormorò qualcosa di particolarmente cattivo ai suoi 'amici', e poi spostò il suo sguardo di ghiaccio sul tavolo dei Grifoni, ovviamente il verde smeraldo di Harry, si scontrò con gli occhi argentati di Malfoy, mentre Zabini si avvicinava ad Hermione, e gli scoccava un bacio sulla guancia, sotto lo sguardo disgustato della Parkinson, Weasley e di Nott.
- E pure del mio.

"cosa c'è Malfoy? Cerchi rissa?" sbottò Ron.
- Sì, in Sala Grande, per la gioia degli insegnanti !

"come ti è andato il tema di Pozioni?" domandò con un sorriso malizioso, mentre davanti agli occhi di Harry compariva nuovamente la scena di qualche giorno prima, e sentiva il calore delle labbra di Malfoy sulle proprie.
Lottò come un pazzo per non arrossire, e le sue guance assunsero un colorito rosato.
- Prima era color pesca, eh ?
- Uhm… Labbra bollenti, quanto è sexy !

"però è un peccato che sia nostro nemico" esordì Calì riferendosi a Malfoy "è COSì carino!"

"Calì da quando in qua ti droghi?" commentò Ron acido.
- Aya, devi dirci qualcosa ?
"sapevate che Malfoy è bisessuale?" domandò Lavanda, mentre Harry si voltava verso di lei tanto velocemente, da farsi venire il torcicollo.
- No, perché alla Bowling verrebbe un’ ernia dal ridere.

< CHE COSA? Malfoy, bisessuale?! Oh dio santo, e l'altro giorno in Biblioteca, quando mi ha baciato… non voleva solo prendermi in giro!…. Draco Malfoy mi stava… seducendo? > pensò il moretto imbarazzato.
- Sveglio, il nostro Otello, nevvero ?
- Che tedio, Tigellino !

"beh oramai non è più un mistero" commentò Hermione "lo sa tutta la scuola, che si diverte un mondo"

"Malfoy è famoso in tutta la scuola, per le sue storie con entrambi i sessi, e non ne fa mistero, anzi, sembra piuttosto fiero delle sue conquiste" commentò ancora la brunetta.
- “ Entrambi i sessi” cioè fratellini e sorelline : vai Draco, portati a letto pure la Sprite !

"e come fai ad essere così informata, sulla vita privata di Malfoy?" chiese ancora Ron.

"Ronald Weasley, scordi con chi è fidanzata!" esclamò Dean con un sorriso.

"Blaise Zabini!" commentarono in coro Ginny, Seamus e Neville (giuro e stragiuro che la prox one-shot che scrivo, la faccio sulla coppia HermioneXBlaise che io adoro! Non lo sopporto Ron! Nd Aya), per poi scoppiare a ridere allegramente.
- Blaise e Mione ? L’ Oscuro mi salvi !
***

Harry James Potter, in quanto Prefetto di Gryffindor, aveva la possibilità di usufruire del cosiddetto bagno dei Prefetti e dei Capo-scuola, che a detta sua, era un vero e proprio bijou.
- *o*

L’enorme stanza, era per lo più occupata da una grandissima stanza,
- Una stanza da cosa dovrebbe essere occupata, altrimenti ?
che assomigliava molto di più ad una mini piscina,
- Ah… Era una vasca ! ^o^
con la differenza che, la vasca era adornata da almeno una cinquantina di pomelli, che come Harry sapeva, se girati avrebbero lasciato fuoriuscire: bolle di sapone, shampoo, balsamo e bagno schiuma, d’ogni colore, sapore e odore.
- Tigellino, sto per vomitare, il bagno da checche isteriche è troppo !
Non solo pero, la vasca era anche decorata con quattro statue, che raffiguravano i quattro fondatori della scuola: Godric Grifondoro, Salazar Serpeverde, Tosca Tassorosso e Cosetta Corvonero.
- “Sono Tigellino, la mia Imperatrice sta riempiendo il catino, vi informa che ha un nuovo NO COMMENT da proporre, al servizio delle mie signore”.

Entrò nell’enorme bagno, con l’intenzione di farsi un paio di vasche,
- E’ una palastra ?
soprattutto per scaricate la tensione. Posò a terra la borsa piena di libri, si voltò chiuse a chiave la porta e per sicurezza insonorizzò la stanza. Dopodiché iniziò a spogliarsi. Poggiò su di una sedia il mantello, la sciarpa, i guanti, si tolse scarpe e calzini, e sbottonò infine la camicia bianca.
- E che ci frega ?

Fino a quel momento era stato certo d’essere solo. Non aveva visto nulla di sospetto, e soprattutto non aveva visto nessuno nella stanza. Ovviamente si sbagliava.
- Se no qui non si incontrano i fratellini…
E si accorse del suo errore solo quando, mentre si sbottonava i pantaloni, aveva alzato lo sguardo verso la vasca, e ci aveva visto una figura bionda e dagli indefinibili occhi argentati.
- Occhi argentati, ma cosa è un gatto vampiro ?

Draco Malfoy dentro la piscina, lo stava osservando con un indescrivibile ghigno malizioso, e com'ebbe da pensare Harry, notando il suo sguardo famelico, si era goduto interamente e in silenzio, il suo improvvisato strip-tease.
- Oh… Lord ! Dovevo tenermi leggera col cibo in questi sei mesi !

Harry arrossi come un bambino scoperto a rubare biscotti, e fece per riabbottonarsi i pantaloni, mentre la sua mente ritornava all'episodio di pochi giorni prima, quando Draco Malfoy lo aveva baciato con passione, e lui cosa ancora più esilarante aveva partecipato attivamente a quel bacio.
- Giusto : esilarante.
“eh perdonami Malfoy, non mi ero accorto che tu fossi nel bagno” balbetto, accorgendosi solo in quel momento del fatto che il signorino Malfoy, non sono lo stava mangiando con gli occhi, ma era completamente nudo all’intento della mini piscina, ma lui non sembrava minimamente preoccuparsi di questo. Anzi, sembrava a suo agio… anche senza veli.
- Senza veli : il Mayo Desnudo ?

“di cosa ti scusi Potter? Questo è il bagno dei Prefetti e dato che tu sei un Prefetto, è normale che anche tu lo utilizzi” commento sbuffando il biondo.
- Niente accenti, è il momento di far parlare i fratellini, prima ha parlato … Taccio, non amo certe amenità.

“allora è meglio che me ne vada, così da farti finire il tuo bagno” commentò il moretto imbarazzato, facendo per rivestirsi.
- La punteggiatura ci ha abbandonati : Tigellino, il lacrimatoio, presto !
“e perché dovresti andartene? Puoi fare anche tu un bagno, c'è posto per tutti” rispose mentre il sorriso malizioso, si allargava ulteriormente.

Neanche a dirlo, Harry Potter arrossi come un bambino.
- Sembra una scena di “ Puro e bello” sexy commedy anni ’70, Draco è Fenech.

“non ti dà fastidio?”

“nessun disturbo” confermò ridacchiando con una risata seducente.

A Harry vennero non solo i brividi ma la sua mente fu scossa da numerosissimi pensieri sconci, ma si diede mentalmente dello scemo.

< smettila di fare il coglione… è Malfoy > pensò cercando di darsi un contegno.
- Bravo, Harry, dillo all’ autrice !

Il giovane moretto sbottonò nuovamente i bottoni dei pantaloni, fece per sfilarseli, ma notò con imbarazzo, che Malfoy non aveva per un attimo, smesso di guardarlo.

“ehm Malfoy” biascicò imbarazzato, mentre la voce di Hermione che gli diceva ‘Malfoy è famoso in tutta la scuola, per le sue storie con entrambi i sessi, e non ne fa mistero, anzi, sembra piuttosto fiero delle sue conuiste’.
- La voce di Mione in flash back : pazzesco.

“che c’è Potter?” sbuffò non distogliendo però gli occhi dal petto scolpito del moro.

“potresti… ehm… girarti dall’altra parte?” farfugliò il moretto imbarazzato.

Malfoy in risposta scoppiò a ridere. Ma non la solita risata di scherno… quella era una risata sensuale, che risaltava come non mai, l’immagine esteriore angelica del biondo. E Harry dovette ammettere a se stesso, che Draco Malfoy era molto… sexy.
- Ed io che mi sto addormentando… Tedio…

“non ti facevo così pieno di pudore, Sfregiato!” lo prese per le rime, il biondino, posando la nuca sul bordo della vasca e chiudendo gli occhi. Harry deglutì a fatica, quando Malfoy gli concedette la visuale completa del suo collo perfetto.
- Sì, è Charlize Theron.

Poi con una velocità che avrebbe ingelosito parecchio Flash Gordon, si spogliò rimanendo completamente nudo (O.O O.O /|me sbavvv sbavv sbavv sbavvv!| l’autrice non si ritiene responsabile, per quello che scriverà in queste righe, poiché è troppo impegnata a sbavare sulla tastiera. È già difficile resistere ad un bel biondino nudo dentro una vasca da bagno… ma un moretto che si spoglia con me che scrivo la scena è troppo! Nd Aya), e si buttò in acqua, ad una considerevole distanza dal biondo. Ehm si sa com’è infondo, meglio prevenire che curare!.
- Tristezza infinita.

“io non ho * mai * avuto paura di te Malfoy… cosa ti fa credere che c’è la abbia adesso?” chiese con un tono incerto, lottando con il suo corpo perché non si risvegliasse. Cosa che gli riusciva particolarmente difficile in quel momento, visto che trovava la vicinanza di Draco Malfoy, nudo e in una vasca da bagno, a meno di due metri di distanza da lui, piuttosto compromettente.

“davvero? E allora perché stai tremando? Le cose sono due… o i tremiti sono di paura… o sono di.. uhm…” s’interruppe un attimo, come se fosse alla ricerca della paura adatta “… desiderio. Ma Sfregiato… non mi vorrai dire che mi vuoi?” s'informò ridacchiando appena “tu… Harry Potter, il buon vecchio saggio Gryffindor… che vuole il cattivo serpente Slytherin? Questa sarebbe da raccontare” disse ridendo compiaciuto, scivolando nella vasca, facendo in modo di trovarsi sempre più vicino al giovane Grifondoro, che cercava di nascondersi da lui.

“e chi ti dice che ti voglio Malfoy? Cosa ti fa credere che tu sia così irresistibilmente eccitante?” chiese tremando appena.

< e credilo Malfoy… sei veramente irresistibilmente eccitante… e se tu non fossi, Malfoy e il mio rivale, probabilmente ti sarei già saltato addosso > si ritrovò a pensare dandosi immediatamente del coglione.

“me lo dice il tuo corpo Harry! Non lo vedi che si sta tendendo verso me, e che desidera solo il mio tocco?” bisbigliò sedendosi accanto a lui, con le sue spalle che toccavano quelle del moro, che a quel piccolo sfioramento tremò di desiderio represso. Harry si morse le labbra cercando di non far uscire, un solo gemito dalle sue labbra. Draco capì la costrizione che si era costruito il moro, e sorrise seducente.
- Terrificante scena di seduzione, con il fratellino alla riscossa !
“Malfoy da quand’è che ti droghi?” commentò cattivo il moro,
- Aya, vuoi dirci qualcosa ?
cercando di nascondere la sua eccitazione “e soprattutto da quando è che cerchi di sedurmi? Non pensavo di interessarti sotto quest’aspetto. Non ti diverti già abbastanza di tuo? O sei frustrato sessualmente parlando?” domandò cercando di allontanarsi il più possibile da Draco Malfoy.

Il giovane Slytherin a quelle parole sorrise “qualcuno ulula di gelosia a quanto pare!”
- “ Ulula” è cosa è Black redivivo ?

“ma fanculizzati” fu l’educata risposta del Gryffindor.
- EUREKA ! Un nuovo verbo andrà ad impreziosire i nostri vocabolari e lo sentiremo in Parlamento, in bocca a dotti professori in Tv, verrà scritto in capolavori futuri, che i nostri figli studieranno ed ameranno : è nato “Fanculizzare”.

Il sorriso di Malfoy si allargò ancora
- “ L’ uomo che ride” ?
“mi piace Harry… e molto. E poi certo che mi diverto… ma sarebbe un’esperienza interessante, fare sesso sfrenato con te… che sei il mio rivale? Non trovi?” sorrise appena,
- Ridi pagliaccio ?
avvicinandosi sempre di più all’orecchio del moro, e poi con fare seducente, sfiorò con la sola punta della lingua, il lobo dell’orecchio. Potter a quel contatto si lasciò sfuggire un gemito sommesso, mentre il suo corpo continuava a risvegliarsi.
- Prima aveva raggiunto la pace dei sensi ? Che bello sentire i gridolini del moretto !

“e poi a dirla tutta cercavo di darti una mano… visto che il tuo corpo stà bruciando, e io posso aiutarti a prendertene cura” commentò puntando un lungo e affusolato dito, verso l’eccitazione ormai del tutto sveglia del moro, che attraverso l’acqua cristallina era ben visibile.
- E’ Tommaso Bruno ? Stanno facendo un rogo ?
Pausa di 10 minuti per risata continua.

Harry in quel momento desiderò profondamente di sprofondare.
- Lo desiderasse l’ autrice sarei più felice

Ma a Draco sembrava non importare, avvicinò il viso di più all’orecchio del moro, e iniziò a succhiare con forza la punta dell’orecchio,
- E’ un Eldar ?
mentre la mano destra vagava sul petto del giovane, sostando nelle parti che sapeva, gli avrebbero procurato maggior piacere, come il ventre, senza però mai toccare quel suo punto bollente,
- Ha il dolce forno nella mutande ?
i capezzoli inturgiditi un po’ dall’acqua e un po’ dal momento,
- I capezzoli turgidi tipo Moana Pozzi.
e poi sfiorò con quelle sue dita lunghe e fredde il collo da cigno del moro, mentre la mano sinistra, si avviluppava alla sua schiena e lo avvicinava a se.
- Lilith, perché, mio soave cigno nero, perché ?

“p-perché?” chiese Harry inarcandosi appena, quando le dita sottili e allungate del biondo, si strinsero sul suo capezzolo sinistro, per poi a tracciare con la punta del dito, cerchi concentrici sul petto del giovane cercatore Grifondoro.

“perché mi chiedi? Non ti piace?” chiese innocentemente il biondo, tornando a ‘aggredire’ l’orecchio destro del moro, con le labbra, la lingua e i denti. Con le labbra inumidiva l’orecchio, con la lingua ne tracciava i contorni, succhiando il lobo e la punta, e con i denti mordicchiava nei punti più sensibili.
- Grazie per la spiegazione, non l’ avessimo mai fatto…

Harry s’inarcò leggermente, trovando piuttosto piacevole il fatto che Malfoy, stesse praticamente divorando il suo orecchio.
- Draco The Cannibal
Il moro lo sapeva bene, che il collo come le orecchie, erano uno dei suoi punti più sensibili, e il biondo sembrava essersi accorto di questo, infatti, dopo un po’ la sua bocca scese lentamente, tracciando con la punta umida della lingua, una linea di rovente saliva, che percorreva la mandibola e dopodiché si soffermava qualche istante sul collo. Alla fine decise di raggiungere la sua meta finale, e baciò l’incavo tra il collo e le spalle del moro, Harry senza nemmeno accorgersene, piegò di più il collo, per dare maggior accesso al biondino.
- Il moro ed il biondino sono i protagonisti di un racconto di educazione sessuale pubblicato su “Top Girl” ?

“uhm… allora ti piace” ridacchiò con sempre le sue labbra poggiate sul collo da cigno del moretto, che rabbrividì dal piacere.
- Salvate Lilith, vi prego !
“c-continua” mormorò in preda al piacere il moro, che non aveva mai provato sensazioni simili. Non gli importava più nulla, non era rilevante il fatto, che stava chiedendo ad un ragazzo di scopare con lui, come non era rilevante il fatto che aveva chiesto a Malfoy, il suo nemico n°2 di scopare con lui. Sapeva solo una cosa che desiderava ancora su di se, quelle mani esperte, che lo toccavano, e quella bocca viziosa che lo lambiva. Nulla aveva più senso, se non il piacere.

“uhm… non pensavo che il grande Harry Potter, cedesse così facilmente alle mie avances, faciliti il mio compito Harry” mormorò mordicchiando il lobo “non pensavo di certo che ti lasciassi sedurre così da me… da Draco Malfoy” rise divertito scendendo sul collo da cigno del Gryffindor.

Harry a quelle parole sembrò rinsavire.

Cazzo aveva permesso a Draco Malfoy di sedurlo, e lui… lui… aveva accettato di buon grado quella sottile seduzione.
- Sì, ed a me è venuta un’ ernia a furia di ridere e vomitare contemporaneamente .

Non ci credeva. Cazzo lui non era… non poteva essere assolutissimamente gay!

Eppure… allora cosa significava tutto quello?

“BASTA!” gridò scansandosi da Draco Malfoy, che lo fissò basito. Prima gli chiedeva di continuare e poi interrompeva il tutto? Ma era forse tocco Potter?
- No è tocco qualcun altro…

“Questo tra noi due non può succedere!” scandì bene il Gryffindor sconvolto, allontanandosi il più possibile dal biondo Slytherin.

“perché no?” chiese calmo il giovane Malfoy.

“perché siamo due maschi”

“tra i maghi sono normali le coppie omosessuali, non lo sapevi?” lo interrogò ironico il giovane
- Ah … Sì… ? Voglio essere molto babbana, allora.

“pensi che questa cosa non scandalizzi anche a me? Ma mi sono ritrovato a desiderare con tutto me stesso, il tuo corpo. Harry io ti voglio… e mi vuoi anche te… cosa c’è di sbagliato in questo? Siamo solo due diciassettenni in preda di una crisi ormonale, e tu dovresti sapere quanto me, che a diciassette anni, sono gli ormoni a ragionare, e non certo il cervello. Che cosa vuoi che me ne importi se tu sei Harry Potter, e io Draco Malfoy… so solo che io ti voglio… e tu vuoi me… e così difficile fare due, più due?” chiese mettendosi dinanzi al moro, che lo guardò sorpreso. Erano occhi negli occhi, il verde smeraldo, lottava contro due splendide iridi argentate. Potter si ritrovò a pensare che non aveva mai visto, due occhi più belli dei suoi. E di una cosa fu sorpreso. Erano sinceri. Leggeva la sincerità in quegli occhi. Malfoy… anzi Draco… non si stava prendendo gioco di lui, lo voleva veramente. Come veramente lui voleva Malfoy… che cosa vi era di sbagliato in quello? Nulla. Cosa c'era di sbagliato nel desiderare un ragazzo? Nulla. E cosa c'era di sbagliato a desiderare, di approfondire la conoscenza del sesso con Draco Malfoy? Assolutamente nulla.
- Tigellino, il lacrimatoio, presto ! Siamo sul romantico !
E Harry si ritrovò ad osservare le mani del biondo, che oramai lo avevano chiuso,
- Cosa avevano chiuso ? NO ! NON VOGLIO SAPERLO !
e a desiderare che lo toccassero intimamente nuovamente, poi spostò lo sguardo sulle labbra sottili, invitanti e perfette, e desiderò che tornassero al loro vero posto, in altre parole sul suo collo.
- E io di tornare al catino del vomito.

“allora non mi vuoi?” chiese Draco innocentemente, avvicinando le labbra a quelle del moro, che questa volta non si ritrasse.

“Dio…” mormorò imbarazzato non riuscendo a spostare lo sguardo dalle labbra sottili “anche… anche io ti voglio” sussurrò a mezza voce, come se da quell’affermazione, ne valesse la sua vita stessa. Draco però, a quel sussurrò sorrise dolcemente, ed Harry tornò a chiedersi, come un sorriso, potesse cambiare così in meglio il viso di una persona.

Draco Malfoy si avvicinò ancora.

Sempre più vicino.

Adesso erano occhi negli occhi.

Labbra sulle labbra.

"anche io ti voglio"
- Questo pezzo deve essere costato ad Aya 8 mesi di aborti mentali.

S’osservarono un po’, come se avessero paura di fare qualcosa di terribilmente sbagliato, fino a che il biondo decise che era il momento di smettere di giocare, e di iniziare a fare sul serio.
- Si sposano ?

"ma non qui…" biascicò imbarazzato il moro "qui potrebbe entrare chiunque"

"e allora dove? Un posto che sia vicino a questo però! Non sono sicuro di resistere a lungo, e potrei avere la pazza idea di fermarmi in mezzo ad un corridoio, e scoparti lì" commentò mentre Harry arrossiva impacciato.
- Mastro Gazza apprezzerà, e così Silente, la McGranitt, Piton ed i parenti dei ragazzi.

"nella camera delle necessità" fu la risposta del moro,
- O… My Lord !
"ma come puoi chiedermi una cosa del genere?" chiese sorpreso, indicando con un lungo dito il 'suo amico' oramai del tutto sveglio "… ma vedi cosa mi fai? E tu mi chiedi di resistere fino a stanotte? Fottiti Potter" esclamò imbronciato.
- Non hai mica un cancro, risolvi da solo, biondino !
La storia prosegue con la ricerca del luogo ove sfogare la lussuria, con parole futili ed “amici” bollenti, non se fa nulla, e Draco resta con suo fratello.
Tigellino : Missione compiuta !

Current Mood: annoyedannoyed
Current Music: "The Passion of the Cristh" OST

Sep. 27th, 2004

02:16 am - Le entrate e le uscite di Sevvy e Lucius : lingua mortal là si posa...

Signori, siamo di fronte ad feroce atto d’ accusa alla punteggiatura ed alla grammatica italiana, l’ Autrice, celando il suo intento nell’ ennesima storia su Lucius perverso amante e Severus ritroso giovinetto, urla al mondo intero il suo “ No, alla sintassi”, ma ovviamente ci delizia con la pregevole pateticità del testo.
Seguitemi, dunque, là, ove nessun uomo è mai stato prima !

“SBAGLI e RIMPIANTI”.
Un titolo semplicemente adeguato al talento dell’ Autrice, lampante segno di una futura redenzione, nella quale noi tutti speriamo e preghiamo il Signore Oscuro del mondo e il Dio dei Cieli.
“era successo di nuovo, quei maledetti Marauders gli avevano di nuovo lanciato un brutto tiro, “.
- Il primo fendente alla punteggiatura ed alla logica consequenziale degli eventi, la nostra temeraria Autrice, inizia l’ intera… Ehm… Chiamiamola “ opera” per praticità, con “era” privo di un soggetto, che trarrebbe tutti in inganno, se pensassimo alla banalità, in ogni modo, guardiamo oltre : i Marauders, nella testa della giovine, devono essere una squadra di basket o calcio, giacché “lanciano brutti tiri”.
E’ scontato correggere la frase e considerarla un pessimo inizio, perché andremo oltre.

“quello stesso pomeriggio, appena uscito dalla biblioteca quel maledetto Black e il suo compere Potter gli avevano teso un’imboscata”.
- Si era capito che erano dei maledetti, quindi ripetere l’ insulto per Black ( pur avendo la mia solidarietà emotiva) ha la classe di un rutto al ristorante.
- La scrittrice è un’ erede di Lino Benfi ! Il simpatico nonno Libero della TV che parleva pugliese, come il compere Potter. Gaudio !
La comicità tanto amata dal nostro Lonnie ritorna a noi !
- Quanta tensione viene seminata con “ teso un’ imboscata”, sembra un racconto di partigiani durante la Seconda Guerra Mondiale, come è reso efficace il clima di terrore vissuto dal protagonista ( e pure da chi deve leggera questa “cosa”).
“si erano girati a vedere come era ridotto e avevano osato ridere della sua condizione, e ora era più infuriato che mai
sarebbe andato da Severus dopo cena, almeno avrebbe potuto sfogarsi con lui”.
- Insudiciato di gelatina verde il nostro Malfoy medita di trovare consolazione dal suo tenero innamorato ! Tigellino, il lacrimatoio, presto !
- La linea temporale che l’ Autrice, sapientemente riscrive, non si limita a posizionare Lucius come coetaneo dei Malandrini, ma pure oggetto di scherno. E’ … Aiutatemi voi a trovare un termine educato a questo colpo di genio…
“ trascinò Severus nella stanza del ragazzo che sapeva essere deserta a quell’ora”.
- Ora, le camere rimanevano deserte di notte è ovvio : devono copulare come caprette nel parco, oppure nella sala comune, lasciando il baldacchino di lussuria ai due focosi Serpeverde.
- Questa frenetica attività sessuale, spiega la certezza di Malfoy.
“Severus sapeva che quando Lucius era arrabbiato non bisognava contraddirlo, e a quanto poteva capire era ancora molto arrabbiato per quello che quei maledetti avevano osato fargli”.
- Non sto sognando, mio Lord, Severus è stato chiamato “ Il moretto”, come lo spasimante traditore di una nota canzone montana ?
- Ho omesso che Severus non riusciva “ A stargli dietro”, poiché commentarlo significava andare sul pecoreccio, o illudersi che fosse una corsa campestre; ma spiegando la situazione con raffinato distacco dirò che Lucius abusa di Severus quando irato.
- Maledetti… Di nuovo, ebbene, sono io a ripeterlo, ma con la variazione al femminile, che l’ Autrice ignora, perché Lucius ( od un uomo qualunque) non andrebbe mai a letto con una donna, vascello del Demonio, anima impura… Vade retro !
“Il bel Malfoy cominciò a spogliare Severus che non controbatté, ma appena il ragazzo si posizionò tra le sue gambe cominciò a opporsi
“no! ti prego Lucius! Non così! Ti prego!” lo implorava sapendo già che non lo avrebbe mai ascoltato, e mentre Lucius entrava nel corpo morbido e caldo di Severus con una spinta violenta e sadica Severus urlò di dolore e cominciò a piangere da tanto era il male procurato dall’altro”.
- Il bel Malfoy, Severus che non controbatte, forse perché doveva “opporsi”, e poi Lucius ( tutto Lucius desumo), si posizione fra le gambe di Severus, che stava praticando una spaccata, che aveva gambe talmente storte da permettere a qualcuno di straci dentro… Ragazzi, ma cosa posso aggiungere io, miserevole autrice di novelle ?
- Il corpo morbido e caldo ?
E’ un essere vivente od una trapunta ?
Come poteva essere morbido, Severus, se era stuprato ?
- Ah… Leggete, adoarate dell’ entrata… In scena, di Lucius con spinta sadica e violenta, che fa tanta bua al piccolo Sev…. Lucius il Trivellatore !
Severus il Piagnone !
Meraviglioso, sono stupefatta.
“Dove erano tutte le belle parole che gli sussurrava all’orecchio e i dolci baci che si scambiavano solitamente?”.
- “ Solitamente” cioè a lezione, a pranzo, nel giardino, a cavallo della scopa, nella doccia… La solita Hogwarts dei pomicioni checche.
“Lucius sentendo il grido disperato del ragazzo sotto di lui si rese conto di quello che aveva fatto e uscì da Severus, che ancora piangeva, ritrovandosi con il pene sporco di sangue “.
- Tigellino, il lacrimatoio, presto !
- Il signor Malfoy ha una falce al posto del pene, come è riuscito a ulcerare il retto del piccolo Severus ?
- Piango pure io… Fa male, tanto male, sento Dante prendere a pugni la propria tomba…

“Inorridito dalla sua inaudita violenza girò Severus a pancia in giù e cominciò a leccare il rivolo di sangue che fuoriusciva delle natiche del moro, che ancora piangeva disperato”.
- Ministro Sirchia, ma è igienico lambire una zona così a contatto con germi e batteri ?
- Signor Malfoy, ben più del sangue troverà.
CHE SCHIFO ! Mi mancava questo siparietto immondo.
““S-scusa… scusa Sevvy, scusa” continuava a ripetere il biondo, ma Severus non lo ascoltava neanche
Lucius spaventato dal mutismo del ragazzo lo prese tra le braccia stringendolo, e più vedeva che Severus non ricambiava l’abbraccio più lo stringeva a se
Poi Severus come risvegliato dallo shock cercò di allontanare Lucius”.
- Sevvy ? Oh, my Lord… Rivoglio la lingua di Lucius nel ( autocensura).
- Sono io a voler scacciare questa immondizia pseudo “Romantica”, come proclamava l’ Autrice.
“Lucius vattene” gli disse con ancora le lacrime agli occhi
“Scusa Sevvy, ti prego non mi cacciare! Non lo farò mai più! Ti prego!” ma Severus era irremovibile
perché doveva sempre trattarlo così? Diceva di amarlo tanto, ma ogni tanto se ne scordava, e ultimamente succedeva sempre più spesso, non era però mai arrivato al punto di fargli così tanto male, addirittura di violentarlo!
“ti prego, vai via” gli disse ancora stancamente
“ma io, io non volevo, scusa! Ti prometto che non succederà mai più!”
“VATTENE!” gli gridò ancora Severus e Lucius sciolse l’abbraccio e rivestitosi se ne andò “.
- Tigellino, il lacrimatoio, presto !
- L’ Autrice mi spiega cosa considera una stupro, se non un rapporto forzato da una volontà ?
- La scena finale mi fa venire in mente una telenovela venezuelana anni ’80 e visto il clima è un complimento.
“passarono un paio di giorni e Severus appena incontrava Lucius per i corridoi cambiava strada, mentre l’altro cercava di rincorrerlo dappertutto e di trovare sempre un modo per spiegarsi, quel giorno l’aveva finalmente individuato nei corridoi e gli corse vicino
“senti Severus so che sono stato uno stronzo” ma il moro gli tappò la bocca con la mano
“vuoi che ci sentano tutti?” gli disse acido
“vieni con me” e lo trascinò in un angolo isolato
“cosa vuoi ancora da me?” gli chiese sempre più irritato
“vuoi per caso violentarmi di nuovo? Non ti è bastato l’altro giorno?” gli chiese con la voce che tremava cercando di reprimere le lacrime
“no, non lo farei mai, ti amo Severus, devi credermi, io non ti farò mai più una cosa del genere, non mi lasciare così Severus, io ti amo…” tentò il bel Malfoy che per riprendersi l’amore di Severus sarebbe stato disposto a prostrarsi ai suoi piedi purché tornasse con lui”.
- Tigellino, il lacrimatoio, presto !
- No, Severus, non è stronzo Lucius… Spiace dirlo, ma iniziò ad arrabbiarmi io !
- Oh… Sì, il bel Malfoy ai piedi del Moro ( Otello ?), le frasi da “ Casta e pura”, la folla di studenti e Lucius che rincorre qualcuno : straziante per la mia mente !

“non lo so Lucius, mi hai fatto molto male questa volta, e non parlo solo del mio corpo, mi hai anche ferito dentro, ti sei fatto prendere dalla rabbia e te la sei presa con me che non centravo niente, come posso pensare che non lo rifarai più?” chiese seriamente per poi voltarsi e sparire di nuovo nella folla che gremiva i corridoi”:
- Tigellino… Bravo ! Sei diventato veloce.
- Monologo intenso, vibrante di passione, dolore, incertezza, amore e disperazione.
- Sta arrivando il Velo Pietoso che ho invocato ?
“successe tutto quella sera…”.
- Nimue lasciò i figli a Molly e minacciò l’ Autrice di morte. Il signor Malfoy, come ricompensa, rinnovò il guardaroba dei gemelli.

“Severus stava leggendo un libro nella sala comune, quando una massa di ragazzine si precipitarono all’entrata del sotterraneo
chissà cosa stava succedendo, Severus non si curò molto delle oche e continuò a leggere il suo impegnativo libro
ad un tratto qualcuno gli si parò davanti e Severus alzò lo sguardo per vedere chi fosse
restò sconcertato nel vedere Lucius, non tanto per il sorriso che aveva stampato in faccia, più che altro era perché si era tagliato i suoi meravigliosi capelli d’angelo
fece cadere il libro alzandosi di scatto, così da trovarsi faccia a faccia con Lucius
“perché?” gli chiese sconvolto il moro non capendo il gesto del ragazzo più vecchio
“si dice che quando si ha una delusione amorosa ci si tagli i capelli” gli rispose
“sei stato uno scemo” gli disse con dolcezza
“non sai quanto sono stato più scemo a farti del male” disse tristemente Lucius”.
- Sì, scemo è un termine adatto.
- E chi è rimasto traumatizzato dalla lettura di questa “storia” cosa taglia ?
Posso suggerire ?


“vieni e non fare storie” disse Severus senza guardarlo in volto, per non dargli la soddisfazione di vedere quel meraviglioso sorriso che aveva sulle labbra che incorniciava il suo bel viso magro
giunsero davanti al laboratorio di pozioni, e Severus aprì la porta
“cosa ci facciamo qui? Se ci scopre il prof ci ammazza!” disse spaventato il temerario Malfoy che però di certo non era stupido da farsi beccare a tarda sera nell’aula del professore meno disponibile della scuola
“non ti preoccupare, a me ha dato il permesso di venirci quando voglio” disse orgoglioso Snape
in meno di due minuti si era messo a trafficare con un calderone e a buttarci dentro degli strani ingredienti
“cosa fai?” chiese Lucius andando vicino a Severus che lo zittì
“stai buono, sto lavorando, se non mi concentro non viene bene!” disse tutto indaffarato”.
- Esatto, concentrati, o mi farai vomitare di nuovo ! Coraggio, ci puoi riuscire !

“mettine tre gocce sulla lingua e poi bevi un bicchiere d’acqua” gli disse porgendogli un bicchiere colmo d’acqua e la boccetta
“perché l’acqua?” chiese Lucius ingenuamente”.
- Non è più logico chiedere : “ Che mi stai facendo bere ?”.
Misteri…

“poi trovarsi le labbra di Severus sulle sue, poi Snape passò la lingua sulle labbra morbide del biondo, impaziente di approfondire il bacio, e mentre i capelli di Lucius ricrescevano a vista d’occhio Severus cominciò a giocarci”.
- Io ho già riempito due catini di vomito, pensa un po’…
- Come si gioca con una lingua ? La si palleggia ? La si tira ? La si usa come pedina ?
No, seguitemi e vedrete dove finisce una lingua ( e tutta la storia ).

“Lucius finalmente ricambiò il bacio stringendo a se il piccolo Severus, intenzionato a non farselo scappare
Severus spostò le mani fino ad afferrare i glutei sodi di Lucius, quanto gli era mancato quel corpo da favola, quegli occhi di ghiaccio, quel dolce sorriso che faceva solo a lui, e poi, mille altre cose che facevano solo loro due
poi finalmente Severus staccò la sua bocca da quella di Lucius
“te l’avevo detto che non mi piaci con i capelli corti” gli disse Severus con un sorriso
“vuoi dire che non mi lasci?” chiese al settimo cielo Lucius
“no, non ti lascio, a patto che tu mi prometti di non farmi mai più una cosa simile”
“no, te lo prometto!” gli disse con un sorriso che valeva più dell’oro
“vieni con me, la mia camera è libera” gli sussurrò all’orecchio Severus
si avviarono felici verso la stanza di Severus e appena entrati cominciarono a spogliarsi dolcemente,
quanto gli era mancata la presenza l’uno dell’altro, e ora erano finalmente insieme”.
- Glutei sodi come due rocce, eh ?
- Che bello quando le due checche vanno felici nella camera perennemente vuota di Sevvy, vero ?
Lì è come quando nel carcere cade la saponetta, solo 2 restano nel bagno.
- Non vi è venuto da piangere ? Neanche quando la chioma di Lucius è cresciuta fluente, come ad una novella Lady Godiva ?
- E non vi siete incuriosite delle mille cose che facevano solo loro ( niente orgia) ?
Cuori di pietra !
“quanto gli era mancata la presenza l’uno dell’altro, e ora erano finalmente insieme”.
- Chi ? Cosa ? A chi manca la presenza di chi ? Ma come è scritta questa frase ?
A dopo la scoperta…
“continuarono ad accarezzarsi lentamente mentre gemevano sempre più forte, fino a che la mano di Lucius si fermò ad accarezzare il membro di Severus portandolo all’erezione
poi si interruppe per andare a toccare tra le natiche di Severus che subito emise un gemito però di dolore, la pelle era ancora in fase di cicatrizzazione e quindi la ferita non era ancora del tutto rimarginata
Lucius baciò e leccò tra le natiche del compagno, mentre l’altro era attraversato da scosse di piacere
poi si abbracciarono a lungo,
quando Severus sciolse l’abbraccio andò leccare tra le gambe del compagno che gemeva di piacere, poi si concentrò sulla sua parte preferita prendendolo completamente in bocca
Severus cominciò a succhiare dolcemente e permise a Lucius di venire inondando la sua bocca
Severus si perse di nuovo nell’abbraccio del compagno che cercava di far ritornare il suo respiro alla normalità
“ti amo Sevvy” gli disse dolcemente Lucius
“anche io ti amo” e si posizionò sopra il corpo di Lucius, che presolo per i fianchi lo guidò a una meta precisa
“cosa fai?” chiese Severus imbarazzato, non era mai stato lui la parte dominante, e farlo così lo metteva un po’ a disagio
“ti faccio entrare” gli rispose senza troppi problemi Lucius”.
- WOW… Quanti orgasmi d’ adolescenti a questo punto !
- Entrare, uscire, ma siamo in un bar ?
- Leccare il punto oscuro è… E’… Disgustoso !
Se all’ autrice piace tanto… Lo faccia a qualcuno… Ma noi cosa c’ entriamo ?
- Scusate la volgarità sopra, io non entro mai, per ovvie ragioni anatomiche.
- Non chiederò mai più ad un ragazzo : “ Vuoi entrare ?”.
Severus spinse dentro mentre Lucius si lamentava flebilmente per l’intrusione
Severus era arrossito non poco, sia per lo sforzo sia per l’imbarazzo
“sei bellissimo quando arrossisci” gli disse il ragazzo sotto di lui, che ottenne solo di farlo arrossire ancora di più
passato il momento Severus cominciò a spingere con spinte poderose e dolcissime allo stesso tempo
Lucius assecondava gemendo le spinte di Severus che si facevano sempre più incalzanti, mentre anche i loro gemiti aumentavano di volume, e alla fine vennero insieme gridando l’uno il nome dell’altro
“hai visto, sei stato bravissimo!” gli disse Lucius
“questa era solo la prima volta, ma dovrai abituarti” gli disse ancora abbracciandolo mentre tirava il lenzuolo fino a coprirli
Severus era al settimo cielo dalla felicità e abbracciò stretto-stretto il compagno che sorrideva felice alla felicità del ragazzo che amava
Si addormentarono insieme abbracciati felici per la loro splendida unione ritrovata.

**FINE**

--Georgia Lupin—“.
- Che bello, è entrato pure Sevvy ! Ha spinto ! Ha lambito ! Gaudio ! Letizia !
- Tigellino a quanti lacrimatoi stiamo ?
O… E’ arrivato il Velo Pietoso.
Vado a… Uhm… Devo… Sì… Ehm… Entrare nel letto.
Amore, non essere geloso, e poi lo faccio ogni notte !.

Current Mood: nauseatednauseated
Current Music: "Sexy thing" Hot Choccolate

Sep. 25th, 2004

06:29 pm - Il Triangolo di noia e tristezza

Ho letto il primo capitolo del lavoro di Lyla, ed ad essere sincera non ho riscontrato gravi lacune grammaticali, persino la sintassi segue una logica lineare e precisa, ma ha una pecca, una colpa imperdonabile : è una storia legata alla noia, a scarsa inventiva personale ed al solito, tristo problema dell’ omosessualità in un testo ispirato al Professor Tolkien.
J.R.R. Tolkien era un uomo d’ immensa cultura, di un talento tanto acuto da rasentare la genialità, ma nel privato conservava una fede cattolica, praticata con immutata intransigenza e severità, arcaica, incurante del passare degli anni.
Era un uomo che avrebbe citato i Testi Sacri per commentare un rapporto gay, e sicuramente l’ avrebbe disapprovato; era anche l’ uomo che accompagna ad un sala da tè la moglie di religione ebraica d’ un amico, in seguito constato lo scarso rispetto mostrato alla signora, fece un reclamo al direttore del locale e non vi mise più piede, era anche il padre che faceva pregare i figli in latino, perché gli Angeli li sentissero.
Era uno scrittore, era un vecchio gentiluomo inglese che MAI avrebbe consentito queste copulazioni selvagge tra personaggi, queste laide sfumature, che insozzano l’ ideale puro e concreto ( lo è se vi si crede) nell’ amicizia, ed è questo che deploro a Lyla, a tutti quelli che travisano il significato del libro, riducendolo ad una parata di gay, lesbiche, debosciati, etere ed incestuosi legami, quando non descrivono le folli notti di Aragorn e del suo cavallo ( che non chiamava Brego, quello era un Re di Rohan !).
Passiamo alla fanfiction :

“Frodo si svegliò di soprassalto nel cuore della notte. Un altro incubo, e un’altra visione di Gandalf. Lottava contro il Balrog che l’aveva portato via dalla vita terrena e precipitava, precipitava trascinato dalla creatura di fuoco, fino a cadere in un lago gelato…”

Ecco la prima falla : copiare la sceneggiatura ( ma su ciò torneremo più avanti), ora, se Frodo riteneva che il Balrog avesse condotto Gandalf via dalla vita terrena, perché s’ era scordato che era un Istar, allora come può vederlo combattere ?
Nel film, nel libro, Frodo sa che Gandalf non è morto precipitando, ma ha lasciato le spoglie umane, dopo perigliosa battaglia, e così avvenne.
Non è mai caduto in un lago gelato ( era alla crema ? Era al pistacchio ? Era all’ Erbapipa ?), ma in cima ad un monte, perché i due combatterono a lungo, e la voce di sir Ian McKellen lo spiegherà tra circa venti minuti, nel film, si capisce…

“”Cosa c’è, padron Frodo?” esclamò Sam, avvicinandosi a lui preoccupato. Frodo lo abbracciò. “Niente, Sam, niente! Sempre il solito incubo…se non ci fossi tu qui con me, credo che mi getterei nel baratro dall’alto di queste fredde rocce!” mormorò Frodo, stringendosi a Sam, tremando. L’amico lo guardò amorevolmente e ricambiò il suo abbraccio. “Capisco come vi sentite…Ma non preoccupatevi…presto ci libereremo dell’anello e potremo vivere felici e in pace nella Contea!” disse Sam, cercando di consolare l’amico. Rimasero così, nel freddo della notte, mentre il vento gelido sferzava le rocce intorno a loro. “

Tigellino, il lacrimatoio, presto !
Questa parte di sceneggiatura storpiata alla “ Frodi di via Saccoforino” fa cadere le… Braccia !

“Il sole era sorto da poco, ma la mattina seguente i due piccoli hobbit stavano già scendendo dalla parete rocciosa. “Non riesco a vedere il fondo!” gridò Frodo, scorgendo il vuoto sotto di sé. Sam si mosse improvvisamente per raggiungerlo, ma successe qualcosa di inaspettato”.
Un salto narrativo brusco, come lo stacco d’ una macchina da presa, ma un film è ben altra cosa.
Il sole era sorto la mattina di cui narri od il giorno prima ?
Perché evidenziare che gli hobbit sono piccoli, impauriti come donzellette che vengono dalla campagna ?
Non è un racconto dell’ amore di due maschi, è un rapporto saffico !

““Cosa c’è in questo pacchetto, Sam?” chiese Frodo con curiosità, scorgendo Sam al suo fianco. L’hobbit sembrava imbarazzato. “Ehm…io pensavo…ecco…di darvelo più tardi…Apritelo!” esclamò rivolgendosi a Frodo. Quest’ultimo notò con curiosità che il colorito dell’amico era divenuto ancora più accentuato…Si accinse ad aprire il pacchetto. Non potè trattenere un’esclamazione di sorpresa. Era un fiore, un fiore rinsecchito di un colore spento, ma la cui provenienza era inconfondibile…”Sam…ma…” Era un fiore della Contea, di quelli che lui giudicava i suoi preferiti, e che Sam aveva curato per anni in quanto suo giardiniere, facendoli crescere tutt’intorno alla sua caverna hobbit. Frodo sentì che una lacrima stava scendendogli lungo la guancia, e non trattenne le altre che la seguirono.”.
1)Sam aveva lo scrigno donatogli da Galadriel, con la sua benedizione alla terra, e gli tornerà ben utile al rientro nella Contea. E per lo scrigno della Dama si sarebbe fatto torturare pur di non cederlo, poiché era fra i tanti che confidavano nella Dama della Luce.
2) Sam parte con il fiore preferito da Frodo ?
Dimmi che è un intermezzo comico, che non è Frodo, ma una sorella gemella romantica e svenevole.
Tolkien, perdona loro, perché non sanno quello che fanno !
““Volevo consegnarvelo nei momenti più bui…” mormorò Sam, guardandolo negli occhi con affetto. Frodo lo abbracciò. “Oh, Sam, mio caro Sam…grazie…grazie!”. Ma si scostò poco dopo, sentendosi strano. “Sono contento che vi sia piaciuto!” disse Sam sorridendo, e si avviò per un sentiero tra le rocce. Frodo restò indietro a guardarlo, sentendosi pervadere da un nuovo sentimento mai provato prima. “Venite, Padron Frodo!” gridò Sam da lontano, e l’hobbit si mosse verso di lui, il cuore in tumulto.”

1) Vedo la scena : Sam s’ inginocchia e porge a damigella Frodo un fiore… Catino per il vomito, grazie !
2) Il tumulto è la tomba di Tolkien che si scoperchia, non andrò sul trucido insinuando alza stendardi dei piccoli hobbit, ripeto che avere come modello la cara Elisa di quel di Rivombrosa non è sinonimo di qualità !

“Si ritrovarono in un’altura da cui potevano dominare l’intero inferno che li aspettava. Il vulcano attirò il loro sguardo. “Mordor…il solo posto che non dovremmo raggiungere ed il solo posto dove dovremmo andare. E dove non riusciamo andare. Ci siamo persi, padron Frodo!” mormorò Sam, preoccupato. “Gandalf non voleva che prendessimo questa via”, aggiunse. “Non voleva che accadessero molte cose, ma sono accadute!” gli fece eco Frodo, preoccupato. Sam gli porse del pandivia elfico e i due gli diedero solo un morso. Era più che sufficiente.”
1)Lemba o Pandivia, elfico è superfluo, perché solo gli Eldar ed i Silvani potevano produrne.
2) Questo è plagio di sceneggiatura, perché non c’ è pure un frame by frame ?
Un omaggio agli sceneggiatori ?

Peter Jackson, abbi pietà di loro !

“ Tentò di riprendersi, comunque il peggio era passato. Sam era a pochi centimetri da lui…il suo cuore cominciò a battere forte, e non potè fare altro che fissare gli occhi verdi/castani dell’amico in preda alla stessa emozione che lo aveva invaso quando Sam gli aveva regalato il fiore della Contea. Era già da diverso tempo che la vista di Sam gli provocava forti fitte al cuore…Era ancora suo amico…o era diventato molto di più?”
1)Bacinella per il vomito ! Scene gay romantica con sguardi tra il lussurioso ed il malizioso… Presto !
2) Rispondo io : Sam era molto di più d’ un amico, era un compagno, una fiducia, un pilastro per Frodo e lo stesso per Sam : l’ essenza dell’ amicizia cavalleresca e scusate (Tolkien) se è poco.

Lyla, carissima, ripassati il libro, leggilo, documentati, dai più forza ai rapporti tra i personaggi, più emotività, non è una fiction TV per rilassare gli spettatori, guarda nelle sfumature, leggi fra le pieghe di un romanzo di “persone e natura”, di un film spettacolare e profondo.
Rimandata al 22 Settembre, ok ?

Current Mood: blahblah
Current Music: "Love song for a vampire" Annie Lennox

Sep. 15th, 2004

11:16 pm - Organizzasi Pellegrinaggio

Si organizza per il 23 ottobre un pellegrinaggio di preghiera al santuario delle dee.

Programma

4:30: Partenza da "The Leaky Cauldron" nei pressi dell'ingresso di Diagon Alley, viaggio in Nottetempo GT
9:30: orario previsto per l'arrivo a destinazione
Tour guidato del tempio
Partecipazione ai riti premeridiani
13:00: pranzo al sacco
15:00: visita al luogo della prima apparizione delle dee, seguito da tour guidato a Malfoy Manor
18:30: raduno davanti ai cancelli del tempio e partenza
23:30: orario previsto per il rientro

Quota di partecipazione: 3o €, cero incluso.
Per ulteriori informazioni e adesioni, contattare Rose Black

Sep. 9th, 2004

10:22 pm - +Un Incantesimo... Innovativo+


Stavolta nessuna premessa... vi presento "Harry Potter e... la Chiavata Universale": questo è il titolo della Fanfiction di cui parleremo oggi!

"Hermione era sola nella stanza delle ragazze del settimo anno e si stava preparando per la notte, ormai era abituata a dormire solo con un top largo, molto scollato e senza indumenti intimi, lo considerava comodo e la mattina faceva più infretta a vestirsi. "
Quindi... un top e nient'altro? Neppure un paio di mutandine?! Ma è davvero anti-igienico!!!
Ed Hermione, che è così intelligente... dovrebbe pur comprenderlo!
Ma poi... e tutte le sue compagne di dormitorio?! Praticano tutte il nudismo?! Tutte svergognate? Saranno anche tutte ragazze, ma per carità!

All'improvviso la porta del dormitorio si spalancò con violenza e (Hermione era ormai sotto le coperte) entrò Ron con una faccia strana, la ragazza molto meravigliata per la sua presenza gli domandò "Ron! Che ti prende! Che è successo? Perche sei qui?" e lui alquanto agitato rispose "io... io... non ce la faccio... ti voglio, ti desidero!!!'' corse fino al letto di Hermione, le tolse le coperte di dosso e si gettò su di lei, la ragazza, che intanto non aveva più il top, non voleva farsi sottomettere da qualla furia e così ''scommò e sang'' (picchiò a sangue) Ron tanto da mandarlo K.O.
Omettiamo una cosa: Ron non poteva arrivare nel dormitorio delle ragazze... se avesse provato a salire, le scale si sarebbero inclinate! Ma non conta...
Torniamo a noi: dove è finito il top di Hermione?! Strappato via con le coperte?! Oppure la nostra Herm se lo è tolto non appena visto il ragazzo?


...A questo punto, per riassumere, Harry Potter, in mutande, e spaventato dall'assenza di Ron... arriva anche lui nel dormitorio di Hermione (tutti lì, eh?!). Ovviamente tutte le altre ragazze, evidentemente, poltrivano con sonno molto pesante...
Harry, visto Ron a terra, ed Hermione nuda nel letto... si eccita, si "strappa le mutande" e le salta addosso.
Hermione tenta di malmenarlo, ma Harry riesce a bloccarla, e...

D'improvviso, mentre il ragazzo cominciava a baciare Hermione appassionatamente scatenando una vera e propria battaglia di lingue e Ron cominciava a riprendersi, l'ambiente intorna a loro mutò, Harry aveva poggiato la gamba su un bottone che si rivelò essere una passaporta. Lui, Ron, Hermione e il baldacchino si ritrovarono nella Camera dei Segreti, due figure si stavano avvicinando al letto dove c'erano due ragazzi eccitati come non mai, entrambi sopra una povera creaturina [povera! creaturina! Si vabbè tanto per scrivere ^^NdA Mikisainkeiko^^] Le ombre erano Tom Riddle e Voldemort, un ragazzo e un adulto, che dissero "Ha ha ha!!! Ci rivediamo Harry Potter ora che ci siamo divisi in due entità ti sara difficile sfuggirci.
La "battaglia di lingue" è... è... lasciamo stare!
Al momento la mia curiosità è un'altra: ma questo "bottone" su cui Harry poggia la gamba?! C'è un bottone sul letto di Hermione (e poi... è un bottone come quelli cuciti sulle giacche, o un pulsante, o cosa?) ?! Messo appositamente lì per attirare i ragazzi?! Eh, giusto... Voldemort sapeva che Harry e Ron erano due porcelli e che avrebbero tentato di possedere Hermione in pieno dormitorio... no?
E notate che Voldemort & Tom non fanno una piega davanti ai tre nudi e promiscui... ma come sappiamo "Lord Sex Bomb" è abituato a tutto!

Ti uccideremo'' ma si bloccarono subito appena videro Hermione nuda sul letto com Harry e Ron che se la facevano a turno [certo che Ron si riprende in fretta^^NdA Ayame^^] e lei intanto diceva ''si Viktor vai, vai" pensando a Viktor Krum. Davanti a quella scena Tom Riddle e Voldemort non poterono far altro che polverizzarsi, le loro menti occupate da quella vista per loro irrealizzabile.[Sì, perchè Voldemort che tromba non ce lo vedo proprio^^NdA Ayame^^][lui deve pensare a comquistare il mondo... ^^NdA Mikisainkeiko^^]
Mmm... e quand'è stato che Ron è risalito sul letto e si è unito alla festa?!
Ma non è questa la cosa più importante... Hermione, vinta ogni resistenza, si è concessa ad entrambi! E per giunta davanti a Voldemort sdoppiato! Tutto merito dell'afrodisiaco pensiero su Krum...
Logico, no? Invece di dedicarsi al combattimento... Potter ed il Weasley hanno creduto migliore l'idea di sollazzarsi. Ma non si dice forse "Carpe Diem"?! Cogli l'attimo... fornica oggi... dopo muori (forse).
Però, ad onor del vero, questa Autrice ha un grande merito: Lord Voldemort non è una Sex Bomb!!! Anzi... tutto il contrario! Questa è la vera originalità!

Ed ora... il FINALE TRAVOLGENTE!!!
Il Grande Signore Oscuro era stato sconfitto da un nuovo incantesimo del fantastico trio: CHIAVATUM LEVIOSA [un incantesimo pratico senza bacchetta ^^NdA Mikisainkeiko^^][veramente la bachetta ce l'hanno incorporata nelle parti basse...^^NdA Ayame^^] Passò la notte [se ne sono fregati altamente di Voldemort hanno continuato a farlo anche nella Camera dei Segreti^^NdA Ayame^^] e quando i tre ragazzi si svegliarono nel letto di Hermione, ormai tornato nel dormitorio femminile, lei disse "Ragazzi?'' ''mmm'' mormorarono loro all'unisoro beatamente posati sul suo seno ''c' facimm nata bella chiavat?'' (ci facciamo un altra bella chiavata) E loro '' siiiii ''

Non voglio dire altro... non voglio dire nulla... ma questo, questo... il "Chiavatum Leviosa"... questo suberbo incantesimo... avrebbe mai potuto lo stesso Albus Silente fare tanto?!
Chiavatum Leviosa...
Come disse Amleto... "tutto il resto... è silenzio!".

Current Mood: complacentcomplacent
Current Music: Persephone, the Gatering of Flowers

Sep. 5th, 2004

10:22 pm - Gemme perdute

Ovvero, quando ero giovane e inesperta



                Questo periodo dell’anno mi rende così nostalgica ed è inevitabile che il mio pensiero torni a quando ero una semplice fanciulla Peuceta, ingenua e inesperta della vita. Ripenso a quella Rose, così diversa da quella odierna! E a volte, riordinando la mia stanza, ritrovo prove della sua passata esistenza, i frutti di quell'ingegno 'sì acerbo e infantile: non potevo non rendervi partecipi di questi "dolci" -nel senso che mancano di sale- ricordi ed ecco a voi la mia collezione di piccole gemme perdute.

Ci fu un periodo in cui ero fissata con la luna (no, non era l’influenza di Sailor Moon, siamo fra la fine degli anni ’80 e gli inizi degli anni ’90), rimanevo ore e ore a guardarla, facendomi dei trip sul suo aspetto di volto femminile. Purtroppo non mi è rimasto altro che una manciata di ricordi, che a volte Dieuwertje, il mio neurone, e Shanahan, il mio subconscio, fanno riemergere nei momenti di sconforto letterario. Ma procediamo con ordine:



Il Mare della Serenità – una affascinante geofisica lunare (di cui non ricordo il nome, ma ricordo che era la sorella della protagonista di un precedente aborto mentale) va in missione sulla luna (no, non facevo uso di salvia e stramonio, mi basta Shanahan) ed intreccia una appassionata storia d’amore con un suo collega, fra ricerche, bagni nel mare della Serenità e strani pesci lunari. (da notare la totale ignoranza del fatto che i “mari” lunari, altro non siano che crateri lasciati da meteoriti)</p>
Il Volto della Luna – la tragica storia d’amore di una fanciulla (ed anche qui, ahimè, non ricordo il nome ma sono certa che era una perla rara) per un giovine, che solo in seguito scopre essere il suo futuro fratellastro, e che di questo amore muore.
Presto in tutte le edicole, insieme a “La Tentazione di Artemide” nella collana Harmony- Red Honey Moon. Ma voglio ulteriormente deliziarvi con l’unico frammento rimastomi de “Il Volto della Luna”.

“(…) il feto divenne fegato e lei morì

v      A distanza di una dozzina d’anni, vorreste aiutarmi a capire quale logica mi ha fatto assemblare cotali parole in questo ordine e quale sia il loro significato ecumenico?

v      È molto semplice, basta aggiungere -ga- tra fe- e –to, e ti trasformo un feto in fegato. Ma l’annosa questione è: visto che il fegato è uno degli organi vitali, non sarebbe un vantaggio averlo doppio? Che so, putacaso uno dei due fegati fosse colpito da cirrosi epatica, questa disgraziata fanciulla avrebbe pur sempre l’altro che funziona e svolge il suo dovere. O sbaglio?

(OT: la mia amica Griffone, al momento in quel di Venezia, mi ha appena mandato un SMS annunciandomi che ha visionato l’anteprima mondiale di Hauro no ugoku shiro del maestro Miyazaki. NON È GIUSTO!  /OT)

“(omissis) va cercando il rice
(omissis)
se sarà femmina la chiamerà Bice.”
Quando la rima è d’obbligo.
Tratto da una serie di poesie –ovviamente andate perdute- sulla festa della mamma.

Ora passiamo a cose un po’ più concrete. Nel senso che sono nero, pardon, blu su bianco rigato/quadrettato. Ossia quello che nella mente della passata Rose, era un qualcosa da premio Nobel: il primo racconto a più capitolo scritto dalla sottoscritta.  La stesura avvenne fra l’autunno del ’95 e quello del ’96, di cui una parte durante il mio soggiorno statunitense. Purtroppo esiste solo una copia di questo manoscritto, ma ben tre versioni –Manzoni docet- di cui due abortite anzitempo.

La fenice non spiccò il volo quel giorno
… perché Dobby, pensando di fare cosa gradita al corpo docente e agli studenti tutti, aveva messo il tacchino flambé all’ingrasso, come si fa con le oche per ottenere il foie gras.
Ora il dubbio sorge spontaneo: è meglio analizzare quest’opera, che non posso definire eccelsa in quanto non ha ricevuto l’imprimatur dalle dee, capitolo per capitolo o solo i punti più importanti? Ma sì, inizio col primo capitolo della prima parte.

Pioveva quella notte e i fulmini si stagliavano sul cielo

Era una notte buia e tempestosa… certo, i vocaboli usati sono differenti, ma il senso ecumenico dell’incipit è il medesimo. Beata ingenuità.



difatti l’imperatrice Valeria stava per dare alla luce un erede che doveva succedere a lei e a suo marito e governare su un vastissimo impero, un impero molto avanzato che aveva esplorato nuove galassie dove vi era vita e l’aveva conquistata ma mancavano ancora molte altre.” (e qui sono senza fiato. Ho tentato di leggere questa frase ad alta voce O_o)

v      Da notare che all’epoca non ero molto in confidenza con la signorina Punteggiatura.

v      Sembra l’incrocio fra Star Trek e una fiaba (nessuno ha notato l’influenza di Sailor Moon?)

v      Persino io, che ho scritto questa frase, stento a capirne il senso, e qui mi ci vuole: chi non capisce la propria scrittura, è un asino di natura.

la sorella Electra sì aveva capelli ondulati appena raccolti, ma gli occhi erano verdi, d’un verde mai visto ed aveva una vita sottile dalle giuste forme e lunge gambe snelle, dovuto al fatto che le piaceva pattinare e cantava come un usignolo
Premetto che ho copiato paro paro, quindi scrissi proprio “lunge”, variazione dell’avverbio “lungi”, invece dell’aggettivo “lunghe”. Ma vorrei portare la vostra attenzione su questa descrizione della protagonista: non trovate che il nome ideale per codesta fanciulla sia Mary Sue? E poi, appena raccolti… parliamo di capelli o di verzura?

Perché non la sopporto!
Ed io, che dovrei dire? Lasciatemi sola col mio sconforto…

era un bel giovane si poteva dirlo e vederlo benissimo, anche se, lui non lo pensava; alto, biondo chiaro e con gli occhi blu cupo, un colore pacato che rendeva triste e malinconico il suo dolce sguardo;

v      Per caso era un cucciolo abbandonato sull’autostrada?

v      Non pensava cosa?

v      Dopo Mary Sue, la sua controparte maschile, Gary Stu, non poteva mancare.

era meravigliosamente bella con quell’abito semplice e giallo con quei orecchini d’ambra, con quella piccola collana sul candido petto e quella deliziosa coroncina sembrava un tutt’uno con i suoi capelli raccolti in un nodo
Sorvoliamo sulla penuria di punteggiatura e la struttura frasale. Minimalista, la principessa MS, con questa sua mise così semplice e piccola e gialla… nei disegni –sì, perché la storia è corredata di magnifiche illustrazioni- pare un limone, le manca solo il colorito itterico!

v’enera uno che vi distoglieva lo sguardo da voi solo quando lo guardavate.”
Interessante questo gioco di sguardi, ma procediamo con ordine:

v      È “ve n’era”, non “v’enera”.

v      Dieuwertje ha deciso di mettersi in sciopero non appena ha letto la frase, affermando che le faceva venire il mal di sinapsi.

v      Mi metterò anch’io in sciopero, in modo da avere il tempo per trovare in bandolo in questo groviglio di voi e sguardi.

No, scusate, ma è già giunta l’ora “X”? Ossia il tempo in cui devo decidere, senza amare, chi sposare?
Prima di tutto, scusa lo dico io.
Da notare la poetica raffinatezza dei vocaboli usati dalla protagonista, una frase che racchiude tutto il senso ecumenico della storia. E chi ci capisce, è bravo.

-Va bene è l’ora di iniziare, sorella dopo di voi.
- Ma no! Voi siete la primo genita e voi siete la prima.
- Sorella lasciatemene almeno uno.
- Ed io uno ne prenderò gli altri te li lascio!
-Bisogna vedere quali!

v      Sappiamo che sono Mary Sue e sorella, ma chi è la prima a parlare? Chi risponde? Il mistero s’infittisce.

v      v      La punteggiatura, tanto per cambiare, è andata a babbane.

v      È “primogenita”, non “primo genita”. Sono cattiva con me stessa, lo so, o non sarei la Queen of Evilness.

v      Mirate questo regale passaggio dal voi al tu, senza ovvia ragione.

E se ne andò.”
Com’è da invidiare!

non era esso come gli altri che erano lì solo per loro due, no, era diverso, ma era generoso e malinconico in quel momento di accorse che non tutti i ragazzi erano uguali e aveva già deciso: era lui che doveva scierere.”
(stile tragedia napoletana) Dieuwertje, Shanahan, lasciatemi! Lasciatemi! Lasciate che punti la bacchetta contro il mio petto e mi lanci un Avada Kedrava!

Io sono nella speranza che voi decideste di sposarmi, se lo farete, ne sarò felice.”
Eh? E questa, nell’immaginario del mio io dodicenne, sarebbe una proposta di matrimonio?! Ovviamente, anche la coniugazione dei verbi è andata a babbane.

Sono Dieuwertje, neurone capo di questo cervello. i miei colleghi ed io abbiamo fatto una petizione: o la finisci con questa “cosa”, o ci ribelleremo. Sai bene cosa accadrebbe se lasciassi liberi i neuroni delle stanze imbottite… e tu non vuoi che questo accada… VERO?!

      Scusate, ma devo finire qui: non è piacevole avere dei neuroni in rivoluzione…

Current Mood: shockedshocked
Current Music: Helm - Seatbelts

Navigate: (Previous 10 Entries | Next 10 Entries)